PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Tous Actualités
Suivre
Abonner Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia

12.10.2020 – 08:56

Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia

Riconoscere l'ictus. Salvare vite.

BernaBerna (ots)

Un quinto delle persone colpite da ictus cerebrale muore e un terzo subisce gravi menomazioni. Molti decessi e tanti danni gravi conseguenti potrebbero venire evitati se più gente imparasse a riconoscere i sintomi e a intervenire subito correttamente. Per questo la Fondazione Svizzera di Cardiologia lancia il 12 ottobre la campagna nazionale "Riconoscere l'ictus. Salvare vite."

Ogni 30 minuti in Svizzera qualcuno ha un ictus. Spesso la conseguenza è una menomazione permanente o persino la morte. Un motivo importante va ricercato nel fatto che molta gente non (ri)conosce i sintomi e reagisce in modo sbagliato. Da un'indagine commissionata dalla Fondazione Svizzera di Cardiologia è infatti emerso che il 35 % degli intervistati non è in grado di citare nemmeno uno dei tre principali sintomi dell'ictus e il 33 % non conosce il numero 144 da chiamare in caso di emergenza. Per numerose persone colpite da ictus le cure arrivano quindi troppo tardi, come confermano i medici specialisti nel loro lavoro quotidiano.

In caso di segnali sospetti è importante allarmare velocemente i soccorsi chiamando il numero 144. Infatti il tempo è... cervello: un ictus cerebrale di solito è causato da un coagulo che occlude un vaso sanguigno. Di conseguenza il tessuto nell'area interessata non riceve più ossigeno né sostanze nutritive. Parti del cervello muoiono rapidamente. Le cure d'emergenza prestate in uno Stroke Center o in una Stroke Unit specializzati nel trattamento dell'ictus mirano a ripristinare la circolazione sanguigna nel cervello. Nelle prime ore dalla comparsa dei sintomi, la moderna medicina che tratta l'ictus può fare molto per la maggior parte delle persone colpite: concretamente significa che è in grado di salvare vite e scongiurare gravi danni conseguenti. Ma per far sì che sempre più gente impari a riconoscere i sintomi e a intervenire correttamente, la Fondazione Svizzera di Cardiologia lancia il 12 ottobre la campagna dedicata all'ictus "Riconoscere l'ictus. Salvare vite.", puntando in particolare sui media online. Con uno spot la Fondazione Svizzera di Cardiologia attira l'attenzione sui principali sintomi dell'ictus che devono subito fare scattare l'allarme al numero delle emergenze 144: paralisi facciali improvvise, paralisi improvvise alle braccia o alle gambe e disturbi della parola. La campagna gode del sostegno della "Fondazione Iten-Kohaut" e della Società Cerebrovascolare Svizzera.

Giornata mondiale dell'ictus cerebrale

In occasione della Giornata mondiale dell'ictus, il 29 ottobre, la Fondazione Svizzera di Cardiologia pubblica i seguenti contributi sul sito internet www.ictuscerebrale.ch:

- Video "Trattamento acuto dell'ictus"
- Le principali domande e risposte sull'ictus
- Video d'animazione "Fatti e cifre sull'ictus"
- Ritratto video di una giovane persona colpita 

Riconoscere l'ictus. Salvare vite.

Ogni 30 minuti in Svizzera qualcuno ha un ictus. Si tratta di 16'000 persone ogni anno. Un quinto delle persone colpite muore e un terzo subisce gravi menomazioni.Ma quanta più gente (ri)conosce i sintomi e agisce correttamente in caso di ictus e migliori potranno essere le possibilità di sopravvivenza delle persone colpite, con meno menomazioni e complicazioni. Ecco i tre sintomi principali di un ictus:

- paralisi facciali: paralisi improvvisa, disturbi della sensibilità o debolezza, di solito solo a un lato del corpo
- paralisi alle braccia o alle gambe: paralisi improvvisa, disturbi della sensibilità o debolezza, di solito solo a un lato del corpo
- disturbi della parola: disturbi della parola o difficoltà a capire quanto viene detto 

Se si presenta uno di questi sintomi bisogna allarmare subito il numero delle emergenze 144. Nel sito internet www.ictuscerebrale.ch figurano informazioni approfondite sul tema.

La campagna di prevenzione della Fondazione Svizzera di Cardiologia "Riconoscere l'ictus. Salvare vite." si svolge dal 12 ottobre 2020. Persegue l'obiettivo di migliorare le conoscenze della popolazione sui sintomi dell'ictus e sul corretto comportamento da adottare in caso di emergenza. La campagna gode del sostegno della "Fondazione Iten-Kohaut" e della Società Cerebrovascolare Svizzera.

Ulteriori informazioni sul tema:

- Il comunicato stampa, i grafici e un backgrounder sul tema "Riconoscere l'ictus. Salvare vite." possono essere consultati nella pagina web www.swissheart.ch/media
- Per informazioni sul tema dell'ictus rimandiamo al sito internet www.ictuscerebrale.ch
- Lo spot della campagna figura qui: https://youtu.be/NtiQ1gdzTFc
- In occasione della Giornata mondiale dell'ictus cerebrale, il 29 ottobre, saremo lieti di fungere da intermediari con esperti e persone colpite per un'intervista 

Contatto:

Peter Ferloni, Responsabile comunicazione
Fondazione Svizzera di Cardiologia
Telefono 031 388 80 85
ferloni@swissheart.ch

Plus de actualités: Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia
Plus de actualités: Schweizerische Herzstiftung / Fondation Suisse de Cardiologie / Fondazione Svizzera di Cardiologia