Tous
Abonner
Abonner Allianz Suisse

21.08.2019 – 11:00

Allianz Suisse

Primo semestre: crescono premi e utili per Allianz Suisse

Un document

Wallisellen (ots)

   - Crescita del 5.4 % della raccolta premi complessiva, che tocca 
     CHF 2 821.7 mln.
   - L'utile aumenta del 15.1 % portandosi a CHF 148.1 mln. 
     soprattutto grazie all'andamento favorevole dei sinistri nel 
     primo semestre dell'anno.
   - Il combined ratio scende all'89.9 % grazie alla riduzione degli 
     oneri per sinistri e all'ottimizzazione dei processi di 
     liquidazione.
   - Permane sostenuta la domanda di assicurazione completa; la Vita 
     collettiva cresce del 13.3 %.
   - Prodotti e servizi puntano su semplicità e flessibilità. 

Il Gruppo Allianz Suisse prosegue sulla buona strada anche nel primo semestre del 2019 e mette a segno un buon risultato semestrale, con una raccolta premi complessiva che cresce del 5.4 % portandosi a CHF 2 821.7 mln. A questo incremento hanno contribuito in particolare i premi del ramo Vita collettiva, che con un +13.3 % si attestano a CHF 1 178.5 mln. Crescita dello 0.5 % del volume premi complessivo, che si porta a 1 463.9 mln. di franchi. Aumenta anche l'utile, che con un +15.1 % si porta a CHF 148.1 mln. soprattutto grazie ad un semestre caratterizzato da pochi sinistri della natura e da un migliore loss ratio di base.

«Siamo partiti bene, anche se le sfide, con un ulteriore calo dei tassi d'interesse e un mercato svizzero sempre più debole, non sono diminuite»: questo in sintesi il giudizio di Severin Moser, CEO di Allianz Suisse. «Inoltre le aspettative congiunturali si incupiscono ulteriormente. Da parte nostra abbiamo fatto quello che dovevamo fare e quest'anno continueremo a focalizzarci sulla soddisfazione del cliente e a migliorare prodotti e processi», prosegue Moser.

Ramo Cose: consolidamento ad alto livello

Dopo quattro anni con una crescita superiore alla media di mercato, nei primi sei mesi del 2019 il ramo Cose si è consolidato ad un livello elevato, con un aumento dello 0.5 % che lo ha portato a CHF 1 463.9 mln. (anno precedente: 1 457.3 mln.). I principali fattori di questo aumento a livello di premi sono stati il ramo Aziende e le assicurazione di protezione giuridica. L'integrazione di DAS Svizzera, acquistata all'inizio del 2018, nella CAP Assicurazione di protezione giuridica è stata in gran parte completata e questo pone l'affiliata CAP tra i principali fornitori a livello nazionale, con buone prospettive di crescita. Quest'anno Allianz Suisse ha inoltre investito nei processi digitali e nel miglioramento della customer experience, che risulta potenziata anche grazie al restyling dei siti allianz.ch e cap.ch. Il sistema di notifica dei sinistri online, lanciato in primavera, semplifica inoltre per i clienti le procedure di liquidazione dei sinistri. «La fiducia dei nostri clienti è la nostra più grande risorsa. Ispirandoci al principio simplicity wins, ci concentriamo sulla semplicità dei nostri prodotti e servizi a tutto vantaggio dei nostri clienti», prosegue Moser.

Per quanto riguarda l'onere per sinistri da eventi naturali e il loss ratio di base, il primo semestre è andato bene, con un aumento dell'utile nel ramo Cose del 22.5 % rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, che si porta così a CHF 102.6 mln. (anno precedente: CHF 83.5 mln.). Il combined ratio è migliorato significativamente di 2.8 punti percentuali grazie alla riduzione dell'onere per sinistri e all'ottimizzazione delle procedure di liquidazione dei sinistri, attestandosi all'89.9% alla fine del primo semestre (anno precedente: 92.7 %).

Ramo Vita: forte richiesta per l'assicurazione completa

Nella prima metà dell'anno il ramo Vita ha beneficiato del perdurare di una forte domanda di assicurazione completa. Allianz Suisse ha così aumentato del 13.3 % la raccolta premi nel ramo Vita collettiva, che ha raggiunto CHF 1 178.5 mln. (anno precedente: 1 040.4 mln.). «Ci rivolgiamo alle Pmi con un'offerta di prodotti da un unico operatore. E continuiamo a vedere un grande interesse per l'assicurazione completa da parte delle imprese», sottolinea Stefan Rapp, CFO di Allianz Suisse.

Nel ramo Vita individuale, Allianz Suisse propone da questa primavera Flex Saving, un nuovo prodotto previdenziale che combina la possibilità di risparmiare con la massima flessibilità e la protezione dal rischio propria delle polizze vita. «La riforma della previdenza per la vecchiaia segna il passo e questo rende praticamente irrinunciabile ricorrere alla previdenza privata. Flex Saving completa la nostra gamma di prodotti e ci consente di rivolgerci a vasti gruppi di clienti per i quali la previdenza per la vecchiaia è tanto importante quanto la possibilità di godere di ampia flessibilità. Con questo prodotto, finora unico sul mercato, siamo al passo con i tempi e la domanda supera le nostre aspettative», continua Rapp, fortemente convinto del potenziale del prodotto.

Complessivamente nel primo semestre dell'anno la raccolta premi nei rami Vita individuale e Vita collettiva è stata di CHF 1 357.8 mln., il che corrisponde a un aumento dell'11.3 % rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (1 220.0 mln.). L'utile è salito dello 0.5 % a CHF 45,5 mln (2014: 44.9 mln.).

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
telefono: 058 358 88 01; e-mail: hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall
telefono: 058 358 84 14; e-mail: bernd.dewall@allianz.ch