PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Tous Actualités
Suivre
Abonner SBV Schweiz. Baumeisterverband

01.11.2019 – 11:27

SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società degli Impresari-Costruttori: La SSIC chiede la sospensione dell'obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti nelle categorie professionali in cui vi è carenza di specialisti

Berna / Zurigo (ots)

I lavoratori qualificati sono ricercati nella costruzione. Vi è una carenza di specialisti. Nonostante l'adeguamento delle denominazioni professionali, vi è ora il rischio che da gennaio 2020 i lavoratori qualificati, che hanno completato con successo un apprendistato triennale nel genio civile, siano soggetti all'obbligo di registrazione. Dal punto di vista della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori, la ragione non sta nell'abbassamento della soglia dall'8% al 5%, ma piuttosto nel controllo inadeguato della denominazione professionale, che è stato rilevato statisticamente, tra l'altro, attraverso sondaggi fra i lavoratori. La SSIC chiede che le professioni per le quali esiste una carenza di lavoratori qualificati siano sospese da gennaio 2020 fino a quando la qualità della raccolta dei dati non sarà garantita.

La Segreteria di Stato dell'economia SECO e l'Ufficio federale di statistica UST determinano se una professione ha un tasso di disoccupazione superiore o inferiore al 5% utilizzando elenchi basati principalmente su autocertificazioni di chi cerca lavoro. Se una persona, nella registrazione dei dati di base dell'UST o nella registrazione della disoccupazione, si autocertifica come qualificata, questo non viene controllato nell'attuale processo di registrazione dei dati. Inoltre, non vi è quasi nessun tipo di aiuto per la registrazione precisa delle denominazioni professionali, come ad esempio una selezione di denominazioni professionali in diverse lingue, che fornirebbe alle persone interessate un aiuto per classificarsi in modo corretto. Neppure le autocertificazioni sono controllate sistematicamente dalla Confederazione, dai Cantoni o dai Centri regionali di collocamento (URC). Nell'ambito del sondaggio non può essere unicamente compito di un lavoratore non qualificato di un'impresa di costruzioni stradali determinare la denominazione professionale, non usuale nella quotidianità sul cantiere, come "Lavoratore edile con conoscenze professionali" - e questo eventualmente in una lingua che non sia la sua lingua materna. La scarsa qualità dei dati relativi a una persona in cerca di lavoro può significare che le professioni con carenza di specialisti, come un costruttore stradale con attestato federale di capacità (AFC), saranno soggetti all'obbligo di registrazione a partire da gennaio 2020.

La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori chiede che siano fatte eccezioni per il genio civile

Per la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori questa situazione è inaccettabile. L'associazione interprofessionale nazionale per il settore principale della costruzione chiede la sospensione dell'obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti per le professioni con carenza di specialisti. "Tale attuazione dell'obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti non ha nulla a che vedere con l'effetto che avrebbero voluto innescare il popolo e il legislatore. Si tratta di pura burocrazia e di inutili sforzi amministrativi per gli imprenditori", afferma Bernhard Salzmann, vicedirettore della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori. Finché la qualità della registrazione dei dati di base non viene migliorata, l'obbligo di annunciare i posti di lavoro vacanti per le professioni qualificate deve essere sospeso, chiede l'associazione. "Siamo lieti di sostenere la Segreteria di Stato dell'economia SECO e l'Ufficio federale di statistica UST nell'ottimizzazione dei dati di base del settore principale della costruzione", afferma Salzmann.

Contatto:

Bernhard Salzmann, vice-direttore SSIC
Tel.: +41/78/762'45'31
E-Mail: bsalzmann@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce SSIC
Tel.: +41/78/720'90'50
E-Mail: mengel@baumeister.ch

Kontaktdaten anzeigen

Contatto:

Bernhard Salzmann, vice-direttore SSIC
Tel.: +41/78/762'45'31
E-Mail: bsalzmann@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce SSIC
Tel.: +41/78/720'90'50
E-Mail: mengel@baumeister.ch