Das könnte Sie auch interessieren:

Alice Merton: "Wenn du auf der Straße ausflippst, wirst du schräg angeguckt - wenn du es auf der Bühne tust, jubeln dir alle zu."

Hamburg (ots) - - Querverweis: Bildmaterial ist abrufbar unter http://www.presseportal.de/pm/6788/4167349 - ...

Bühne frei - für die Welttourismuskonferenz im Berchtesgadener Land / Tagungsinhalte passen perfekt zur Markenstrategie

Berchtesgaden (ots) - Berchtesgadener Land - Die vierte UNWTO Euro-Asian Mountain Tourism Conference findet ...

Wetterpanorama von feratel: Bewegt und ist bewegt

Innsbruck (ots) - 28,2 Mio. Interessierte haben 2018 laut ÖWA knapp 357 Mio. feratel Panoramavideos online ...

01.08.2008 – 17:18

SWI swissinfo.ch

Media Service: Ambasciatore svizzero all'OMC mette in guardia da nuove forme di protezionismo (swissinfo)

Media Service: Ambasciatore svizzero all'OMC mette in guardia da nuove forme di protezionismo (swissinfo)
  • Bild-Infos
  • Download

    Bern (ots)

    - Indicazioni: Una fotografia può essere scaricata su    
        http://www.presseportal.ch/fr/pm/100001296/?langid=4 -

    Dopo il fallimento delle trattative dell'OMC a Ginevra, il capo dei negoziatori svizzeri sottolinea le difficoltà di una ripresa dei negoziati del ciclo di Doha e mette in guardia dai pericoli del protezionismo. Intervista a Luzius Wasescha. L'ambasciatore, che guida la delegazione svizzera a fianco della ministra dell'economia Doris Leuthard, sottolinea le difficoltà connesse ad una ripresa delle trattative.

    "L'elemento essenziale è la carenza di flessibilità sia da parte della ministra statunitense del commercio Susan Schwab, sia del suo omologo indiano Kamal Nath. Del resto, molti paesi non hanno al loro interno delle maggioranze solide (opinione pubblica, parlamento) favorevoli a questi negoziati. Stati Uniti, India, Giappone e Unione europea sono tutti confrontati con questo problema."

    "Abbiamo persino delle nuove forme di protezionismo, nei paesi in via di sviluppo. Nel tentativo di proteggersi dalla concorrenza cinese, questi paesi colpiscono indirettamente gli interessi europei e statunitensi. Le limitazioni delle importazioni sono infatti generali e non bilaterali. C'è il timore che questo genere di misure si sviluppi ulteriormente in futuro."

    Intervista: www.swissinfo.ch

    swissinfo è un'unità aziendale della SRG SSR idée suisse (Società svizzera di radiotelevisione). La sua missione è di informare gli svizzeri all'estero sull'attualità del loro Paese e di far conoscere meglio la Svizzera a livello internazionale. Per raggiungere questi obiettivi, swissinfo ha sviluppato un portale di notizie e informazioni in nove lingue: www.swissinfo.ch.

Contatto: marketing@swissinfo.ch

Alle Meldungen
Abonnieren Sie alle Meldungen von SWI swissinfo.ch
  • Druckversion
  • PDF-Version

Themen in dieser Meldung