Ces informations peuvent également vous intéresser:

La demande pour les Épiceries Caritas augmente

Lucerne (ots) - Dans les Épiceries Caritas, les personnes dans le besoin peuvent acheter des denrées ...

Semaine nationale d'action du 11 au 17 février 2019 : Enfants de parents dépendants : Sortons du silence !

Lausanne (ots) - En Suisse, environ 100'000 enfants grandissent dans une famille où l'un des parents est ...

07.12.2018 – 16:18

SRG SSR

Gilles Marchand rieletto al Consiglio esecutivo dell'UER

Gilles Marchand rieletto al Consiglio esecutivo dell'UER
  • Informations
  • Download

Bern (ots)

L'Assemblea generale dell'Unione europea di radiodiffusione (UER) ha confermato oggi la rielezione di Gilles Marchand, direttore generale della SRG SSR, nel Consiglio esecutivo dell'Unione.

Faranno parte del nuovo Consiglio nove alti dirigenti dei media europei di servizio pubblico insieme al presidente Tony Hall (BBC) e alla vicepresidente Delphine Ernotte Cunci (France Télévisions).

Il Consiglio esecutivo è responsabile dell'attuazione della strategia e della politica generale dell'UER. Si tratta del secondo mandato di Gilles Marchand nel Consiglio esecutivo, che avrà il compito di guidare le attività dell'UER nei prossimi due anni.

"Sono molto onorato dalla fiducia dell'Assemblea generale e dei miei colleghi, che è soprattutto un riconoscimento per il lavoro della SSR in Svizzera e a livello internazionale. Non vedo l'ora di lavorare con i miei omologhi europei per affrontare le numerose sfide che i media di servizio pubblico hanno davanti", ha dichiarato Gilles Marchand commentando la sua riconferma. "È inoltre importante per la SSR poter confrontare le proprie idee e soluzioni con le migliori aziende di servizio pubblico del mondo".

Il Consiglio esecutivo resterà in carica per due anni, da gennaio 2019 a dicembre 2020.

Contatto:

Ufficio stampa SSR
Sibylle Tornay
Medienstelle.srg@srgssr.ch / tel. 031 350 95 95

Tous
Abonner SRG SSR
  • Version imprimable
  • Version PDF

Lieux dans ce communiqué

Sujets abordés dans ce communiqué