Tous Actualités
Suivre
Abonner comparis.ch AG

20.08.2020 – 06:01

comparis.ch AG

Comunicato stampa: Svizzera: premi delle assicurazioni auto in forte calo

Comunicato stampa: Svizzera: premi delle assicurazioni auto in forte calo
  • Informations
  • Download

Un document

Comunicato stampa

Analisi di Comparis sul mercato delle assicurazioni auto

Svizzera: premi delle assicurazioni auto in forte calo

I premi delle assicurazioni auto hanno toccato un nuovo record negativo. Un’assicurazione casco totale costa in media l’8,4% in meno rispetto allo scorso anno. Dal 2017 i premi sono scesi in media di oltre un sesto. Questo è quanto emerge da un’analisi di Comparis. «La digitalizzazione e l’ingresso sul mercato degli assicuratori diretti hanno un forte impatto sui premi», spiega Andrea Auer, esperta di mobilità presso Comparis.

Zurigo, 20 agosto 2020 – I premi delle assicurazioni auto sono in caduta libera: rispetto all’anno scorso, i premi per una copertura casco totale sono scesi dell’8,4%. Facendo un confronto con il 2017, poi, il calo è addirittura del 16,9%. Attualmente un’assicurazione casco totale per automobilisti fra i 30 e i 40 anni costa in media 842 franchi.* Lo dimostra un’analisi del servizio di confronto online Comparis.

Netto calo dei premi assicurativi per le berline medio-grandi

Il calo più significativo negli ultimi tre anni lo hanno registrato i premi assicurativi per le berline medio-grandi. Dal 2017, infatti, i premi sono scesi del 18,5% (per auto con valore a nuovo di 44’000 franchi). Per chi stipula oggi una polizza casco totale, il premio medio è di 898 franchi.

Il calo minore dal 2017 lo segnano le polizze per le utilitarie. Anche in questa categoria, comunque, i premi sono scesi del 13,6%. In media, per un’utilitaria con valore a nuovo di 22’000 franchi l’assicurazione casco totale costa 697 franchi. Chi guida una berlina compatta (valore a nuovo: 33’000 franchi), invece, paga in media 815 franchi (-14,9% rispetto al 2017).

«Le ragioni del calo dei premi sono molteplici», afferma Andrea Auer, esperta in materia di mobilità presso Comparis. Una è l’ingresso sul mercato degli offerenti online, che negli ultimi anni ha portato a un netto inasprimento della concorrenza. «Le assicurazioni tradizionali sono state spinte a lanciare sul mercato un maggior numero di prodotti online e più convenienti. Negli ultimi anni, quindi, l’offerta è aumentata facendo crollare i premi.»

È quanto si nota anche dall’andamento del numero dei prodotti assicurativi per auto su comparis.ch**, cresciuto di un terzo dal 2017 (2017: 24 prodotti; 2020: 32 prodotti).

Grosse differenze fra i premi anche tra le offerte più convenienti

Oltre all’andamento dei premi, il servizio di confronto ha analizzato anche la differenza media fra i prezzi delle due offerte più convenienti pubblicate su comparis.ch. Il risultato: confrontando i premi e scegliendo l’offerta più conveniente, gli automobilisti possono risparmiare in media il 5,8% rispetto alla seconda opzione più economica. Per un quarto degli utenti il potenziale di risparmio è addirittura del 6,4%.

«Uno degli aspetti che spiegano queste notevoli differenze di prezzo è il diverso grado di digitalizzazione nei processi di produzione e distribuzione delle varie compagnie», aggiunge Auer. «La digitalizzazione permette alle assicurazioni di abbassare i prezzi senza gravi perdite di margine», spiega l’esperta di mobilità presso Comparis.

Prospettive future: «L’individualizzazione conquista anche il settore delle assicurazioni auto»

«I premi continueranno a scendere, anche se meno degli anni scorsi», prevede Auer. Le possibilità di risparmiare sui costi grazie all’impiego di tecnologie digitali non sono illimitate. Le assicurazioni devono quindi sviluppare prodotti più vicini alle esigenze individuali.

Alcune compagnie, ad esempio, offrono già oggi i cosiddetti modelli assicurativi «Pay as you drive», che grazie all’impiego di un sistema telematico permettono di calcolare il premio in base al comportamento di guida dell’assicurato. «In futuro verranno lanciate sul mercato sempre più soluzioni assicurative personalizzate di questo genere», conclude Auer.

Metodologia

Comparis ha analizzato l’andamento dei premi per l’assicurazione casco totale di 13 compagnie (Allianz Suisse, Axa, Basilese Assicurazioni, Dextra, Elvia, Generali, Kasko2Go, Helvetia, La Mobiliare, Smile, Touring Club Svizzero, Vaudoise e Zurich) negli ultimi tre anni. Sono stati valutati i dati relativi alle ricerche effettuate su comparis.ch. I premi menzionati nell’analisi si riferiscono al seguente caso standard: profilo del conducente: nazionalità: svizzera; 30-40 anni; luogo di domicilio: Zurigo; chilometraggio: 12’000 – 14’000 km/anno. Assicurazione: copertura casco totale; protezione bonus inclusa e senza ulteriori coperture complementari; nessun contratto di leasing; uso principale del veicolo; uso privato; franchigia casco totale: CHF 1'000; franchigia casco parziale: CHF 0. Categorie di veicoli: età del veicolo: da 0 a 12 mesi; utilitaria con 100 PS e valore a nuovo di CHF 22’000, berlina compatta con 140 PS e valore a nuovo di CHF 33’000, berlina medio-grande con 165 PS e valore a nuovo di CHF 44’000. I premi si riferiscono al mese di aprile dell’anno indicato. Nella valutazione sono state considerate solo le offerte corrispondenti ai criteri di ricerca. I premi sono stati calcolati mediante un modello statistico.

* Media ponderata dei tre premi parziali per utilitaria, berlina compatta e berlina medio-grande.

** I prodotti su Comparis coprono circa l’80% del mercato svizzero delle assicurazioni auto.

Ulteriori informazioni
Andrea Auer
Esperta di mobilità
Telefono: 044 360 53 91
E-mail: media@comparis.ch
comparis.ch


Chi è comparis.ch
Con oltre 100 milioni di visite all’anno, comparis.ch è uno dei siti web svizzer
i più utilizzati. La ditta confronta tariffe e prestazioni di casse malati, assi
curazioni, banche e gestori di telefonia e presenta la più grande offerta online
 di auto e immobili in Svizzera. Grazie ad ampi confronti e valutazioni esaustiv
e, Comparis porta trasparenza sul mercato, rafforzando così il potere decisional
e dei consumatori. Fondata nel 1996 dall’economista Richard Eisler, l’impresa co
n sede a Zurigo oggi conta circa 180 dipendenti.