PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Tous Actualités
Suivre
Abonner Krebsliga Schweiz

09.11.2020 – 09:12

Krebsliga Schweiz

Cancro della prostata: la diagnosi precoce non è sempre l'opzione migliore

Cancro della prostata: la diagnosi precoce non è sempre l'opzione migliore
  • Informations
  • Download

Un document

Gli specialisti non sono concordi in merito alla diagnosi precoce del cancro della prostata. È quindi ancora più importante informare bene gli uomini su questo argomento. La Lega contro il cancro offre consulenza e sostegno non solo in novembre, mese dedicato alla problematica del cancro della prostata.

Cari operatori dei media,

Per la diagnosi precoce del cancro della prostata si utilizzano due metodi d'indagine: la determinazione del tasso di PSA nel sangue e l'esplorazione rettale digitale. Tuttavia un valore del PSA più alto del normale non significa che l’interessato abbia il cancro alla prostata. Per decidere se siano necessarie ulteriori misure, come per esempio una biopsia, oggi i medici si affidano ad altri esami (per esempio la tomografia a risonanza magnetica MRI o l'ecografia). Essi permettono di determinare in modo più affidabile se il tumore richiede un trattamento o se si possono applicare altre strategie. Per alcuni uomini vi sono alternative alla chirurgia o alla radioterapia: la sorveglianza attiva (Active Surveillance) o l'attesa vigile oppure la terapia orientata ai sintomi (Watchful Waiting). Anche queste opzioni terapeutiche sono eseguite da specialisti.

Spesso i test danno risultati «falsi positivi»

I risultati cosiddetti «falsi positivi» sono frequenti. Ciò significa che il test del PSA porta ad effettuare biopsie inutili. Al momento non è ancora del tutto chiaro quanti decessi possano essere evitati con una diagnosi precoce e quanto siano frequenti le «sovradiagnosi» e le «sovraterapie». Queste ultime possono portare ad un'inutile rimozione della prostata e in alcuni casi a gravi conseguenze, come l'incontinenza e l'impotenza. In altre parole: non vi è una concordanza sui vantaggi e gli svantaggi di questi test. Pertanto è necessario conoscere meglio gli accertamenti diagnostici precoci, la diagnosi e il trattamento del tumore alla prostata. La Lega contro il cancro la sua organizzazione partner, la fondazione Ricerca svizzera contro il cancro, sostengono progetti di ricerca in questa direzione.

Decisione individuale

Sottoporsi o no agli accertamenti diagnostici precoci è una decisione individuale, in cui la propria specifica situazione personale svolge un ruolo essenziale. Alcuni uomini vogliono affrontare l'argomento il più presto possibile, anche se non hanno alcun sintomo. Altri hanno invece difficoltà con l'idea che una diagnosi possa, in certi casi, portare all'asportazione chirurgica della prostata e temono possibili conseguenze come l'impotenza e l'incontinenza. È importante che la decisione a favore o contro la diagnosi precoce venga presa disponendo di informazioni complete sui suoi vantaggi e svantaggi.

Consulenza e informazione gratuite

La Lega contro il cancro offre consulenza e informazione sul cancro della prostata. Gli uomini o i loro congiunti possono rivolgersi alle 18 Leghe regionali e cantonali, oppure al team di consulenti della Linea cancro per telefono, e-mail o chat. Per tutto il mese di novembre il Forum cancro (www.forumcancro.ch) si occupa del tema della salute degli uomini e dei tumori degli uomini. Le persone interessate possono scambiarsi informazioni o porre le loro domande per iscritto ai nostri esperti di comprovata esperienza. Le risposte vengono pubblicate continuamente nel Forum.

Il cancro della prostata in Svizzera

Il cancro alla prostata rappresenta sicuramente il tipo di cancro più diffuso tra gli uomini: ogni anno in Svizzera si ammalano circa 6100 uomini e quasi 1300 muoiono delle conseguenze di questa malattia. Il tumore prostatico colpisce prevalente­men­te gli uomini anziani: al momento della diagnosi quasi la metà ha 70 anni o più. Questo tipo di cancro è molto raro nelle persone di età inferiore ai 50 anni.

La Lega contro il cancro è un'organizzazione di utilità pubblica e non persegue scopi di lucro. Essa opera nella prevenzione del cancro, nella promozione della ricerca e assiste i malati di cancro ed i loro congiunti. Riunisce 18 leghe cantonali e regionali e l’organizzazione ombrello a Berna. Si finanzia prevalentemente con donazioni.

Stefanie de Borba
Responsabile del servizio stampa
Lega svizzera contro il cancro
Effingerstrasse 40
CH-3001 Berna
Tel.: +41 31 389 93 31
media@legacancro.ch 
 www.legacancro.ch