PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Tous Actualités
Suivre
Abonner Ticino Turismo

21.11.2016 – 10:22

Ticino Turismo

Il sud del Canton Ticino inaugura una nuova stazione e ha in serbo interessanti idee di viaggio

Un document

Bellinzona (ots)

Si avvicina l'entrata in funzione della galleria di base del San Gottardo prevista per l'11 dicembre 2016. In contemporanea con questo evento storico, si terrà anche l'inaugurazione della nuova stazione ristrutturata di Lugano. Con l'ampia offerta di musei, la città sulle rive del Lago di Lugano si sta costruendo una reputazione da metropoli della cultura e i dintorni, con la loro bellezza, affascinano gli amanti della natura, diventando così un nuovo punto di riferimento. Gli hotel e i ristoranti offrono un'esperienza del tutto speciale, un nuovo parco archeologico vi porterà in un viaggio nel passato e non da ultimo, gli ospiti del Monte Generoso possono già apprezzare il "Fiore di Pietra" di Mario Botta, che sarà inaugurato la prossima primavera.

La nuova stazione ristrutturata di Lugano: La terrazza del Canton Ticino

In occasione dell'inaugurazione della galleria di base del San Gottardo, la FFS ha investito anche nell'espansione e ristrutturazione delle stazioni di Bellinzona e di Lugano. All'apertura della nuova stazione di Bellinzona, la "Porta del Ticino" tenutasi il 14 ottobre, ora seguirà l'inaugurazione della nuova stazione ristrutturata di Lugano, a completamento dell'edificio storico della stazione, che ha in serbo per i viaggiatori un ampio atrio centrale della stazione, un atrio dedicato a negozi e tavole calde e una nuova stazione della funicolare. La Funicolare Lugano Stazione, risalente al 1886, è molto apprezzata e collega ancora di fatto la stazione di Lugano con il centro della città. Tutte le strutture della funicolare sono state revisionate completamente nel corso degli ultimi due anni e con l'inaugurazione della stazione di Lugano saranno rimesse in funzione. L'evento è fissato per l'11 dicembre 2016, in contemporanea con la partenza prevista del nuovo collegamento ferroviario. In quanto importante snodo dei trasporti sulle rive del Lago di Lugano, la stazione di Lugano ha preso il nome simbolico di "Terrazza del Ticino". www.sbb.ch

L'Hotel International au Lac apre ai suoi ospiti la camera "Unique Belle Epoque"

L'apertura del tratto ferroviario del San Gottardo nel 1882 fece confluire a Lugano una fiumana di turisti, provocando un significativo aumento del numero di hotel della città. La Belle Epoque è sinonimo di lusso, innovazioni tecnologiche, come l'acqua corrente o l'elettricità, e viaggi. Intorno all'anno 1900 sono stati creati hotel con magnifici arredi interni e tra questi, nel 1906, fu inaugurato anche l'Hotel International au Lac di Lugano, un'attività a conduzione famigliare alla quarta generazione. In occasione dell'apertura della galleria di base del San Gottardo, l'albergatore Roberto Schmid mette a disposizione dei suoi ospiti una camera doppia "Belle Epoque" arredata con mobilio originale. La camera da letto, ancora conservata nel suo stato originale, un tempo era la camera della proprietaria dell'Hotel Alice Schmid, figlia del fondatore dell'Hotel Anton Disler e nonna dell'attuale proprietario. Una bellissima idea per chi vorrebbe tornare indietro nel tempo all'epoca della prima ferrovia del San Gottardo. La storica camera doppia con parquet restaurato del 1906 riflette l'opulenza dell'arredamento in stile mediterraneo che ha prevalso nelle case delle famiglie borghesi e nobili dei viaggiatore dell'epoca. La camera è disponibile su prenotazione nel periodo estivo dal 31 marzo al 22 ottobre 2017 al prezzo di 170 franchi svizzeri per due persone. www.hotel-international.ch

Museo in Erba ora a Lugano

Il Museo in Erba è una sede estera del "Musée en herbe" fondato nel 1975 a Parigi. Il museo, fondato nel 2000 a Bellinzona, ora ha cambiato sede ed è stato nuovamente inaugurato nel mese di settembre 2016 nei suoi nuovi spazi a Lugano, poco lontano dal centro culturale LAC. In questo museo d'arte dedicato interamente ai più piccoli, bambini e ragazzi di età compresa tra i quattro e gli undici anni possono dare libero sfogo alla loro vena artistica e sperimentare le tecniche con cui sono state prodotte le opere esposte, direttamente negli atelier del museo. Regolarmente il museo organizza mostre tematiche dedicate a noti artisti, come per esempio la mostra "ART BRUT - L'arte dove non te l'aspetti". Questa mostra interattiva dedicata all'artista francese Jean Dubuffet, "l'inventore" dell'Art Brut, si terrà dal 03/12/2016 al 31/05/2017 in collaborazione con la "Collection de l'Art Brut" e la "Vallée de la Jeunesse" di Losanna. Un'altra novità della nuova sede del museo a Lugano è l'iniziativa multidisciplinare "KidsArti" che offre corsi che stimolano l'apprendimento musicale precoce, corsi di danza contemporanea per bambini e corsi di teatro. Ora c'è anche il "Baby Atelier", dove bambini dai 2 anni accompagnati da un adulto vengono introdotti al mondo dell'arte. www.museoinerba.com

Un nuovo museo a Lugano: la gipsoteca Giudici

Nel mese di ottobre 2016 è stata inaugurata la nuova gipsoteca Giudici nel centro della città di Lugano, una nuova aggiunta all'offerta museale nella città della cultura. Il museo è dedicato allo scultore di Como Gianluigi Giudici (1927 - 2012) molto attivo in Svizzera e in particolare nel Canton Ticino. Nei nuovi spazi è in mostra una selezione di 60 dei suoi lavori tratti da una collezione che in totale conta 300 opere. Una riproduzione dell'atelier dell'artista con schizzi, disegni e bozze di opere in gesso e in bronzo danno un'idea dell'opera dell'artista. Inoltre vi è anche un "Temporary Space" dove si tengono le mostre temporanee. La gipsoteca è aperta da mercoledì a sabato e su richiesta. www.fondazionegiudici.com

La nuova baita alpina e bike hotel Capanna Monte Bar apre a metà dicembre 2016

Se Lugano e le sue valli fossero un anfiteatro, Monte Bar sarebbe sicuramente la sua esclusiva lounge VIP. Dall'alto di questa cima, con i suoi 1816 metri d'altezza, si può godere di una vista mozzafiato sulla città ai piedi della montagna, sul Lago di Lugano e sul paesaggio montano tutto intorno. Poco più sotto, a 1620 metri sul livello del mare, esattamente 80 anni fa era stata costruita la prima Capanna Monte Bar. Nel mese di maggio, è stata però demolita per lasciare spazio a una nuova baita più moderna. Il progetto dell'edificio cubico, rivestito in legno, chiamato "Barlume", porta la firma di due giovani architetti, Oliviero Piffaretti e Carlo Romano di Mendrisio. Nel piano interrato c'è un ristorante con 80 coperti, un grande camino e un'ampia vetrata, cosicché sia dall'interno che dalla grande terrazza esterna si può godere della straordinaria bellezza del panorama alpino. La nuova Capanna Monte Bar offre 50 posti letto, sale per seminari e una piccola officina per le biciclette, in conformità agli standard previsti per un bike hotel. È situata sul percorso per mountain bike "Lugano Bike" ed è meta di alcuni importanti itinerari a piedi. Gli amanti della natura e gli appassionati di mountain bike la prossima primavera potranno approfittare di un nuovo punto di riferimento tra le montagne del Canton Ticino. www.capannamontebar.ch

Morcote si è aggiudicato il titolo di più bel paese della Svizzera 2016

In una concorso nazionale promosso da media svizzeri quali Schweizer Illustrierte, L'illustré, il Caffè e le stazioni televisive della SRG, nel mese di ottobre 2016 Morcote è stato eletto più bel paese della Svizzera. Un riconoscimento che ha reso molto felici le 770 anime che popolano questo paese, anche se già da tempo l'ex villaggio di pescatori era conosciuto come la perla del Lago di Lugano. Sono in molti a essere rimasti affascinati dalla magia del luogo, e tra gli altri anche alcune celebrità come l'attrice Romy Schneider e lo showman Peter Alexander, che quando era ancora in vita possedeva una casa vacanze a Morcote, oppure la star tedesca Peter Kraus, che vive ancora qui. Infatti questo paesino non si caratterizza solo per la posizione da sogno sulle rive del Lago di Lugano e per il clima mediterraneo, ma anche per le sue antiche case patrizie, i suoi romantici portici, il campanile e i 400 gradini che conducono al santuario di Santa Maria del Sasso che domina sul villaggio. All'estremità occidentale del paese, sopra il lago, si trova il Parco Scherrer, un'opera del defunto mercante di tessuti Arturo Scherrer, con la sua collezione di opere d'arte, immerso nella lussureggiante vegetazione tropicale del giardino botanico. Sul lungolago appena restaurato, caffè e ristoranti invitano a rilassarsi e a concedersi le delizie del pesce appena pescato. Se arrivate in auto, il nuovo autosilo di Garavello sotterraneo all'inizio del paese offre 280 posti auto su tre piani. www.morcoteturismo.ch

La biciocada - campane in festa per l'Avvento

Morcote merita una visita anche in inverno. Soprattutto durante i nove giorni prima di Natale. Dal 16 al 24 dicembre infatti si coltiva una tradizione natalizia del tutto speciale. Si tratta di una tradizione rinata nel 1977 grazie al pensionato Giuseppe "Pepo" Ardizio e a un gruppo di amici. Da allora, le persone del luogo e i turisti si ritrovano ogni anno la sera del 16 dicembre alle 20.30 nel campanile della chiesa di Santa Maria del Sasso di Morcote per inviare saluti musicali come segno dell'arrivo delle festività natalizie. Mentre le campane suonano alternate, c'è chi griglia salsicce sul fuoco. Ci sono anche formaggi, salametti, vino ticinese e lo stare in compagnia. www.morcoteturismo.ch

Apre il parco archeologico di Tremona-Castello sul Monte San Giorgio

Dal mese di settembre 2016 il parco archeologico di Tremona-Castello sul Monte San Giorgio è ufficialmente aperto. Per quasi tre decenni i volontari dell'Associazione Ricerche Archeologiche del Mendrisiotto hanno effettuato scavi sulla collina e hanno portato alla luce un insediamento medievale con 56 edifici, case e magazzini. Gli scavi hanno dimostrato che questo rialzamento sopra la collina, con un'ampia visuale che si estende sulla pianura lombarda, era abitato tra il V millennio a.C. e il XIV secolo e che quindi è la prova di oltre 6000 anni di storia di insediamento. L'insediamento medievale, i cui resti oggi sono esposti all'interno del parco archeologico, consente una ricostruzione dettagliata della vita quotidiana in un villaggio medievale di contadini. Pannelli informativi sul sentiero raccontano ai visitatori in italiano e in inglese com'era la vita a quei tempi. Su questi pannelli, oltre alle informazioni sulla storia e sulla vita del villaggio ci sono anche alcune foto di reperti e disegni che raffigurano scene di vita quotidiana dell'epoca. Il nuovo parco archeologico si trova sul sentiero tra Meride (20 minuti) e Tremona (10 minuti), dove si trova anche il parcheggio più vicino. Su richiesta, vengono organizzate gratuitamente visite guidate per gruppi da 5 a 25 persone.

Con l'obiettivo di rendere visibile l'invisibile, è stata realizzata anche una ricostruzione tridimensionale del villaggio medievale, sulla base dei risultati degli scavi e delle caratteristiche di altri villaggi simili nella regione. Il video di quasi tre minuti mostra in 3D come si crede potesse essere il villaggio e vi guida in una passeggiata tra le alte mura, ancora conservate nel loro stato originale. Al momento è possibile vedere questo video su youtube. Un altro progetto analogo prevede la possibilità in futuro di immergersi virtualmente nel mondo medievale con occhiali 3D direttamente in loco. È prevista anche la realizzazione di un antiquarium nei pressi del nuovo parco archeologico nel quale saranno esposti gli artefatti e gli oggetti di uso quotidiano, tra cui anche molti gioielli e monete, che sono stati ritrovati tra le rovine.

Andrea Bertarini per la guida gastronomica Gault Millau è la "Rivelazione dell'anno 2017 del Canton Ticino"

Immerso nel verde e circondato da vigneti, il ristorante gourmet Conca Bella si trova nell'idilliaco paese di Vacallo nel Mendrisiotto, un gioiello della gastronomia ticinese che è tra i migliori indirizzi da gourmet tra Milano e Lugano. Dopo essersi aggiudicato una stella Michelin, ora la guida gastronomica Gault Millau ha assegnato al capolavoro gastronomico del giovane chef Andrea Bertarini 17 punti, eleggendolo anche Rivelazione dell'anno del Canton Ticino. Nei suoi piatti, Andrea sa unire l'arte culinaria locale e mediterranea a una cucina moderna e aromatica originaria di paesi stranieri. Anche la sua meravigliosa enoteca, in cui si possono trovare oltre 9000 bottiglie di 1250 produttori diversi, è citata già da molti anni nelle guide gastronomiche più famose. Al Conca Bella è possibile provare l'esperienza culinaria dedicata al gusto con un menù da cinque portate con vini abbinati a partire da 160 franchi svizzeri. Non lasciatevi sfuggire anche il menù che questo chef pieno di idee ha dedicato al Gin Bisbino, il primo gin del Canton Ticino, appena entrato sul mercato. www.concabella.ch

Bisbino: il primo gin in Ticino viene dalla Val di Muggio

Oltre agli ottimi vini, ora il Mendrisiotto può vantarsi di un nuovo prodotto, disponibile da settembre 2016: a Sagno, nella Val di Muggio è nato il primo gin del Ticino. I produttori del nuovo superalcolico sono quattro ragazzi ticinesi: Martino Mombelli che ha ideato la ricetta ed è fondatore del marchio agricolo Terra Matta e i suoi amici Giona Meyer, Rupen Nacaroglu e Damiano Merzari. In onore del loro paese d'origine, al quale sono tutti estremamente legati, la loro nuova creazione è stata battezzata "Bisbino" come la montagna sopra Sagno, dove vengono raccolti alcuni degli ingredienti come per esempio le bacche di ginepro. Questo gin viene prodotto nella famosa distilleria Jelmini di Mendrisio. Il risultato è un prodotto al 100% biologico che è già stato accolto con gioia nella cucina gastronomica ticinese. www.bisbino.ch

Un fiore firmato da Mario Botta sul Monte Generoso

È ritenuto che la sua vetta (1704 m s/m) proponga il più bel panorama del Cantone Ticino, poiché da qui lo sguardo può spaziare a 360 gradi cogliendo un territorio che si estende dalla regione dei Laghi (di Lugano, di Como, di Varese e Maggiore), alla pianura Padana con Milano e agli Appennini fino alla catena Alpina, il Gran Paradiso al Monte Rosa, dal Cervino alla Jungfrau. Molte le attività praticabili sulla montagna quali rampichino, parapendio, racchette, ma anche birdwatching. In vetta è possibile visitare (su prenotazione) l'osservatorio astronomico e la Grotta dell'Orso, percorrere il sentiero dei pianeti o ancora il sentiero delle Nevère. È inoltre possibile organizzare visite guidate nel territorio per ammirare la natura e le tracce lasciate dall'uomo che ha vissuto negli alpeggi. Molti sono i percorsi escursionistici che permettono di raggiungere la vetta partendo da Rovio, Mendrisio, Castel San Pietro, ma anche dalla Valle di Muggio. Risalendo uno di questi sentieri è consigliabile sostare in luoghi che propongono punti panoramici suggestivi quali l'Eremo di San Nicolao, la Bellavista, i Dossi o ancora Scudellate. In vetta nel 2017 verrà inaugurata una nuova struttura turistica "Fiore di pietra" progettata dall'architetto Mario Botta. Nell'edificio, di quattro piani, troveranno spazio due ristoranti: al terzo livello un self service free flow, ovvero un ristoro dove i clienti si muoveranno tra diverse postazioni, ognuna delle quali proporrà piatti diversi, con 120 posti a sedere, e un ristorante con servizio alla carta al quarto livello. www.montegeneroso.ch

Contatto:

TICINO TURISMO
Cecilia Brenni
Press Office Ticino and Italy
Tel: +41 (0)91 821 53 30
e-mail: cecilia.brenni@ticino.ch
Via C. Ghiringhelli 7, CH - 6500 Bellinzona