Das könnte Sie auch interessieren:

SWISS-MOTO 2019: Start in die neue Töff-Saison mit Wikingerbike und dem teuersten Motorrad der Welt

Zürich (ots) - Alle Trends und Neuheiten der Töff-Saison 2019, abwechslungsreiche Side-Events und ...

Die österreichische VENTUS-Gruppe baut ihr Angebot zur Inspektion und Optimierung von Windkraftanlagen international weiter aus.

WienVienna (ots) - Das Anfang Feber in Dänemark neu gegründete Unternehmen "Ventus Wind Services A/S" wird ...

Unmittelbarer Start des neuen Mazda3: Der erste Mazda-Hybrid in Europa, ab 27'990 Franken

Petit-Lancy (ots) - Nur wenige Wochen nach seiner Enthüllung in Los Angeles und anschliessender ...

07.02.2019 – 08:30

swissstaffing - Verband der Personaldienstleister der Schweiz

Il ricorso contro le restrizioni legali sul lavoro temporaneo nel Cantone di Ginevra ha avuto esito positivo

Dübendorf (ots)

Con sentenza del 12 dicembre 2018, la Corte costituzionale di Ginevra ha accolto il ricorso di swissstaffing, l'associazione nazionale di categoria dei prestatori e collocatori di personale, annullando integralmente le disposizioni del regolamento cantonale che prevedevano una limitazione del settore del lavoro temporaneo.

Nell'estate del 2017, il Cantone di Ginevra ha voluto introdurre una quota per i lavoratori temporanei nel Regolamento di applicazione della Legge sulle commesse pubbliche, limitando l'assegnazione dei contratti alle imprese di costruzione con almeno l'80 % di personale fisso. swissstaffing ha presentato ricorso contro tale decreto e depositato una richiesta di concessione dell'effetto sospensivo del regolamento, che la Corte costituzionale di Ginevra ha approvato il 2 ottobre 2017, sospendendo così il nuovo regolamento per tutta la durata del procedimento. Con il previsto regolamento, oltre a limitare il prestito di personale, il Cantone di Ginevra avrebbe reso più difficile alle piccole e medie imprese edili locali di partecipare agli appalti pubblici e, con la sua emanazione, avrebbe ostacolato soprattutto la libertà economica delle imprese di lavoro temporaneo.

Nella sua sentenza, la Corte costituzionale di Ginevra ha accolto le argomentazioni di swissstaffing sull'interferenza nella libertà economica, ritenendo che il previsto regolamento potrebbe causare danni economici significativi al settore e che il Cantone non dispone di una base giuridica sufficiente. Dato che il termine di ricorso è scaduto a fine gennaio 2019, la sentenza può essere considerata giuridicamente vincolante.

«Si tratta di una vittoria importante per il nostro settore, in quanto grazie a questa sentenza siamo riusciti a porre freno a una restrizione massiccia», ha affermato Myra Fischer-Rosinger, direttrice dell'associazione nazionale di categoria swissstaffing. «La sentenza corrobora inoltre la nostra posizione secondo la quale, essendo strettamente regolamentato dal CCL Prestito di personale, dichiarato d'obbligatorietà generale, il lavoro temporaneo contrasta il lavoro nero, il dumping salariale e le condizioni di lavoro precario. Nel caso dei lavoratori edili temporanei, peraltro, si applicano le medesime disposizioni salariali e di orario di lavoro del personale fisso».

swissstaffing è il centro di servizi e di competenze per i prestatori e i collocatori di personale in Svizzera. Quale associazione dei datori di lavoro, swissstaffing rappresenta gli interessi dei suoi membri in campo politico, economico e sociale. swissstaffing è partner sociale del CCL Prestito di personale. www.swissstaffing.ch

Contatto:

Myra Fischer-Rosinger, Direttrice, swissstaffing
Tel: 044 388 95 40
myra.fischer-rosinger@swissstaffing.ch

Boris Eicher, Responsabile del servizio giuridico, swissstaffing
Tel: 044 388 95 38
boris.eicher@swissstaffing.ch

Blandina Werren, Dirigente comunicazione, swissstaffing
Tel: 044 388 95 35
blandina.werren@swissstaffing.ch

www.swissstaffing.ch

Alle Meldungen
Abonnieren Sie alle Meldungen von swissstaffing - Verband der Personaldienstleister der Schweiz
  • Druckversion
  • PDF-Version

Orte in dieser Meldung

Themen in dieser Meldung