Schweizerisches Arbeiterhilfswerk

Eliminare la disoccupazione

Eliminare la disoccupazione
La disoccupazione deve sparire Soccorso operaio svizzero SOS / Testo complementare con OTS e su www.presseportal.ch/it/pm/100057122 / L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi redazionali. Pubblicazione sotto indicazione di fonte: "obs/Schweizerisches Arbeiterhilfswerk/simon+kim"

Berna (ots) - Per molti giovani, l'accesso al mondo del lavoro si rivela difficile: uno su 11 è di-soccupato. Anche le persone senza impiego con più di 50 anni faticano a trovare sbocchi professionali. Il Soccorso operaio svizzero SOS è un'organizzazione acon-fessionale che combatte la disoccupazione con un ampio ventaglio di prestazioni.

Quale principale fornitore di provvedimenti inerenti al mercato del lavoro in Svizzera, il Soccorso operaio svizzero SOS sostiene le persone che incontrano difficoltà di inserimento professionale. Beneficiano di queste misure sia disoccupati svizzeri che migranti, rifugiati e persone ammesse provvisoriamente. Il SOS opera a stretto contatto con gli Uffici regionali di collocamento (URC), i servizi sociali e gli uffici AI, con organizzazioni e imprese pubbliche e private come pure con privati.Il mercato del lavoro primario come obiettivo.

Il mercato del lavoro primario come obiettivo

"Ci impegniamo per il reinserimento professionale delle persone senza lavoro", dichiara Kim Schweri, segretaria nazionale del Soccorso operaio svizzero, attivo nelle tre principali regioni linguistiche. Dieci associazioni regionali sviluppano autonomamente servizi di con-sulenza, formazione e sostegno all'occupazione che rispondono alle esigenze locali. Programmi specifici per i migranti facilitano il contatto con la realtà svizzera e promuovono la loro integrazione nella società. Attualmente il SOS offre circa 140 programmi di consulenza, formazione e sostegno all'occupazione in tutta la Svizzera, a cui fanno capo ogni anno più di 20'000 uomini e donne.

L'integrazione professionale nell'ottica delle imprese

In un recente convegno del SOS intitolato "Dall'assistenza sociale al mercato del lavoro - desiderio o realtà?", operatori sociali e rappresentanti di primo piano del mondo politico, dell'economia e dell'amministrazione hanno discusso le sfide che l'integrazione professionale pone agli attori dell'assistenza sociale. Tra l'altro si è parlato delle strategie adottate in Germania per combattere la disoccupazione di lunga durata e del ruolo delle imprese nell'ambito dell'integrazione professionale. La campagna lanciata dopo il convegno illustra alcuni casi concreti; è inoltre possibile accedere alle varie relazioni presentate durante il convegno nel sito www.sos-svizzera.ch.

Contatto:

Per ulteriori informazioni si prega di contattare Kim Schweri,
segretaria nazionale del SOS, tel. 031 380 64 74, email:
kim.schweri@sah-be.ch, o
Jean Christophe Schwaab, presidente del rete SOS, tel. 078 690 35 09,
email: jean_christophe.schwaab@parl.ch
www.sos-svizzera.ch/campagna


Medieninhalte
3 Dateien

Weitere Meldungen: Schweizerisches Arbeiterhilfswerk

Das könnte Sie auch interessieren: