PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Alle Storys
Folgen
Keine Story von Allianz Suisse mehr verpassen.

07.03.2018 – 11:00

Allianz Suisse

Risultato d'esercizio 2017: per il terzo anno consecutivo Allianz Suisse registra una forte crescita del portafoglio clienti

Ein Dokument

Wallisellen (ots)

   - Ancora una volta solido incremento netto del portafoglio
     clienti: + 22'000 
   - Crescita del 2,2 percento nel ramo Cose per un totale di 1921,6
     milioni di franchi 
   - Elevati oneri per sinistri (oltre 50 milioni di franchi)
     connessi al maltempo si ripercuotono sull'utile operativo 
   - Meno accentuata la contrazione nel ramo Vita

Nell'anno di esercizio 2017 il Gruppo Allianz Suisse è rimasto sulla strada della crescita. Con un incremento di 22'000 unità, il portafoglio clienti ha registrato per la terza volta di seguito un tasso elevato di crescita netta. Per il terzo anno consecutivo è cresciuto anche il ramo Cose, che con un incremento del 2,2 percento ha battuto la crescita media del mercato (+0,9% secondo le stime dell'Associazione Svizzera d'Assicurazioni). Il volume premi complessivo del Gruppo Allianz Suisse è cresciuto dello 0,7 percento arrivando a quota 3664,7 milioni di franchi (anno precedente: 3638,8 milioni). A causa degli elevati oneri per sinistri riconducibili ai numerosi eventi di maltempo verificatisi lo scorso anno, l'utile operativo è diminuito del 4,0 percento, scendendo a 303,7 milioni di franchi (anno precedente: 316,4 milioni).

«Abbiamo raggiunto i nostri ambiziosi obiettivi e realizzato una buona performance in un contesto di forte concorrenza. Ciò di cui sono particolarmente soddisfatto è che la crescita posa su un'ampia base: vi hanno contribuito in modo significativo sia il canale agenzie sia i canali broker, convenzioni e vendita diretta», sottolinea Severin Moser, CEO di Allianz Suisse. «Adesso il nostro obiettivo è mantenere lo slancio dello scorso anno per rafforzare ulteriormente la nostra posizione di mercato». E a proposito del comparto Vita afferma: «Dopo la bocciatura della proposta di riforma Previdenza per la vecchiaia 2020 le sfide da affrontare rimangono impegnative. La situazione è deludente soprattutto perché proprio per il secondo pilastro non si è ancora trovata una soluzione convincente e il tempo scorre. Qui la politica deve fare qualcosa».

Trend positivo confermato nel ramo Cose, elevati oneri per sinistri a causa del maltempo

Il trend positivo nel ramo Cose si è protratto anche nel 2017: la raccolta premi è aumentata del 2,2 percento arrivando a 1921,6 milioni di franchi (anno precedente: 1880,1 milioni di franchi). Un risultato che ha consentito ad Allianz Suisse di superare la crescita del mercato per il terzo anno consecutivo. Questo sviluppo è da ricondurre soprattutto al comparto dei veicoli a motore, nel quale si è registrato un incremento del 3,4 percento. «Il ramo Cose ha un'importanza strategica per noi, perciò non vogliamo accontentarci di questo successo, ma sfruttarlo per rafforzare ulteriormente la nostra posizione di mercato, puntando su una crescita redditizia. A inizio 2018 abbiamo fatto un passo avanti in questa direzione con l'acquisizione dell'Assicurazione di protezione giuridica DAS Svizzera, grazie alla quale in futuro saremo tra i maggiori operatori di questo mercato in crescita. Inoltre, anche le assicurazioni contro i rischi informatici offrono un grande potenziale per il futuro: con le nostre soluzioni per imprese e clienti privati lanciate lo scorso anno ci siamo conquistati un'ottima posizione sul mercato», dichiara convinto Severin Moser.

Una nota negativa in un quadro altrimenti soddisfacente per quanto riguarda il ramo Cose è rappresentata dai numerosi eventi di maltempo che hanno colpito ampie regioni del Paese con grandinate e inondazioni. Tali eventi nel 2017 sono costati ad Allianz Suisse complessivamente oltre 50 milioni di franchi. «In totale abbiamo organizzato tredici "drive-in" per i danni da grandine, un numero mai raggiunto prima. Così abbiamo fornito assistenza ai clienti in modo semplice e rapido», commenta Moser.

Il combined ratio (rapporto sinistri/premi più rapporto spese/premi) è aumentato, anche a cau-sa degli eventi di maltempo, di 1,5 punti percentuali arrivando al 92,7 percento (anno precedente: 91,2 percento); l'utile operativo si è attestato a 205,5 milioni di franchi, con un calo del 9,5 percento rispetto all'anno precedente. Il ramo Cose ha totalizzato un risultato d'esercizio di 166,9 milioni di franchi, che rappresenta una contrazione dell'11,7 percento rispetto all'anno precedente (189,0 milioni di franchi).

Ramo Vita: contrazione più lenta

Dato il contesto immutato di bassi tassi d'interesse, anche nel 2017 Allianz Suisse si è mantenuta fedele alla politica di sottoscrizione selettiva nel ramo Vita. Ciononostante, la contrazione della raccolta premi statutaria ha subito un netto rallentamento (0,9 percento), totalizzando 1743,1 milioni di franchi (anno precedente: 1758,8 milioni). Mentre nel comparto Vita individuale il volume premi ha subito un leggero calo (-0,2%) attestandosi a 378,2 milioni di franchi, il volume premi Vita collettiva è sceso dell'1,1 percento arrivando a 1364,9 milioni di franchi.

«Nonostante persistano le difficoltà dovute ai bassi tassi d'interesse, riteniamo che in ambito Vita ci sia ancora un grande potenziale, perché l'andamento demografico e l'aumento delle lacune previdenziali nel primo e nel secondo pilastro faranno crescere la domanda di soluzioni di previdenza privata per la vecchiaia», dichiara fiducioso Stefan Rapp, CFO di Allianz Suisse. «Per questo continueremo a perfezionare la nostra gamma di prodotti, offrendo soluzioni assicurative che diano nuove possibilità alla clientela in tema di previdenza privata per la vecchiaia. Vogliamo poi ridurre la complessità e creare esperienze digitali per i nostri clienti. Con ELVIA eInvest possiamo offrire ai privati una soluzione di investimento basata su fondi EFT conveniente in termini di costi e completamente digitale. Si tratta di un prodotto pensato per coloro che, contenendo le spese, desiderano approfittare degli sviluppi dei mercati dei capitali e del know-how di Allianz, uno dei principali operatori di gestione patrimoniale al mondo. In ambito LPP, considerati i parametri immutati continuiamo a puntare sulla stabilità per i nostri clienti e, per quanto riguarda le assicurazioni complete, per i nuovi contratti ci concentriamo sulle piccole e medie imprese, che non vogliono o non possono assumersi da sole i rischi di investimento», conclude Rapp.

Dato che lo scorso anno Allianz Suisse ha dovuto effettuare minori alimentazioni delle riserve per le garanzie sui tassi, l'utile d'esercizio nel ramo Vita è aumentato del 12 percento portandosi a 82,1 milioni di franchi (anno precedente: 73,4 milioni).

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
telefono: 058 358 88 01; e-mail: hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall
telefono: 058 358 84 14; e-mail: bernd.dewall@allianz.ch