Eidg. Departement des Innern (EDI)

Assicurazione malattia: il Consiglio federale approva il progetto che sarà messo in consultazione

(ots) - Il Consiglio federale ha approvato il progetto che sarà messo in consultazione concernente il primo pacchetto di proposte di riforma nell'ambito dell'assicurazione malattie da lui avanzate. Il Consiglio federale aveva già fissato gli obiettivi legati alle scadenze e ai contenuti delle riforme della LAMal il 25 febbraio 2004. Il primo pacchetto contiene provvedimenti relativi ai settori della compensazione dei rischi, del finanziamento ospedaliero, del finanziamento delle cure, della libertà contrattuale, della riduzione dei premi e della partecipazione ai costi. La consultazione si terrà sotto forma di conferenza durante la settimana del 19 aprile 2004. Il Consiglio federale intende mettere in vigore alcuni elementi del primo pacchetto di revisioni della LAMal nel 2005, poiché le norme in vigore in diversi settori toccati dalla riforma saranno caduche l'anno prossimo. Questo concerne soprattutto il finanziamento ospedaliero (disciplinato fino alla fine del 2004 da una legge federale urgente), la libertà contrattuale (il blocco delle autorizzazioni scadrà il 3 luglio 2005) e la compensazione dei rischi (limitata alla fine del 2005). Affinché le Camere federali possano dibattere le proposte durante la sessione autunnale, il Consiglio federale richiederà una procedura d'urgenza. Queste proposte sono già state perlopiù discusse dal Parlamento in occasione della 2a revisione della LAMal. All'inizio dell'anno, inoltre, numerose associazioni e organizzazioni hanno potuto comunicare la loro posizione al capo del DFI, il consigliere federale Pascal Couchepin, che ha consultato i principali partner del settore della sanità pubblica in merito all'ulteriore procedura da seguire nel dossier dell'assicurazione malattie. Nella settimana del 19 aprile 2004 si terrà una consultazione sotto forma di conferenza ripartita in più blocchi. Fino al 27 aprile 2004 possono inoltre essere inoltrati rapporti integrativi scritti relativi alla procedura di consultazione. I partecipanti riceveranno l'invito e la documentazione sulla consultazione alla fine di questa settimana o all'inizio della prossima. Il primo pacchetto di revisioni comprende quattro messaggi distinti tra loro: * Messaggio 1A: strategia complessiva, compensazione dei rischi, tariffe delle cure, finanziamento ospedaliero, carta sanitaria, rendiconto dell'assicuratore Nelle sue considerazioni sulla strategia complessiva, il Consiglio federale sottolinea l'obiettivo di migliorare il sistema della LAMal e di rafforzare gli elementi tesi al contenimento dei costi. Dopo che la revisione della LAMal è stata respinta nella sessione di dicembre, il Consiglio federale è giunto alla conclusione che i passi necessari alla riforma debbano confluire ed essere coordinati in una strategia complessiva, ma non far parte di un progetto unico. Viene inoltre proposto di: - prolungare la compensazione dei rischi di cinque anni, senza apportarvi modifiche; - congelare le tariffe delle cure dopo un adeguamento dei due stadi superiori di bisogno di cure, fino all'entrata in vigore di una nuova normativa per il finanziamento delle cure, ma non oltre la fine del 2006; - prorogare la legge federale urgente del giugno 2002 sui contributi cantonali alle cure ospedaliere fino all'introduzione di una nuova normativa sul finanziamento ospedaliero (prevista nel secondo pacchetto di riforma); - creare le basi legali per l'introduzione di una carta sanitaria; - ampliare le disposizioni legali relative ai rendiconto degli assicuratori-malattie. * Messaggio 1B: libertà contrattuale Nel settore ambulatoriale, il Consiglio federale prevede di sostituire il blocco delle autorizzazioni con la libertà contrattuale. I fornitori di prestazioni e gli assicuratori devono per principio poter scegliere liberamente il proprio interlocutore contrattuale. È previsto che siano i Cantoni, nel margine di assicuratori-malattie fissato dalla Confederazione, a definire il numero minimo di fornitori di prestazioni da considerare tra coloro che possono assicurare un'assistenza sanitaria sufficiente alla popolazione. * Messaggio 1C: riduzione dei premi Dato che l'attuale sistema di premi pro capite grava pesantemente sulle economie domestiche numerose, il Consiglio federale vuole ridurre i premi delle famiglie in modo più mirato e presentare ai Cantoni un obiettivo sociale differenziato. I Cantoni dovrebbero prevedere quattro categorie di reddito per le economie domestiche con figli ed altrettante per quelle senza figli, oltre che definire un tetto di reddito massimo per il diritto alla riduzione dei premi. A seconda della categoria, la quota del premio dell'assicurazione malattie dovrebbe essere compresa tra il 2 e il 10 per cento del reddito per le economie domestiche con figli, e tra il 4 e il 12 per cento per quelle senza figli. Inoltre il Consiglio federale intende aumentare i fondi federali per la riduzione dei premi di 200 milioni di franchi per il 2005 e del 3% all'anno per gli anni successivi. * Messaggio 1D: partecipazione ai costi Per aumentare la responsabilità e l'attenzione ai costi degli assicurati, il Consiglio federale intende aumentare l'aliquota percentuale dal 10 al 20 per cento, pur mantenendo l'importo massimo a 700 franchi. Propone, nel contempo, modifiche d'ordinanza. In questo modo la massima franchigia opzionale dovrebbe essere di 2500 franchi invece dei 1500 attuali. Inoltre gli assicuratori devono poter determinare da soli le franchigie opzionali che intendono proporre, su una scala graduata con scatti da 100 franchi per gli adulti e da 25 franchi per i bambini. Prima della pausa estiva, il Consiglio federale intende porre in consultazione un secondo pacchetto di riforme contenenti modifiche previste a partire dal 1° gennaio 2006, per poterlo presentare al Parlamento prima della sessione autunnale. Il pacchetto contiene due messaggi con proposte sull'introduzione del finanziamento ospedaliero duale con ripartizione percentuale fissa e sulla promozione di modelli managed care. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Informazioni: 031 322 95 05 Fritz Britt, vicedirettore Ufficio federale della sanità pubblica

Ces informations peuvent également vous intéresser: