PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Tous Actualités
Suivre
Abonner SBV Schweiz. Baumeisterverband

08.12.2020 – 15:25

SBV Schweiz. Baumeisterverband

Società degli Impresari-Costruttori: È fatta! La doppia imposizione della LRTV per i consorzi viene meno per il 2021

Zurigo (ots)

Improvvisamente è successo in fretta. Nella sessione invernale, il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati hanno creato una disposizione di legge per abolire l'iniqua imposizione multipla che grava sui consorzi della costruzione. Già nel 2021 i consorzi non riceveranno più fatture supplementari per la tassa sui media. Per la SSIC si tratta di un grande successo dopo due anni di intenso lavoro politico.

Dal 2010 le aziende devono pagare una tassa sui media. E dal 2019 le imprese edili pagano il canone radiotelevisivo non solo una volta, ma anche più volte. Questo perché anche ogni consorzio doveva pagare il canone. Il fatto che ciò si basasse sul fatturato ha avuto un effetto devastante. Le imprese di costruzione hanno un fatturato elevato, ma generano bassi profitti. Il canone supplementare dovuto a un consorzio ha quindi fatto male in diversi modi.

Dopo due anni di intenso lavoro politico con ben cinque interventi in Parlamento, è finalmente fatta. Già all'inizio del 2021 i consorzi non riceveranno più fatture supplementari separate. Una buona notizia anche per Christian Wasserfallen, membro del Comitato centrale e presidente di Infra Suisse, che ha sostenuto l'abolizione della tassazione multipla dei consorzi nel Consiglio nazionale: "Soprattutto nell'attuale situazione legata al Covid, è molto importante che vengano aboliti gli oneri ingiustificati e insensati per le imprese di costruzione", dice Wasserfallen.

"L'abolizione dell'imposizione multipla per i consorzi già all'inizio del 2021 è un successo per il settore dell'edilizia", afferma Hans Wicki, presidente di costruzionesvizzera e Consigliere degli Stati. "Sebbene l'oggetto non sia mai stato politicamente molto controverso dal punto di vista dei contenuti, aveva bisogno di pressioni nelle commissioni e in Parlamento". È soddisfatto anche Fabio Regazzi, Consigliere Nazionale e presidente dell'Unione svizzera delle arti e mestieri, che in primavera ha presentato una mozione in commissione per arrivare all'abolizione entro la fine di quest'anno: "A volte i mulini della politica macinano un po' lentamente. Sono molto felice che in questo caso siamo riusciti a velocizzarli."

Contatto:

Bernhard Salzmann, responsabile Politica + comunicazione SSIC
Tel.: +41/78/762'45'31
E-Mail: bsalzmann@baumeister.ch

Matthias Engel, portavoce SSIC
Tel.: +41/78/720'90'50
E-Mail: mengel@baumeister.ch

Plus de actualités: SBV Schweiz. Baumeisterverband
Plus de actualités: SBV Schweiz. Baumeisterverband