Tous
Suivre
Abonner Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa

31.05.2019 – 13:24

Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa

Media Service: Per il Consiglio della stampa il segreto delle fonti è un principio assoluto (Presa di posizione 15/2019)

Un document

Bern (ots)

Parti: Giroud/Comina c. «RTS»

Tema: Indipendenza e dignità della professione / Segreto delle fonti / Metodi sleali

Non entrata in materia

Riassunto

Il Consiglio svizzero della stampa è stato investito, in aprile 2018, da un reclamo di tipo inedito. Un enologo del Canton Vallese, Dominique Giroud, e il suo consigliere, Marc Comina, gli chiedevano infatti di pronunciarsi sulla correttezza deontologica dell'agire di un giornalista della Radiotelevisione romanda RTS circa il trattamento di ascolti telefonici relativi un'inchiesta penale aperta a Ginevra. L'ascolto delle registrazioni aveva di mira una terza persona: un detective privato incaricato da Dominique Giroud, con il quale il giornalista aveva avuto vari colloqui telefonici. Il reclamo ritiene il comportamento del giornalista deontologicamente scorretto.

Per una questione di procedura, il Consiglio della stampa si è rifiutato in primo luogo di entrare in materia sul reclamo. Le questioni di principio toccate nel medesimo lo hanno tuttavia indotto ad aprire un procedimento autonomo: per così dire, ad autodenunciarsi, e per finire a concludere - al termine di discussioni approfondite - in favore del rispetto assoluto del principio del segreto delle fonti: una delle regole più importanti dell'etica giornalistica e perciò ritenuta, anche solo in generale, tale da non potersi allentare in nessun modo. Questo principio non gli permetteva basarsi lui stesso sul contenuto delle registrazioni.

In risposta agli interrogativi legittimi che il pubblico potrebbe porsi circa il trattamento delle informazioni ricevute per questa via da parte del giornalista, il Consiglio della stampa ricorda che è dovere dei giornalisti di rapportarsi con le proprie fonti in modo corretto e conforme alla dignità della professione, senza cercare di trarre profitto dall'eventuale pirataggio del computer di un collega e senza negoziare con terzi il contenuto delle informazioni raccolte al riparo del segreto delle fonti.

Contatto:

Schweizer Presserat
Conseil suisse de la presse
Consiglio svizzero della stampa
Ursina Wey
Geschäftsführerin/Directrice
Rechtsanwältin
Münzgraben 6
3011 Bern
+41 (0)33 823 12 62
info@presserat.ch
www.presserat.ch

Plus de communiques: Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa
Plus de communiques: Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa