comparis.ch AG

comparis.ch in merito alle tariffe roaming - Chiamate con cellulare dall'estero, costi esorbitanti

Un document

    Zürich (ots) -

    - Indicazioni: Ulteriori informazioni possono essere scaricate in
        formato pdf gratuitamente su:
    http://presseportal.ch/fr/pm/100003671/?langid=4 -

    Chi chiama casa con il proprio telefonino durante le ferie continua a pagare caro. In particolare i clienti di Sunrise e Orange, poiché ambedue gli operatori, al contrario di Swisscom, non hanno ridotto le proprie tariffe roaming per le chiamate dai Paesi europei verso la Svizzera durante gli ultimi anni. Oltre a ciò, ci si stupisce dell'aumento esorbitante delle tariffe per l'invio di SMS negli ultimi anni. Questi i dati emersi da un'attenta analisi condotta del servizio di confronto internet comparis.ch. Risparmiare sulle chiamate dall'estero? Possibile grazie ad alcune opzioni dedicate.

    I clienti delle reti di telefonia mobile svizzere che chiamano casa durante le loro ferie all'estero, continuano a sborsare fior di quattrini. Negli ultimi dodici mesi, infatti, soltanto Swisscom(1), Coop e Migros hanno ribassato le tariffe roaming standard. Nonostante Swisscom non sia l'operatore più conveniente per le chiamate nazionali, all'estero i suoi clienti telefonano a tariffe relativamente buone. In altre parole: coloro che in Svizzera chiamano con operatori convenienti come Sunrise, Yallo o Aldi, all'estero pagheranno decisamente di più rispetto a coloro che effettuano chiamte con il leader sul mercato, eccezion fatta per le offerte prepagate di Coop e Migros, che permettono di chiamare dall'estero alla stessa tariffa di Swisscom. Queste ultime offerte sono relativamente convenienti sia a livello nazionale che a livello internazionale. Ciononostante ci sono sostanziali differenze da Paese a Paese: oggi è Coop ad offrire la tariffa più conveniente per chiamare la Svizzera dalla Turchia (85 centesimi al minuto), mentre fino a due anni lo stesso operatore chiedeva 3 franchi al minuto. Con M-Budget costava invece 5 franchi al minuto, mentre ora il prezzo si è ridotto a "soli" 2.60 franchi.

    Sunrise e Orange, prezzi esorbitanti per le chiamate dall'estero Gli abbonati Sunrise e Orange che chiamano la Svizzera da Paesi come Spagna e Grecia pagano decisamente più dei clienti Swisscom. Questi ultimi, infatti, pagano 85 centesimi al minuto mentre i clienti Sunrise 1.70 franchi e quelli Orange adirittura 2 franchi al minuto. «I prezzi di Sunrise e Orange non possono essere giustificati in nessun modo e sono un vero e proprio furto nei confronti dei clienti», sostiene Ralf Beyeler, esperto telecom presso comparis.ch. «Un prezzo adeguato sarebbe superiore di 10 centesimi al prezzo per le chiamate nazionali e si aggirerebbe sui 40 centesimi e non a 2 franchi», questa la stima di Ralf Beyeler. Lo scorso anno, Swisscom, Migros e Coop hanno ribassato i prezzi per le conversazioni dai Paesi europei verso la Svizzera, un po' per reazione al nuovo regolamento europeo relativo alle tariffe in roaming all'interno della Comunità Europea. Con questi tre operatori svizzeri, quindi, è possibile chiamare la Svizzera in Europa a prezzi "europei". Sunrise e Orange, invece, non hanno più ribassato le tariffe per le chiamate internazionali dai più importanti Paesi europei a partire dal 2003.

    Che Sunrise e Orange siano più care rispetto a Swisscom non è certamente una novità dell'ultimo minuto: questo dato emerge anche dal confronto dei panieri di chiamate dall'estero verso la Svizzera. Proprio per questo motivo, anche quest'anno comparis.ch ha stabilito per la sesta volta un confronto delle tariffe roaming. Il primo paniere include conversazioni telefoniche dai più importanti Paesi europei verso la Svizzera (Germania, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo e Spagna). Per queste conversazioni, gli abbonati Swisscom pagano il 38, e i clienti del servizio prepagato addirittura il 54 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il secondo paniere include, invece, conversazioni telefoniche da Paesi extraeuropei (Egitto, Tunisia e Turchia). Per quest'ultimo paniere, i clienti Swisscom pagheranno lo stesso che per il primo paniere. Nonostante Swisscom abbia ridotto le tariffe al minuto anche per questi Paesi, nel frattempo è stato cambiato anche il conteggio degli scatti, che annulla il possibile risparmio. A partire da subito, le conversazioni saranno conteggiate al minuto; ciò significa che chi effettuerà una chiamata di 2 minuti e 2 secondi, dovrà pagare 3 minuti interi e non più 2 minuti e 30 secondi.

    SMS: sempre più cari Inviare SMS dall'estero costa sempre di più: l'autunno scorso, Swisscom ha introdotto un'unica tariffa mondiale di 40 centesimi per gli sms inviati dall'estero. L'aumento dei prezzi è ben evidente, considerando che fino a tempo fa, in molti Paesi europei, gli SMS costavano meno di 40 centesimi. Nel 2004, in Grecia, un SMS costava solo 15 centesimi; ora costa quasi tre volte tanto. «Le vacanze in Europa sono molto apprezzate e molte persone utilizzano gli SMS per inviare i saluti durante le ferie. Questa nuova tariffa unica significherà per molti un massiccio aumento delle spese telefoniche. Ciò che risulta incomprensibile è l'improvviso rincaro di una prestazione che resta sempre la stessa», afferma Ralf Beyeler. La care tariffe roaming degli SMS sono ora sottoposte a controlli da parte dell'UE, che deciderà poi se regolare di conseguenza i propri prezzi. «La tariffa per l'invio di SMS in roaming è un vero e proprio furto nei confronti dei clienti», asserisce Ralf Beyeler.

    Quali opzioni attivare per risparmiare sulle chiamate? Per risparmiare sulle chiamate da telefonino all'estero conviene dare un'occhiata a eventuali opzioni appositamente dedicate. Gli abbonati Swisscom, che effettuano lunghe chiamate in Europa, dovrebbero attivare l'opzione «Europassport». Se gli abbonati Orange attivassero l'opzione «New Travel» al costo di 3 franchi mensili, il paniere delle chiamate dalle destinazioni europee costerebbe il 60 per cento di meno, vale a dire 47.20 franchi. Agli abbonati Sunrise, invece, conviene l'opzione «Global», al costo di 9 franchi mensili. In ogni caso, a quei clienti che dovessero decidersi solo a giugno o a luglio per l'opzione «Global», saranno abbuonati i primi due mesi di utilizzo a partire dalla data di attivazione. Grazie a quest'opzione, il paniere delle chiamate costerebbe solamente 35 franchi (costi dell'opzione esclusi) invece di 71.05, vale a dire il 51 per cento di meno. Spetta ai clienti stessi attivare quest'opzione prima delle vacanze e disattivarla dopo le stesse. «Ciò che irrita è che per avere tariffe più convenienti sia necessario attivare queste opzioni a pagamento. Inoltre, molti clienti ne ignorano l'esistenza e quindi rinunciano involontariamente alla possibilità di risparmiare», critica Ralf Beyeler.

    Consigli per risparmiare · Spegnere il cellulare durante le vacanze - all'estero si paga anche per la ricezione delle chiamate. · Disattivare il Combox prima di partire per le ferie - i messaggi lasciati nella segreteria telefonica costano infatti tre volte tanto: primo per il collegamento tramite rete straniera, secondo per l'inoltro al Combox e, terzo, per ascoltare i messaggi registrati. · Inviare SMS al posto di effettuare chiamate. · Usare i telefoni pubblici. · Farsi chiamare direttamente nella camera d'albergo. · Acquistare carte telefoniche apposite per chiamare la Svizzera dal Paese in cui si trascorrono le ferie. · Acquistare una seconda carta SIM di operatori telefonici specializzati come United Mobile. · Attivare opzioni che permettano di risparmiare sulle chiamate in roaming. · Consultare le tariffe roaming su www.comparis.ch

    (1)  Cfr. comunicato stampa del 3 settembre 2007: «Telefonieren im Ausland wird günstiger», disponibile alla pagina http://www.comparis.ch/comparis/press/communique.aspx?ID=PR_Comm_Comm unique_070903

Contatto: Ralf Beyeler Esperto Telecom Telefono: 044 360 52 62 E-Mail: ralf.beyeler@comparis.ch Internet: www.comparis.ch



Plus de communiques: comparis.ch AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: