Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Dipendenze Svizzera Giornata mondiale senza tabacco Una nuova pubblicazione con le informazioni più attuali

Un document

Lausanne (ots) - Il 31 maggio, l'organizzazione mondiale della sanità celebra la giornata mondiale senza tabacco. Dipendenze Svizzera riprende, con un'edizione rielaborata della sua pubblicazione sul tema nell'ambito della serie "In-Dipendenze", gli obiettivi generali della giornata mondiale, aggiungendo contenuti aggiornati e dettagli sui danni del fumo. Il calo dei fumatori ha infatti subito una battuta d'arresto. La prevenzione del consumo di tabacco necessita quindi di nuovi impulsi, ragion per cui la nuova edizione di "In-Dipendenze" dà particolare rilievo agli aspetti preventivi.

In concomitanza con la giornata mondiale senza tabacco, prevista per il prossimo 31 maggio, Dipendenze Svizzera lancia una versione aggiornata della sua pubblicazione della serie "In-Dipendenze", che offre una panoramica dei principali temi che ruotano intorno al fumo: la problematica in genere, i rischi e le misure preventive.

Fino al 2013, la percentuale dei fumatori sopra i 15 anni era scesa al 25%, anche se negli ultimi anni la diminuzione era rallentata. Attualmente la maggioranza dei fumatori (34%) rientra nella fascia d'età tra i 25 e i 34 anni, gli uomini continuano a fumare più delle donne e in Svizzera vivono 1,7 milioni di fumatori, senza contare chi deve subire il fumo passivo. A tale proposito va detto che proteggere le persone dal fumo passivo è importantissimo e anche in questo campo sono necessari nuovi impulsi, dato che purtroppo dal 2011 il fumo sembra essersi nuovamente... addensato.

La prevenzione riduce i decessi prematuri Si sa che il marketing e la grande disponibilità dei prodotti del tabacco incrementano il consumo. Sensibilizzare l'opinione pubblica sui rischi del fumo è quindi importante, ma ai fini preventivi non basta. Di conseguenza, la Convenzione quadro dell'OMS per il controllo del tabacco (FCTC) raccomanda, ampiamente sostenuta da Dipendenze Svizzera, le seguenti misure: vietare in maniera generalizzata la pubblicità dei prodotti del tabacco, aumentare i prezzi, ampliare l'offerta di locali senza fumo e mettere a disposizione più sistemi per smettere di fumare. Nell'ambito del dibattito sulla nuova legge sui prodotti del tabacco, Dipendenze Svizzera e altre organizzazioni attive nel campo della salute puntano soprattutto sul divieto generalizzato di pubblicizzare le sigarette e di sponsorizzare eventi con i prodotti del tabacco. Ai fini della prevenzione, il disegno di legge è fondamentale.

Il fumo nuoce in molti modi alla salute

Le oltre 7000 sostanze contenute nelle sigarette, di cui almeno una settantina cancerogene, vanno letteralmente... in fumo. Le sigarette contengono anche zuccheri, che aumentano il potenziale di dipendenza. Per quanto riguarda i rischi del fumo, la pubblicazione di Dipendenze Svizzera parla chiaro: il 41% dei decessi dovuti al consumo di tabacco è causato da tumori, un altro 41% da patologie cardiocircolatorie e il 18% da malattie respiratorie. Il fumo danneggia i polmoni e causa infiammazioni respiratorie, polmoniti, bronchiti e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (COPD), che nei paesi industrializzati rappresenta la quinta causa di morte. Va detto che l'80-90% dei casi di COPD sono dovuti al consumo di tabacco. Chi fuma vive in media dieci anni in meno rispetto a chi non fuma.

La giornata mondiale senza tabacco del 31 maggio La giornata mondiale senza tabacco, indetta ogni anno il 31 maggio dall'organizzazione mondiale della sanità, nel 2015 mette l'accento sul traffico illegale dei prodotti del tabacco. L'OMS ritiene che, a livello mondiale, una sigaretta su dieci sia venduta illegalmente. A causa del mercato nero, gli stati perdono importantissime entrate fiscali. Solo nella zona UE queste minori entrate sono valutate a più di 10 miliardi di euro. Sul mercato nero le sigarette costano meno e quindi sono accessibili per più persone. L'OMS stima che ogni anno il fumo causi la morte di quasi 6 milioni di persone. Oltre l'80% di questi decessi evitabili si verificano nei paesi a reddito medio-basso. In Svizzera, il consumo di tabacco è responsabile di oltre 25 decessi al giorno, ossia di oltre 9000 all'anno. Il fumo causa il 15% dei decessi, tra l'altro quelli più evitabili.

L'edizione aggiornata di In-Dipendenze sul tabacco è disponibile in tedesco, francese e ora anche in italiano.

La Fondazione Dipendenze Svizzera è un centro nazionale di competenza nel settore delle dipendenze. Si occupa di ricerca, concepisce progetti di prevenzione e si impegna nell'ambito della politica sanitaria. L'obiettivo della fondazione è prevenire o attenuare i problemi che risultano dal consumo di alcol e di altre sostanze psicoattive, nonché dal gioco d'azzardo o da un uso smodato di Internet. La nostra ONG è sostenuta da oltre 200'000 persone.

Sul nostro sito web (http://www.dipendenzesvizzera.ch) trovate ulteriori informazioni su Dipendenze Svizzera.

Questo comunicato stampa è pubblicato anche sul sito di Dipendenze Svizzera: http://www.suchtschweiz.ch/aktuell/pressemeldungen/

Contatto:

Markus Meury
Addetto stampa
mmeury@suchtschweiz.ch
Tel.: 079 309 13 23



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: