Stiftung ombudscom

Relazione annuale 2014 dell'Ufficio di conciliatione della telecomunicazione

Berna (ots) - Nell'anno preso in esame si sono rivolte a ombudscom in totale 6'534 Persone (2013: 5'953). Ciò significa che, mensilmente, hanno consultato l'Ufficio di conciliazione 545 clienti. Ne sono derivati 1'178 casi (2013: 1'171) e 5'356 richieste (2013: 4'782). In paragone all'anno precedente questi dati corrispondono a un aumento del 10% circa.  

In paragone all'anno precedente, in cui sono stati registrati 1'171 casi, nel 2014 si è registrato un lieve aumento, pari a 7 casi. Da circa 4 anni il numero di casi si aggira attorno alla stessa cifra con 1'165 (2010), 1'137 (2011), 1'146 (2012), 1'171 (2013) e 1'178 casi nel 2014. In 434 casi l'Ufficio di conciliazione ha redatto una proposta di conciliazione, ciò che rappresenta, rispetto all'anno precedente, una diminuzione di 235 casi (2013: 669). Questa diminuzione è da ricondurre soprattutto al fatto che anche nell'anno di rapporto, come in precedenza, più clienti hanno ritirato la loro richiesta di conciliazione dopo aver trovato un accordo con il fornitore. Delle 434 proposte di conciliazione elaborate, 88 sono state rifiutate da una o da entrambe le parti e la procedura di conciliazione è stata conclusa in quanto fallita. Nei restanti 346 casi, la richiesta di conciliazione elaborata è stata accettata e la procedura di conciliazione è stata conclusa con successo. Ciò corrisponde ad una percentuale di successo di quasi l'80%, che, paragonato all'anno precedente, è rimasto all'incirca alla stessa percentuale di riuscita (2013: 79%). 

Come negli anni precedenti, anche nel 2014, le conclusioni contrattuali al telefono, non desiderate, rappresentano il motivo di ricorso principale inoltrato dinanzi all'Ufficio di conciliazione. Ciô è stato seguito le denunce di fatturazione imprecisa, servici a valore aggiunto e il blocco tefelonico e la disdetta dei servizi o la disdetta e la fatturazione di una spesa amministrativa.

Downloads: https://www.ombudscom.ch/it/media/

Contatto:

Oliver Sidler (dt), Coline Steullet (frz)
T: 031 310 11 77
M: info@ombudscom.ch


Ces informations peuvent également vous intéresser: