Office fédéral de la police

Il Consiglio federale conferma il nuovo progetto relativo al passaporto

    Berna (ots) -  Il Consiglio federale ha analizzato in modo approfondito le ripercussioni dell'11 settembre sul progetto di "nuovo passaporto svizzero", giungendo alla conclusione di introdurre il nuovo passaporto, come previsto, all'inizio dell'anno venturo. Il passaporto svizzero è uno dei passaporti piú sicuri al mondo.

    Già da tempo si discute a livello internazionle se inserire la registrazione dei dati biometrici nel documento di viaggio. Si dovranno tuttavia attendere i prossimi anni prima di giungere a decisioni definitive sul loro inserimento a livello mondiale nei passaporti. Il nuovo passaporto svizzero è inoltre concepito in modo tale che in futuro vi si potrebbero registrare anche dati biometrici senza troppo dispendio.

    Negli USA è attualmente in preparazione una legge che prevede per ogni straniero che intende entrare nel Paese un'identificazione in base ai suoi dati biometrici. Se la legge dovesse entrare come previsto in vigore, i viaggiatori che si recano negli USA dovrebbero avere, a partire dall'autunno 2003, un passaporto con i dati biometrici. In caso contrario dovrebbero fornire un visto in cui siano notificati i dati biometrici, che verrebbero poi memorizzati anche negli USA.

    La consigliera federale Ruth Metzler-Arnold presenterà il nuovo passaporto svizzero il 25 marzo prossimo.

ots Originaltext: UFP
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Benno Nager
Responsabile del progetto "Documenti d'identità"
Ufficio federale di polizia
Tel. +41/31/323'75'90



Plus de communiques: Office fédéral de la police

Ces informations peuvent également vous intéresser: