Bundesamt für Verkehr BAV

La NFTA è un progetto dinamico

      Berna (ots) - Nell'ultimo semestre del 2005 il grande progetto
della Nuova ferrovia transalpina (NFTA) ha fatto registrare
ulteriori progressi. Nella galleria di base del Lötschberg è stato
abbattuto l'ultimo diaframma; la galleria di base del San Gottardo è
stata scavata per oltre il 50%.

    Il rapporto n. 19 sullo stato dei lavori della NFTA, elaborato dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT) per gli organi di vigilanza del Parlamento, mette in luce lo spiccato dinamismo che caratterizza questo imponente progetto. La caduta dell’ultimo diaframma della galleria di base del Lötschberg ha aperto una via di comunicazione diretta tra l’Oberland bernese e il Vallese. Gli operai che hanno costruito la galleria lasciano ora gradualmente il posto agli esperti di tecnica ferroviaria.

    Fino al 30 giugno 2005 era stato scavato il 49% della galleria di base del San Gottardo; nel frattempo, questa percentuale è salita ad oltre il 50%.

    A livello politico, il Parlamento ha fissato nuove basi per il finanziamento dei quattro grandi progetti FTP, il Consiglio federale ha liberato i mezzi finanziari per la galleria di base del Monte Ceneri e, nelle prossime settimane, l’UFT dovrebbe rilasciare la relativa autorizzazione di costruzione. Nel Canton Uri si delinea un’intesa sul controverso raccordo alla vecchia linea. Nel contempo i trasporti merci su rotaia, sfruttando l’attuale infrastruttura, hanno sottratto alla strada un’ulteriore fetta di mercato.

Costi e scadenze

    Per il periodo in esame, le previsioni relative ai costi finali del progetto sono aumentate di 56 milioni di franchi, passando a un totale di 16 402 milioni (prezzi del 1998). Le ragioni di questo aumento sono essenzialmente dovute all’imprevisto strato carbonifero incontrato nella galleria di base del Lötschberg e agli sviluppi sul fronte della tecnica ferroviaria.

    L’incremento registrato è il più contenuto dal 2001 a questa parte, a dimostrazione dell'efficacia degli sforzi profusi dai costruttori e dall’UFT per contenere i costi supplementari.

    Sul fronte delle scadenze, negli ultimi sei mesi le previsioni sono rimaste invariate: l’entrata in servizio completa e conforme all’orario (passeggeri e merci) della galleria di base del Lötschberg rimane pertanto fissata al 9 dicembre 2007.

    Grazie allo sforzo comune di tutte le parti coinvolte, negli ultimi tempi i rischi connessi con il progetto si sono ridotti. Si è per esempio giunti ad un accordo sull'equipaggiamento delle locomotive merci con il nuovo sistema di segnalazione e di sicurezza dei treni ETCS level 2 e sull'approntamento di una tratta per la sperimentazione di tale sistema. Per guadagnare tempo, molti lavori vengono inoltre svolti in parallelo. Anche la prevista messa in servizio della galleria di base del San Gottardo resta invariata al 2015/16.

Rischio finanziario

    Dall'analisi dei rischi risulta, in base all'attuale stato delle conoscenze, una possibile variazione rispetto alla previsione dei costi finali di circa 1,3 miliardi di franchi per l'intero progetto della NFTA. Nell'analisi, a questo potenziale di rischio si contrappone un potenziale di chance pari a 100 milioni. Queste cifre si basano sulla valutazione, aggiornata ogni sei mesi, dei rischi, dei loro effetti sui costi e della probabilità che questi si verifichino.

Berna, 27. settembre 2005 Ufficio federale dei trasporti

Informazioni: Ufficio federale dei trasporti, Politica e comunicazione, tel. 031 322 36 43



Plus de communiques: Bundesamt für Verkehr BAV

Ces informations peuvent également vous intéresser: