Bundesamt für Statistik

BFS: Ore di lavoro

      (ots) - Ore di lavoro

La diminuzione delle ore di lavoro prosegue anche nel 2002

    Nel 2002, il numero totale di ore lavorate in Svizzera è diminuito dello 0,6 per cento rispetto all'anno precedente, nonostante il lieve aumento del numero di addetti (+0,6%). Questo regresso è da ricondurre al sensibile aumento della durata annua delle ore di assenza (+6,2%), alla diminuzione della durata annua delle ore di straordinario (-3,0%) e al calo della durata annua normale di lavoro (-0,8%). Nel 2003 la durata settimanale normale di lavoro dei dipendenti a tempo pieno è stata di 41,7 ore. In dieci anni l’orario settimanale normale di lavoro è diminuito di 13 minuti. E’ quanto emerge dagli ultimi risultati delle statistiche sulle ore di lavoro dell’Ufficio federale di statistica (UST). Le ore di lavoro effettuate continuano a diminuire Secondo la versione riveduta della statistica del volume di lavoro (SVOL), nel 2002 il numero totale delle ore di lavoro effettuate nell’economia svizzera è diminuito rispetto all’anno precedente (- 0,6%), nonostante un lieve aumento del numero di addetti (+0,6%). Questa evoluzione è dovuta alla diminuzione della durata annua effettiva di lavoro (-1,2%), causata a sua volta dal calo della durata annua normale di lavoro (-0,8%), dal calo della durata annua delle ore di straordinario ( 3,0%) e dalla sensibile progressione della durata annua delle ore di assenza (+6,2%). I motivi di salute evocati per la maggior parte delle assenze Fra il 2001 e il 2002, la durata annua di assenze per addetto è aumentata del 6,2 per cento. Nel 2002, le ore di assenza rilevate sono state complessivamente 291 milioni. Le assenze preponderanti sono state quelle per motivi di salute (75% del volume totale annuo delle assenze), seguite dalle assenze per servizio militare, servizio civile e protezione civile (13,3% del volume annuo totale), dalle assenze per motivi personali o familiari (4,7% del volume annuo totale) e dalle assenze per congedo maternità (3,7% del volume annuo totale). Nel 2002, la durata annua di assenze dei dipendenti a tempo pieno è ammontata in media a 79 ore, equivalenti a circa 2 ore a settimana e per posto di lavoro. Le durate medie di assenze dei dipendenti a tempo pieno più significative sono state registrate nel ramo delle costruzioni (103 ore all’anno e per addetto) e in quello dell’industria (87 ore), le durate più basse sono state osservate nel ramo « attività immobiliari, informatica, R&S » (66 ore) e in quello dell’istruzione (49 ore). Le ore di straordinario scendono soprattutto per gli addetti a tempo parziale Nel 2002, la durata annua delle ore di straordinario dei dipendenti a tempo pieno è stata di 50 ore, ovvero di poco più di un’ora a settimana e per addetto. Le differenze osservate fra i diversi rami economici sono state tuttavia considerevoli. La durata annua di ore supplementari dei dipendenti a tempo pieno più elevata è stata rilevata nel ramo «attività finanziarie; assicurazioni» (93 ore), seguito dai rami «istruzione» (76 ore) e «attività immobiliari, informatica e R&S» (67 ore). Fra il 2001 e il 2002, l'economia svizzera ha registrato un calo delle ore di straordinario sia in termini di volume annuo (-2,5%) che in termini di durata annua per addetto (-3,0%). Questo andamento al ribasso delle ore di straordinario è stato osservato soprattutto per i posti di lavoro a tempo parziale (-7,6% in termini di durata annua). L’orario normale di lavoro dei dipendenti a tempo pieno rimane costante nel 2003 Secondo la statistica della durata normale del lavoro nell’azienda (DNL), dal 2001 la durata settimanale normale di lavoro dei dipendenti a tempo pieno è stata di 41,7 ore. Nel 2003, come per gli anni precedenti, la durata settimanale normale di lavoro più elevata è stata registrata nel settore primario (43,0 ore; unicamente orticoltura e selvicoltura). La durata normale di lavoro è stata di 41,8 ore nel terziario e di 41,4 ore nel secondario. Fra il 1993 e il 2003, l’orario settimanale normale di lavoro dei dipendenti a tempo pieno è sceso di 13 minuti (passando da 41,9 a 41,7 ore). Questo decremento graduale della durata normale di lavoro riguarda l'insieme dei rami economici. Nel periodo 1993-2003 il Giura registra la maggiore riduzione dell’orario normale di lavoro Nel 2003, le maggiori durate settimanali normali di lavoro dei dipendenti a tempo pieno sono state osservate nei Cantoni del Vallese (42,3 ore) e dei Grigioni (42,2 ore), mentre quelle minori sono state effettuate nei Cantoni di Neuchâtel (41,4 ore) e di Ginevra (40,9 ore). Queste disparità cantonali sono da ricondurre in parte alle differenze di struttura dell'impiego per ramo economico. Il ramo “alberghi e ristoranti” ed il settore primario, che sono fortemente rappresentati nei Cantoni dei Grigioni e del Vallese, sono infatti anche i rami con le durate di lavoro più elevate nel 2003 (alberghi e ristoranti: 42,2 ore; settore primario: 43,0 ore). Fra il 1993 e il 2003, le diminuzioni più significative della durata settimanale normale di lavoro sono state registrate nei Cantoni Giura (-25 minuti) e Grigioni (-21 minuti); le diminuzioni meno importanti sono invece state rilevate nei Cantoni di Basilea Città (- 7 minuti) e di Zugo (-3 minuti). Da dieci anni si osserva tuttavia che il divario fra le durate di lavoro dei diversi Cantoni tende a diminuire. Revisione della statistica del volume di lavoro (SVOL) La SVOL ha subito una revisione metodologica completa, che permette segnatamente di produrre la totalità degli indicatori secondo il concetto interno e di ripartire le ore di assenza secondo i motivi per i risultati del 2002 e degli anni successivi. La totalità delle serie è stata oggetto di una revisione retrospettiva che risale fino al 1991. Generalmente, il comunicato stampa sulle ore di lavoro è pubblicato a circa 14 mesi dalla fine del periodo di riferimento, ma quest’anno, a causa dei lavori di revisione, il lasso di tempo intercorso fra il periodo di riferimento e la pubblicazione è stato di 18 mesi. Visto che i dati sul prodotto interno lordo del 2002 saranno riveduti entro luglio del 2004, i dati provvisori sulla produttività nazionale per ora di lavoro non figureranno - come di consueto - nel presente comunicato ma saranno disponibili a partire da agosto del 2004.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Elisabetta Capezzali, UST, Sezione Lavoro, Occupazione e indagini tematiche, tel.: 032 713 64 86

    Nuova pubblicazione (disponibile in francese e in tedesco): Indicateurs du marché du travail 2004, n. di ordinazione: 206-0402. Prezzo: Fr. 22.—

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: