Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Test TCS sui pneumatici invernali 2014: i migliori sono di alto livello

Test TCS sui pneumatici invernali 2014: i migliori sono di alto livello
Test pneumatici invernali 2014

Un document

Bern (ots) - Nel test TCS sui pneumatici invernali 2014 sono state esaminate 28 gomme delle dimensioni 175/65 R14 82T e 195/65 R15 91T. Gli aspetti positivi e le lacune sono stati determinati in 18 criteri d'esame, in condizioni reali.

Il comportamento di ogni pneumatico è stato analizzato con prove di guida su strada con fondo asciutto, bagnato, innevato e ghiacciato. Gli altri criteri d'esame riguardavano il rumore, il consumo di carburante e l'usura. Questa valutazione, complessa ed esigente, sottopone le gomme a un test rigoroso. Delle 28 gomme analizzate dal TCS, 23 hanno ottenuto almeno la menzione "raccomandato".

Dalle valutazioni degli esperti, dei 14 pneumatici delle dimensioni 175/65 R14 82T: quattro hanno ottenuto la menzione "molto raccomandato", per le prestazioni equilibrate; otto, evidenziando alcune carenze, sono classificati "raccomandato" e due sono stati valutati "non raccomandato".

Tra le quattro gomme meglio classificate: Continental ContiWinterContact TS850 ha convinto per le eccellenti prestazioni su fondo stradale bagnato, ghiacciato, e per la sua resistenza all'usura. Dunlop SP Winter Response 2 s'è distinto per il minor consumo di carburante della sua categoria. Michelin Alpin A4 ha superato la concorrenza in "longevità" e Firestone Winterhawk 3 ha conseguito buoni risultati per le sue prestazioni equilibrate.

Nelle gomme "raccomandate" ha primeggiato ESA-Tecar SuperGrip 7+. Questo prodotto ha leggere carenze su fondo stradale bagnato, come i suoi concorrenti Fulda Kristall Montero 3 e Vredestein Snowtrac 3. Pirelli Snowcontrol Serie 3 è svantaggiato su fondo stradale asciutto e Sava Eskimo S3+ ha lacune sia su fondo stradale asciutto, sia sul bagnato. Hankook Winter icept RS W442 non ha convinto gli esperti su fondo asciutto, sulla neve e sul ghiaccio. Nonostante l'eccellente risultato sull'asciutto, Toyo's Snowprox S943 è stato declassato per leggere carenze sul bagnato. GT Radial Champiro Winterpro non è riuscito a rivaleggiare con le migliori in tutte le condizioni stradali. Mentre le gomme Cooper Weather Master SA2 e Star Performer SPTS AS non possono essere raccomandate per i loro deboli risultati.

Dei 14 pneumatici, delle dimensioni 195/65 R15 91T: quattro hanno ottenuto la menzione "molto raccomandato", sette "raccomandato", uno è "raccomandato con riserva" e due non sono raccomandati.

I migliori quattro pneumatici hanno prestazioni equilibrate; due di questi si sono distinti, in certe discipline, per qualità eccezionali. Ciò è stato il caso per Continental ContiWinterContact TS850 che ha ottenuto le note più alte su fondo asciutto, innevato, ghiacciato, nel consumo di carburante e nell'usura. Bridgestone Blizzak LM 001 è risultato migliore sul bagnato. Le gomme Dunlop's SP Winter Sport 4D e Speed-Grip 2 di Semperit non hanno denotato carenze e sono pure "molto raccomandate".

Il pneumatico Uniroyal MS plus 77 ha presentato piccole lacune in tutte le condizioni stradali, tanto da ricevere la menzione "raccomandato". Dello stesso gruppo fanno parte le gomme Yokohama W.drive V905, con piccole carenze sul bagnato e Michelin Alpin A5 che, nonostante risultati eccellenti su neve e ghiaccio, è stato penalizzato perché non a suo agio sull'asciutto. Hankook Winter icept RS W442 non ha convinto del tutto sulla neve, ma ha ottenuto la nota più alta sull'asciutto. Pirelli Winter 190 Snowcontrol S3 ha denunciato lievi carenze su fondo stradale asciutto e bagnato, così come Kumho's WinterCraft WP51 che ha perso notevolmente terreno per la longevità e sulla neve, mentre Kleber Krisalp HP2, ha dimostrato resistenza all'usura, ma ha ottenuto modesti risultati su fondo stradale bagnato.

Matador MP92 Sibir Snow ha lacune più accentuate, tanto che ha ottenuto la menzione "raccomandato con riserva". Nonostante l'eccellente nota sulla neve, il pneumatico Infinity Winter Hero INF 049 è stato valutato "non raccomandato" per i risultati negativi sull'asciutto e sul bagnato, analogamente al pneumatico Winter 101 della marca Achilles.

Aprire gli occhi al momento dell'acquisto

   -	Chi s'interessa ai test sulle gomme o chiede un'offerta 
d'acquisto deve conoscere la dimensione esatta del  pneumatico 
desiderato (per es. 195/65 R 15 91 V). -	Chi sceglie pneumatici 
definiti «molto raccomandato» o «raccomandato» dal TCS, è sicuro 
d'acquistare un prodotto di qualità. Si consiglia di chiedere sempre 
due o tre offerte a diversi venditori, comprensive anche dei costi 
accessori (montaggio, bilanciamento, smaltimento) e dell'IVA. -	È 
importante controllare la data di fabbricazione della gomma che si 
trova nel numero DOT impresso sul fianco del pneumatico. Si tratta di
un numero a 4 cifre. Il numero 3709, per esempio, significa che la 
gomma è stata fabbricata la 37esima settimana del 2009. La data di 
fabbricazione è importante perché questi prodotti sono adattati 
costantemente alle nuove conoscenze tecniche in materia. -	Di regola,
ordinare solo gomme nuove (fino a tre anni); pneumatici più vecchi 
non andrebbero accettati. Non montare pneumatici più vecchi di dieci 
anni, per ragioni di sicurezza, anche se il profilo è ancora 
sufficiente. -	L'acquisto su Internet è di moda, tuttavia il TCS ha 
osservato sul web forti oscillazioni di prezzo delle gomme e 
consiglia sempre di paragonare l'offerta complessiva: costo delle 
gomme e montaggio. Meglio rivolgersi per l'acquisto e il montaggio a 
un'unica azienda. Il TCS invita alla prudenza di fronte a pneumatici 
particolarmente a buon mercato, disponibili soltanto via Internet. 

Infoguida del TCS per le gomme invernali

   -	Nella nuova infoguida del TCS "Pneumatici invernali 2014", 
disponibile da fine settembre nella versione stampata, sono 
pubblicati gli ultimi test e altre utili informazioni. -	I risultati 
completi dei test sulle gomme estive e invernali sono disponibili 
nelle TCS-App per iPhone delle generazioni 3G, 3GS, 4 e 5, iPod Touch
e iPad. Così, il consumatore può accedere in ogni momento ai 
risultati dei test degli ultimi due anni e alle dimensioni che fanno 
al caso suo. L'utente dispone anche di una funzione di ricerca che 
gli fornisce una visione generale delle gomme della dimensione 
desiderata. La rubrica «Domande e Risposte» dà ragguagli sui 
prodotti. L'applicazione, in tedesco, francese, italiano e inglese, 
gratuita per soci e non soci del TCS, è scaricabile dall'Apple Store. 

Etichetta pneumatici

L'Unione europea ha riconosciuto l'importanza dei pneumatici per i veicoli. Da novembre 2012, prescrive, per ogni gomma, un'etichetta con informazioni esaurienti a tutela dei consumatori. Con ciò, l'acquirente ha la possibilità di informarsi sulla sicurezza in caso di frenata su fondo bagnato, sulla resistenza al rotolamento e sulla rumorosità del pneumatico. Secondo il TCS, questi tre criteri sono un buon punto di partenza per una scelta avveduta. Per ottenere una valutazione completa, è tuttavia indispensabile che un pneumatico sia testato in tutte le sue caratteristiche.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

I risultati complessivi dell'analisi possono essere scaricati
all'indirizzo www.pressetcs.ch.


Fichiers multimédias
2 fichiers

Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: