Eidg. Finanz Departement (EFD)

Modifica dell'ordinanza sui fondi d'investimento

Berna (ots) - 25 giu 2004 (DFF) Il 23 giugno il Consiglio federale ha approvato una revisione parziale anticipata dell'ordinanza sui fondi d'investimento, al fine di non gravare la posizione della Svizzera all'interno dell'UE in questo settore. La legislazione svizzera in materia di fondi in valori mobiliari non era più compatibile con quella europea da quando negli Stati dell'UE sono entrate in vigore le proposte di modifica della direttiva UE del 1985 concernente i fondi. Per questa ragione l'adeguamento del Consiglio federale era ormai necessario. Il 13 febbraio 2002 il DFF ha incaricato una commissione di esperti diretta dal professor Peter Forstmoser di effettuare un'ampia revisione della legge sui fondi di investimento e di presentare un disegno di legge corredato di un rapporto esplicativo. La commissione di esperti ha presentato il proprio rapporto. Il 15 febbraio 2004 il Consiglio federale ha posto in consultazione il disegno di legge, che entrerà in vigore non prima del 2006. La legislazione svizzera in materia di fondi in valori mobiliari non era più compatibile con quella europea da quando, il 23 ottobre 2001, il Parlamento europeo ha approvato due proposte di modifica della direttiva UE del 1985 concernente i fondi, che gli Stati membri dell'UE hanno dovuto trasporre nel loro diritto interno entro il 13 febbraio 2004. Per non gravare la posizione del settore svizzero dei fondi all'interno dell'UE attraverso una temporanea incompatibilità legislativa, il Consiglio federale ha effettuato le necessarie modifiche mediante una revisione parziale anticipata dell'ordinanza sui fondi d'investimento. I punti principali della revisione sono l'innalzamento dei requisiti patrimoniali massimi delle direzioni di fondi e l'introduzione del prospetto semplificato per i fondi in valori mobiliari. In vista dell'ammissione di fondi in valori mobiliari svizzeri nei Paesi confinanti, l'adeguamento puntuale delle disposizioni in materia di fondi propri a quelle in parte più restrittive del diritto europeo è d'obbligo. L'introduzione del prospetto semplificato per i fondi in valori mobiliari svizzeri è un passo compiuto in tutta Europa verso il miglioramento dell'informazione destinata agli investitori. Informazioni per i giornalisti: Romain Marti, Commissione federale delle banche, tel.: 031 322 69 23 Mattäus Den Otter, Commissione federale delle banche, tel.: 031 324 96 31 Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: