Eidg. Finanz Departement (EFD)

Il Consiglio federale stabilisce l'ulteriore procedura per l'aggiustamento del preventivo e del piano finanziario

      Berna (ots) - 11 giu 2004 (DFF) Nella sua seduta di clausura del 10
e 11 giugno 2004 il Consiglio federale è stato informato sulle cifre
di budget e piano finanziario e ha stabilito l'ulteriore procedura.
Il Governo è fermamente intenzionato a presentare nel 2005 un
preventivo conforme al freno all'indebitamento e a eliminare i
deficit strutturali entro il 2007. Tenuto conto delle ultime
previsioni riguardanti le entrate, delle ultime decisioni in materia
di uscite (riduzione dei premi dell'assicurazione malattie), delle
richieste dei dipartimenti per il budget e il piano finanziario
nonché dei risultati della votazione del 16 maggio scorso, il budget
2005 deve essere ritoccato di 1,1 miliardi di franchi (piano
finanziario 2006: 1,5 miliardi; 2007: 1,8 miliardi).

    Nel quadro delle istruzioni per il budget e il piano finanziario, lo scorso 5 marzo il Consiglio federale aveva deciso di ridurre di 800 milioni le uscite per il 2005 rispetto al piano finanziario di legislatura. Nel contempo, aveva dichiarato che il piano finanziario di legislatura rappresentava il valore limite superiore delle uscite per gli importi iscritti nel piano finanziario. Partendo da queste imposizioni, si è ora occupato delle necessarie misure per l'aggiustamento del preventivo 2005 e del piano finanziario 2006- 2008.

    Per il budget 2005 i dipartimenti sono stati invitati a compensare gli importi che superano il tetto massimo delle uscite in primo luogo attraverso misure all'interno del loro dipartimento. Successivamente, ancora quest'anno, l'imposta sul tabacco dovrebbe essere aumentata di 50 centesimi al pacchetto. Sul fronte delle entrate dovrà anche essere esaminato un aumento dell'imposta sull'alcool di 6 franchi al litro, che sgraverebbe le finanze pubbliche di circa 55 milioni di franchi soltanto a partire dal 2006. Inoltre, nel settore delle spese di funzione dell'Amministrazione (spese per il personale e per beni e servizi) si dovrebbero conseguire risparmi per un importo pari a circa 250 milioni di franchi. Si sta valutando fra l'altro di versare al personale un premio unico per prestazioni anziché la compensazione del rincaro. È altresì previsto di sottoporre a blocchi di credito le spese per il personale e quelle per beni e servizi. Nell'ambito dei trasferimenti a terzi, il Consiglio federale ha infine deciso misure di sgravio di circa 600 milioni. Tutti i dipartimenti devono fornire il proprio contributo in questo ambito. Essi sono stati incaricati di rivedere le misure proposte dal DFF, se necessario anche di completarle o di sostituirle con altre. Il prossimo 30 giugno il Consiglio federale intende prendere le decisioni definitive al riguardo.

    Il Consiglio federale ha già manifestato nel programma di legislatura la sua intenzione di elaborare, per gli anni del piano finanziario, un ulteriore programma di sgravio (programma di sgravio 04) entro il prossimo autunno. Complessivamente il bilancio 2006 dovrebbe venire sgravato di circa 1000 milioni grazie a tagli mirati nel settore dei trasferimenti. Nel 2007 tale ammontare dovrebbe lievitare a circa 1400 milioni. I dipartimenti hanno ricevuto inoltre l'incarico di rivedere i contenuti delle possibili misure di aggiustamento, affinché dopo le vacanze estive possano essere effettuate le consultazioni con i Cantoni e le parti sociali. Per il programma di sgravio 04 sono inoltre previste singole modifiche di legge.

Piano sistematico di rinunica a determinati compiti

    Un piano sistematico di rinuncia a determinati compiti è stato istituito al fine di sgravare il bilancio negli anni del piano finanziario. Esso corrisponde nei suoi contenuti al programma di sgravio 04, ma segue un proprio scadenzario. Il piano di rinuncia a determinati compiti intende individuare le "piccole" rinunce a compiti nei microsettori dell'Amministrazione. In particolare si tratta di snellire l'apparato amministrativo e di esaminare le priorità nell'ambito dell'esecuzione dei compiti. Il piano di rinuncia mira quindi alle spese di funzione (spese per il personale, spese per beni e servizi, beni d'investimento), che devono essere ridotte globalmente del 5 per cento entro il 2008. Il Consiglio federale ha pertanto prescritto ai singoli dipartimenti di effettuare un risparmio lineare in base alle loro priorità. Un terzo dell'obiettivo di risparmio dovrebbe essere raggiunto nel 2006, due terzi nel 2007 e il resto nel 2008. Entro il 2008 bisognerebbe quindi poter risparmiare quasi 200 milioni. In linea di massima il piano di rinuncia a determinati compiti vale per tutti i settori dell'Amministrazione federale. Ne sono esclusi le autorità che non sottostanno al Consiglio federale (Servizi del Parlamento, Tribunali federali e Controllo delle finanze), l'Ufficio federale dell'aviazione civile, a cui è stato recentemente accordato un aumento sostanziale del budget, e la rete di rappresentanze all'estero. Inoltre anche il settore della difesa è escluso dal piano di rinuncia. I dipartimenti dovranno sottoporre al Consiglio federale le loro misure di rinuncia all'inizio dell'anno prossimo.

    Il piano sistematico di rinuncia a determinati compiti comporterà entro il 2008 risparmi pari a circa 80 - 120 milioni di franchi, ossia una riduzione di circa 1'000 posti di lavoro. Questa misura di risparmio si aggiunge a quelle del programma di sgravio 03 che entro la fine del 2006 prevede di risparmiare il 3,5 per cento delle retribuzioni del personale, vale a dire circa 800 posti di lavoro degli attuali 34'000. Indipendentemente dal programma di sgravio 03, in seno al DDPS è stata avviata la soppressione di 2'500 posti di lavoro nell'ambito della riforma del DDPS, che deve essere conclusa entro il 2011. Per volontà del Consiglio federale, la soppressione dei posti di lavoro deve avvenire in modo socialmente sostenibile e per quanto possibile senza licenziamenti.

    Per raggiungere tale obiettivo, in futuro ogni secondo posto di lavoro divenuto vacante presso la Confederazione dovrebbe essere occupato internamente. Le misure necessarie all'imminente riduzione dei posti di lavoro sono state elaborate da un gruppo di lavoro interdipartimentale diretto dall'Ufficio federale del personale. Le associazioni del personale della Confederazione hanno preso parte ai lavori. Le misure d'accompagnamento nell'ambito della politica del personale sono fissate nell'"Ordinanza sulla gestione dei posti di lavoro e del personale nell'ambito di programmi di sgravio e di riorganizzazioni", approvata dal Consiglio federale in data odierna alla fine della sua seduta di clausura. L'ordinanza entrerà in vigore il 1° luglio 2004 e la sua validità è limitata alla fine del 2008.

Indicatori concernenti le finanze federali: vedi comunicato stampa completo (pdf, 180 kb) http://www.dff.admin.ch/i/dok/medien/medienmitteilungen/2004/06/finan z.pdf

    Informazioni per i giornalisti:

Karl Schwaar, Amm. federale delle finanze, tel. 031 323 86 09 Peter Hablützel, Uff. federale del personale, tel. 031 322 62 01

Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Finanz Departement (EFD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: