Eidg. Finanz Departement (EFD)

EFD: La Svizzera partecipa ancora alla "riassicurazione" per il Fondo monetario internazionale

      Berna (ots) - 20 nov 2002 (DFF) Il Consiglio federale approva un
prolungamento della partecipazione svizzera agli Accordi generali di
credito e ai Nuovi accordi di credito (AGC e NAC) del Fondo
monetario internazionale (FMI). Questi due Accordi che scadono alla
fine del 2003 rappresentano una vera e propria riassicurazione per
il FMI. In caso di crisi e per carenza di fondi propri, il FMI può
in questo modo contare con linee di credito di al massimo 66
miliardi di franchi a cui la Svizzera parteciperebbe con 3 miliardi.
La partecipazione della Svizzera avviene attraverso la Banca
nazionale svizzera.

    La Svizzera, quale Paese esportatore con un'importante piazza finanziaria, è particolarmente interessata a un sistema finanziario internazionale stabile. Pertanto, già nel 1984 ha aderito agli AGC e da allora è membro del Gruppo dei 10 (G 10). Anche per quanto riguarda i NAC, costituiti nel 1997, il nostro Paese partecipa dagli albori. Questi due accordi di credito sono stati allestiti per garantire al FMI la capacità d'intervento in caso di importanti crisi internazionali monetarie e del debito. Dalla metà degli anni Novanta queste crisi si sono nuovamente verificate più spesso. Per porre fine a queste crisi il FMI è stato in parte costretto a stanziare importanti crediti. Malgrado le misure prese da allora per il potenziamento del sistema finanziario internazionale, in particolare nel settore della prevenzione delle crisi, non si possono escludere nuove crisi finanziarie. Il FMI deve pertanto poter contare anche in futuro su un sistema di riassicurazione sotto forma degli AGC e dei NAC.

    I fondi degli AGC sono stati utilizzati per l'ultima volta nel 1998 per il finanziamento di un programma di modifiche, sostenuto dal FMI, a favore della Russia. I NAC sono stati sollecitati unicamente nel dicembre del 1998 per finanziare un accordo di conferma in favore del Brasile.

    Il Consiglio federale, unitamente al prolungamento della partecipazione elvetica ai NAC, ha pure approvato l'adesione all'accordo da parte del Cile. Quest'ultimo è il primo Paese dell'America latina a partecipare ai NAC. Per il prolungamento della partecipazione ai NAC è ancora necessaria l'approvazione del Parlamento.

Informazioni: Giorgio Dhima, Amm. federale delle finanze, tel. 031 322 60 48

Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Finanz Departement (EFD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: