Eidg. Departement des Innern (EDI)

Trasferimento dell'assicurazione militare alla Suva e soppressione dell'Ufficio federale dell'assicurazione militare

      (ots) - Dal 1° luglio 2005 l'assicurazione militare (AM) sarà
gestita dall'Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli
infortuni (Suva). L'Ufficio federale dell'assicurazione militare
(UFAM) verrà sciolto e il personale trasferito alla Suva. Le
sinergie che scaturiranno da questa riorganizzazione dovrebbero
consentire di ridurre a medio termine del 20 per cento i costi
amministrativi. L'AM resterà un'assicurazione sociale specifica
finanziata anche in futuro dalla Confederazione. Il calo del numero
di coloro che prestano servizio nell'Esercito XXI e nella Protezione
civile XXI comporta una diminuzione dei casi assicurativi dell'AM,
soprattutto nella categoria dei militari di milizia. La Suva è il
partner ideale per l'AM: benché rette da basi legali diverse, le due
assicurazioni presentano non poche analogie per quanto concerne le
prestazioni e il trattamento dei casi assicurativi. Durante i
prossimi tre anni la Confederazione verserà annualmente alla Suva
25,8 milioni di franchi per la copertura dei costi amministrativi
dell'AM. In seguito rimborserà unicamente i costi amministrativi
effettivi. La Suva si assume per contro i costi del trasferimento,
stimati a 15 milioni di franchi. Si prevede che le sinergie
consentiranno di ridurre del 20 per cento i costi amministrativi per
un risparmio annuo di oltre 5 milioni di franchi. Dopo il
trasferimento una commissione di quattro membri (di cui due
rappresentanti della Confederazione) sarà incaricata di preparare le
questioni e le proposte da sottoporre al Consiglio d'amministrazione
della Suva in materia di AM. L'assicurazione militare continuerà per
il momento ad essere presente con propri uffici a Berna, Ginevra,
San Gallo e Bellinzona. È tuttavia previsto di riunire i
collaboratori dell'AM e della Suva di queste città in un'unica sede.
In vista della riorganizzazione e delle conseguenti sinergie,
l'organico dell'UFAM è notevolmente diminuito, passando da 156 posti
all'inizio del 2003 agli attuali 123. Ai collaboratori dell'UFAM
sarà garantito per due anni l'impiego nelle sedi attuali. In seguito
varranno le condizioni di lavoro della Suva. Nel maggio 2004 il
Consiglio federale ha sottoposto al Parlamento il messaggio relativo
alla legge federale sul trasferimento della gestione
dell'assicurazione militare alla Suva. La legge è stata approvata
dalle due Camere nella sessione primaverile di quest'anno. L'AM
garantisce la copertura assicurativa in caso di danni alla salute
subiti durante il servizio militare, il servizio di protezione
civile, il servizio civile, le azioni di mantenimento della pace, i
buoni uffici della Confederazione o gli interventi di aiuto
umanitario all'estero. L'Ufficio federale dell'assicurazione
militare, che dal 1984 fa parte del DFI, sarà sciolto il 1° luglio
2005.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Kurt Stampfli, UFAM, tel. 031 324 85 48 Willi Morger, Suva, tel. 041 419 52 05



Ces informations peuvent également vous intéresser: