Eidg. Departement des Innern (EDI)

Il Consiglio federale intende equiparare l'assenzio alle altre bevande distillate

      (ots) - In seduta odierna il Consiglio federale ha preso posizione
sull'iniziativa parlamentare di Jean-Claude Cornu esprimendosi a
favore dell'abolizione del divieto dell'assenzio. Equiparata agli
altri superalcolici, la "fata verde" sarà assoggettata alle severe
norme di fabbricazione, al controllo delle derrate alimentari e
all'imposta sugli alcolici. Inoltre, per l'assenzio vigeranno le
medesime misure di prevenzione previste per le altre bevande
alcoliche.

    L'iniziativa parlamentare richiede la legalizzazione dell'assenzio, ossia l'abrogazione dei pertinenti passaggi negli articoli 2, 11 e 47 della legge federale del 9 ottobre 1992 sulle derrate alimentari e sugli oggetti d'uso (legge sulle derrate alimentari, LDerr). Nel 1999, la relativa disposizione era già stata eliminata dalla Costituzione federale. [DJE1]Il Consiglio federale, in base alle conoscenze scientifiche raccolte nei campi della tossicologia e della prevenzione, appoggia questo obiettivo. Le Camere federali si esprimeranno al riguardo nel corso di una delle prossime sessioni.

    Uno dei fattori che hanno determinato la decisione del Consiglio federale è che, in base alla legislazione vigente sulle bevande distillate, l'assenzio non denota una pericolosità superiore a quella di bevande comparabili contenenti anice e che è sottoposto agli stessi valori limite. La legalizzazione, inoltre, permetterà di controllare la produzione e di riscuotere un'imposta in conformità alla legislazione sugli alcolici.

    Nel quadro della corrente prevenzione nell'ambito del consumo di alcolici, il Consiglio federale adotterà tutte le misure del caso per evitare che l'assenzio diventi la nuova bevanda alla moda.

    Il Consiglio federale raccomanderà pertanto alle Camere federali di approvare l'iniziativa parlamentare sulla legalizzazione dell'assenzio.

    Fino alla modifica ufficiale della legge il divieto odierno resta in vigore.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Informazioni: Ufficio federale della sanità pubblica, Urs Klemm, tel. 031 322 95 05



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: