Eidg. Departement des Innern (EDI)

Fondo progetti per i diritti umani e l'antirazzismo Bando 2004: "Il mondo del lavoro senza discriminazioni" Un seminario e uno studio lanciano il dibattito

(ots) - Indetto alla vigilia del 1° maggio, il seminario "Il mondo del lavoro senza discriminazioni" ha riunito i principali attori del settore dell'occupazione con l'obiettivo di lanciare il dibattito sulle misure per combattere la discriminazione nel mondo del lavoro. Organizzato in collaborazione con le associazioni padronali, i sindacati e i servizi federali attivi nel campo dell'occupazione e della formazione professionale, il seminario - cui hanno partecipato 150 professionisti di diversi settori - costituisce un primo passo per sensibilizzare gli operatori sulle conseguenze individuali e i costi collettivi derivanti dal razzismo sul posto di lavoro. La presentazione dello studio "Il mondo del lavoro senza discriminazioni - provvedimenti contro la discriminazione sul posto di lavoro", edito dal Servizio per la lotta al razzismo e disponibile in francese, tedesco e italiano (con una prefazione del presidente della Confederazione Pascal Couchepin), è servito da spunto per il dibattito. Il documento stila un bilancio delle misure contro la discriminazione nel mondo del lavoro, propone soluzioni concrete, funge da base di riflessione per il dibattito politico e può servire alle organizzazioni che desiderano avviare un progetto su questo tema. I progetti d'assistenza alle vittime, di prevenzione e di formazione nel settore occupazionale hanno evidenziato che i partner sociale hanno la possibilità di agire, ognuno al proprio livello. Il dibattito ha inoltre sottolineato che esistono diverse linee d'azione per lottare contro la discriminazione razziale sul posto di lavoro, che vanno adattate ai singoli contesti. A mo' di primo bilancio, si è discusso un "mansionario" delle parti sociali, che permetterà di gettare un ponte per passare dalle parole ai fatti. Bando 2004 del Fondo progetti per i diritti umani e l'antirazzismo: uno strumento d'azione Il bando 2004 permette di sostenere progetti pilota che mirano a lottare contro la discriminazione razziale nel mondo del lavoro. I progetti sostenuti dal Fondo dovranno focalizzarsi su uno dei seguenti orientamenti prioritari: - identificare e riconoscere la discriminazione razziale nel mondo del lavoro; - prestare consulenza e assistenza alle vittime in caso di conflitti legati alla discriminazione razziale sul posto di lavoro; - creare condizioni quadro che garantiscano l'efficacia delle misure antidiscriminatorie nel settore occupazionale; - favorire la prevenzione, la sensibilizzazione e la formazione delle persone che occupano posizioni chiave. Il bando 2004 s'inserisce nel contesto dell'attuazione dei risultati della Conferenza mondiale contro il razzismo del 2001. Nell'ambito della Conferenza è stato evidenziato che quello dell'occupazione è uno dei settori prioritari per lottare contro il razzismo. Fondo progetti per i diritti umani e l'antirazzismo Tema del bando 2004: Il mondo del lavoro senza discriminazioni Termini per l'inoltro dei progetti: 20 ottobre 2003 - 1° maggio 2004 Documenti e moduli: www.edi.admin.ch/ara Informazioni: Servizio per la lotta al razzismo tel.: 031 324 10 33 / fax: 031 322 44 37 "Il mondo del lavoro senza discriminazioni - provvedimenti contro la discriminazione sul posto di lavoro" La pubblicazione esiste in francese, tedesco e italiano e può essere ordinata presso il Servizio per la lotta al razzismo. La versione completa è disponibile sul sito www.edi.admin.ch/ara. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO SERVIZIO PER LA LOTTA AL RAZZISMO - SLR INSELGASSE 1, 3003 BERNA Per maggiori informazioni: Michele Galizia, responsabile SLR, tel. 031 324 13 31, cellulare 079 367 08 03 Gabriela Amarelle, responsabile supplente SLR, tel. 031 322 70 75 Allegato Fondo progetti per i diritti umani e l'antirazzismo - Comunicato del 29 aprile 2003 Bando 2004: "Il mondo del lavoro senza discriminazioni" Nell'ambito del seminario "Il mondo del lavoro senza discriminazioni" sono stati presentati cinque progetti che illustrano concretamente il tema del bando 2004 del Fondo progetti per i diritti umani e l'antirazzismo. - La ricerca "L'integrazione sul posto di lavoro", condotta dal Forum svizzero per lo studio delle migrazioni e della popolazione (FSM) su mandato del sindacato Travail.Suisse, mira a delineare una serie di azioni nell'ambito degli orientamenti seguenti: comunicazione, riconoscimento delle competenze e rispetto della non discriminazione sul posto di lavoro. I risultati della ricerca saranno pubblicati nell'autunno 2004. Persona di contatto: Rosita Fibbi e Janine Dahinden, Forum svizzero per lo studio delle migrazioni e della popolazione, St-Honoré 2, 2000 Neuenburg, Tel 032 718 39 20, rosita.fibbi@unine.ch, janine.dahinden@unine.ch - Il progetto promosso dal Sindacato Edilizia e Industria a favore delle giovani migranti ("I sindacati: un'opportunità per le giovani migranti?") ha lo scopo di definire il ruolo centrale dei sindacati nella politica attiva di non discriminazione. Il progetto intende favorire l'accesso delle giovani migranti al mondo del lavoro, riconoscere il loro contributo in seno ai sindacati e valorizzare le loro competenze. Persona di contatto: Vania Alleva, Sindacato Edilizia e Industria SEI, Monbijoustrasse 61, 3007 Bern, Tel 01 295 16 63, vania.alleva@gbi.ch - Il Soccorso operaio svizzero (SOS), con sede a Friburgo, ha aperto una permanenza ("Finestra antirazzismo") per prestare sostegno e consulenza alle vittime di discriminazioni sul posto di lavoro. L'attività di consulenza e assistenza copre un vasto campo d'azione: situazioni di conflitto, discriminazioni all'assunzione e questioni legate al permesso di soggiorno e di lavoro. Persona di contatto: Anne Roth, Soccorso operaio svizzero Friburgo, rte des Arsenaux 9, Postfach 643, 1701 Fribourg, Tel 026 347 15 27, aroth@oseo.ch - "No problem - la Migros e la questione interculturale" è un video sull'interculturalità incentrato su una serie di interviste a collaboratrici e collaboratori della Migros. Il filmato, concepito come mezzo didattico, vuole fornire ai quadri e al personale della Migros gli strumenti per individuare e gestire le situazioni di conflitto riconducibili a pregiudizi. Persona di contatto: Verena Danielli, Leiterin Sozialberatung Migros Basel, Postfach, 4002 Basel Tel 061 415 53 28, verena.danielli@migrosbasel.ch - Il Dipartimento dell'economia, delle istituzioni e della sicurezza del Canton Vallese ha messo a punto una serie di seminari di formazione in collaborazione con l'associazione "Appartenances" per sviluppare le risorse nell'accoglienza e nell'assistenza dei migranti in cerca di lavoro. I seminari intendono sensibilizzare il personale alle situazioni di conflitto che possono degenerare in episodi di discriminazione e in prestazioni non eque. Persona di contatto: Marie-Antoinette Delaloye, Servizio dell'industria, del commercio e del lavoro del Cantone del Vallese, Av. Du Midi 7, 1950 Sitten, Tel. 027 606 73 33, Fax 027 606 73 39, marie-antoinette.delaloye@admin.vs.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: