Eidg. Departement des Innern (EDI)

Il Consiglio federale ha dato luce verde ai negoziati con l'Unione europea per il rinnovo dell'accordo sulla ricerca

(ots) - Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale ha adottato il mandato per i negoziati tra la Svizzera e l'Unione europea per il rinnovo dell'accordo concernente la ricerca. L'obiettivo perseguito è quello di assicurare agli scienziati svizzeri l'accesso al 6° programma-quadro di ricerca dell'UE alle stesse condizioni dei gruppi di ricerca degli Stati dell'Unione europea. Il mandato negoziale prevede il rinnovo dell'accordo concernente la ricerca, stipulato nel quadro dei primi negoziati bilaterali con l'UE. L'accordo, circoscritto al 5° programma-quadro, è scaduto alla fine del 2002. Oggetto dei nuovi negoziati è l'accesso a pieno titolo della Svizzera al 6° programma-quadro di ricerca dell'UE (2003 - 2006). L'adesione della Svizzera comporterebbe sostanzialmente i seguenti vantaggi: i ricercatori elvetici potrebbero usufruire di tutte le possibilità che offre la partecipazione al 6° programma-quadro; i partecipanti svizzeri sarebbero finanziati direttamente dalla Commissione europea e non più separatamente dall'Ufficio federale dell'educazione e della scienza; la Svizzera avrebbe voce in capitolo nella creazione di uno spazio di ricerca europeo. La delegazione svizzera, guidata da Paul-Erich Zinsli, direttore supplente dell'Ufficio federale dell'educazione e della scienza, s'incontrerà a Bruxelles, sede dei negoziati, con una delegazione della Commissione europea presieduta da Hugh Richardson, direttore supplente della Direzione generale "Ricerca". La prima tornata negoziale avrà luogo domani, giovedì 10 aprile. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Per maggiori informazioni: Dr. Paul-Erich Zinsli, direttore supplente dell'Ufficio federale dell'educazione e della scienza, tel. 031 322 96 53.

Ces informations peuvent également vous intéresser: