Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: La somma in denaro del premio Carl Bertelsmann 2000 sarà destinata a progetti per la tutela della salute dei migranti

      (ots) - Nell'autunno 2000 la Svizzera è stata insignita del premio
Carl Bertelsman per gli aspetti innovativi contenuti nella legge
sull'assicurazione malattie (LAMal). Il Dipartimento federale
dell'interno (DFI) ha ora deciso di impiegare la somma in denaro
ricevuta per sostenere progetti in favore della salute dei migranti.

    Nel settembre 2000 la consigliera federale Ruth Dreifuss ha ritirato a Gütersloh, in Germania, il premio Carl Bertelsmann 2000, in rappresentanza di tutte le persone e istituzioni che hanno partecipato all'elaborazione della LAMal. La giuria ha motivato la sua scelta ponendo l'accento sul fatto che la legge integra in modo esemplare elementi di economia di mercato in un modello assicurativo che poggia sulla solidarietà.

    Il DFI ha deciso di devolvere il premio, che ammonta a quasi 130 000 franchi, in favore di progetti volti a tutelare la salute dei migranti. La copertura assicurativa di cui beneficiano i migranti non garantisce loro automaticamente un effettivo accesso alle prestazioni sanitarie. È pertanto necessario sostenere finanziariamente progetti di promozione della salute "a bassa soglia" soprattutto per favorire l'empowerment dei migranti. Una migliore informazione è sinonimo di una maggiore cognizione di causa e può quindi rendere più facile l'accesso alle offerte del nostro sistema sanitario.

    La somma dovrà essere investita in progetti pilota realizzati nel quadro di un progetto di più ampio respiro che s'inscrive nella strategia globale della Confederazione "Migrazione e salute 2002- 2006". Le richieste di sussidio saranno esaminate dall'Ufficio federale della sanità pubblica.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Per informazioni: Ufficio federale della sanità pubblica, Media e comunicazione, tel. 031 322 95 05 - 2 -



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: