Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Il Consiglio federale trasmette al Parlamento la legge sulla ricerca embrionale

(ots) - Dipartimento Il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione relativa alla legge federale concernente la ricerca sugli embrioni soprannumerari e le cellule staminali embrionali e ha trasmesso al Parlamento il disegno rielaborato sulla base di tali risultati insieme al relativo messaggio. La legge sulla ricerca embrionale disciplina in modo completo, per la prima volta a livello nazionale, questo settore della ricerca. La ricerca sulle cellule staminali umane suscita attese legittime. Vi sono buoni motivi per credere che in questo modo potranno essere sviluppate a lungo termine strategie terapeutiche contro malattie finora inguaribili o difficilmente curabili, come il morbo di Parkinson e il diabete. Le cellule staminali embrionali possono essere derivate da embrioni umani prodotti con il metodo della procreazione mediante fecondazione in vitro, come embrioni soprannumerari generatisi accidentalmente o creati appositamente per ottenere cellule staminali. In Svizzera, la produzione di embrioni a scopi di ricerca è già oggi vietata. La questione dell'utilizzazione di embrioni soprannumerari a fini di ricerca, finora non è invece ancora stata disciplinata in modo chiaro e completo. Il 21 novembre 2001, per dare una risposta a tutte le questioni sorte in relazione alla ricerca sugli embrioni soprannumerari e le cellule staminali, il Consiglio federale decise di presentare una legge a sé stante e, quindi, di non attendere sino all'emanazione della prevista legge federale sulla ricerca sull'uomo. La legge sulla ricerca embrionale sarà tuttavia integrata in un secondo tempo nella legge sulla ricerca sull'uomo. La procedura di consultazione relativa all'avamprogetto della legge sulla ricerca embrionale è durata dal 22 maggio al 30 agosto 2002. I destinatari interpellati sono stati 171, i pareri rientrati complessivamente 121. Due terzi dei partecipanti alla consultazione si sono in linea di massima espressi favorevolmente nei confronti dell'avamprogetto, un terzo invece l'ha respinto o ne ha richiesta una rielaborazione sostanziale. I favori provengono soprattutto dalla maggioranza dei Cantoni, dalle istituzioni impegnate nella ricerca e dalle associazioni centrali dell'economia, mentre i partiti, le chiese e le organizzazioni femminili hanno manifestato opinioni discordanti. Due terzi degli interpellati si sono pure pronunciati a favore del fatto che la legge non disciplina soltanto la derivazione di cellule staminali embrionali e la ricerca su cellule staminali embrionali, ma - così come proposto dal disegno - anche la ricerca sugli embrioni soprannumerari. Il presente disegno di legge disciplina la derivazione di cellule staminali embrionali a partire da embrioni soprannumerari destinati alla ricerca, la ricerca su cellule staminali embrionali e la ricerca su embrioni soprannumerari. Scopo della legge è quello di evitare abusi nell'utilizzazione di embrioni soprannumerari umani e di cellule staminali embrionali umane nella ricerca, e di proteggere la dignità umana. L'impiego di embrioni soprannumerari e di cellule staminali a fini di ricerca è quindi consentito a severe condizioni di cui menzioniamo le più importanti: - Divieto dell'utilizzazione di embrioni soprannumerari e di cellule staminali embrionali: non è consentito derivare cellule staminali da embrioni prodotti a scopi di ricerca o utilizzare dette cellule staminali. È altresì vietato importare o esportare embrioni soprannumerari, o lasciare sviluppare oltre 14 giorni un embrione soprannumerario disponibile a fini di ricerca. - Gratuità: gli embrioni soprannumerari e le cellule staminali embrionali non possono essere alienati o acquistati dietro compenso. - Scopi consentiti: gli embrioni soprannumerari e le cellule staminali embrionali possono essere utilizzati solo a scopi di ricerca, ma non a fini commerciali. L'impiego di embrioni soprannumerari e di cellule staminali embrionali è quindi consentito unicamente nell'ambito di progetti di ricerca concreti. Fa eccezione la derivazione di cellule staminali embrionali che è consentita anche in vista di una ricerca futura, quando ne sussiste la necessità all'interno del Paese. - Consenso e informazioni: un embrione soprannumerario può essere utilizzato per scopi di ricerca solo se la coppia interessata ha dato il suo consenso dopo essere stata esaurientemente informata. - Indipendenza: il metodo di ricerca sugli embrioni soprannumerari o quello relativo alla derivazione di cellule staminali embrionali, da un lato, e il metodo di procreazione scelto dalla coppia interessata, dall'altro, devono essere indipendenti tra di loro. - Obbligo di autorizzazione e necessità dell'approvazione: la ricerca su embrioni soprannumerari o la derivazione di cellule staminali embrionali è consentita solamente previa autorizzazione dell'Ufficio federale della sanità pubblica. La ricerca su cellule staminali embrionali prodotte precedentemente presuppone un preavviso favorevole della Commissione d'etica. - Principio della sussidiarietà: può essere compiuta una ricerca su embrioni soprannumerari o su cellule staminali embrionali solo se non è possibile ottenere in un altro modo conoscenze equivalenti. - Scopi di ricerca: la ricerca su embrioni soprannumerari o su cellule staminali embrionali presuppone che siano perseguiti determinati scopi di ricerca descritti nel disegno di legge; gli scopi di ricerca devono essere di livello molto elevato. - Qualità scientifica e sostenibilità etica: un progetto di ricerca su embrioni soprannumerari o su cellule staminali embrionali deve provare la propria pertinenza scientifica e nel contempo essere eticamente sostenibile. - Risultati della ricerca: dopo la conclusione o l'interruzione di un progetto di ricerca su embrioni soprannumerari o su cellule staminali embrionali, deve essere reso accessibile al pubblico un sunto dei risultati di tale ricerca. - Importazione di cellule staminali embrionali: le cellule staminali possono essere importate solo a determinate condizioni. In particolare esse non possono essere ottenute da un embrione concepito a scopi di ricerca, ossia devono essere derivate da un embrione soprannumerario. Anche la coppia interessata deve dare il suo consenso all'utilizzazione dell'embrione per scopi di ricerca e per questo non può ricevere alcun compenso. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Per informazioni rivolgersi a: Dr. Verena Schwander, Ufficio federale della sanità pubblica, Divisione diritto, tel. 031 322 95 05 Dr. Gérard Escher, Gruppo per la scienza e la ricerca, tel. 031 322 96 90 Il disegno della legge sulla ricerca embrionale, il relativo messaggio e il rapporto sui risultati della procedura di consultazione sono disponibili all'indirizzo: http://www.bag.admin.ch/i/index.htm

Ces informations peuvent également vous intéresser: