Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Partecipazione della Svizzera alla 6a Conferenza dei ministri europei della gioventù a Salonicco

      Berna (ots) - Il Consiglio federale ha designato la delegazione che
rappresenterà la Svizzera alla sesta Conferenza dei ministri europei
della gioventù, che si terrà a Salonicco dal 7 al 9 novembre 2002.
La delegazione svizzera sarà guidata da Claudio Lardi, consigliere
di Stato e capo del Dipartimento dell'educazione, della cultura e
dell'ambiente del Cantone Grigioni. Compongono il gruppo Leo
Brücker- Moro, presidente della Commissione federale per la
gioventù, Stéphane Montangero, presidente della Federazione svizzera
delle organizzazioni giovanili e Marco Stricker, collaboratore del
Servizio gioventù dell'Ufficio federale della cultura.

    All'insegna di "I giovani danno forma all'Europa", la Conferenza sarà articolata in due parti. Si tratterà dapprima di elaborare degli strumenti di orientamento per lo sviluppo della politica giovanile nazionale ed europea e di definire i campi di attività prioritari del settore giovani del Consiglio d'Europa per i prossimi anni. In seguito sono previste tre tavole rotonde dedicate ai seguenti temi: promozione della cittadinanza attiva, della partecipazione e della democrazia pluralistica; promozione della coesione sociale e della stabilità democratica nell'Europa sudorientale; prevenzione e lotta alla violenza nel quotidiano.

    La conferenza fornisce l'opportunità di passare in rassegna i progressi realizzati dal 1998, data dell'ultima riunione tenutasi a Budapest, nonché di definire l'orientamento futuro per lo sviluppo di politiche giovanili appropriate a livello nazionale e in seno al Consiglio d'Europa. Momento privilegiato per lo scambio di informazioni ed esperienze in ambito giovanile, questo incontro ai vertici consentirà anche alla Svizzera di rendere note le sue idee in materia.

    Sono stati invitati a Salonicco i responsabili politici dei 48 Stati contraenti della Convenzione culturale europea del Consiglio d'Europa. Farà parte di ogni delegazione anche un rappresentante di un'organizzazione nazionale giovanile. Saranno poi rappresentati anche vari organi del Consiglio d'Europa nonché ulteriori istituzioni internazionali, governative (Unione Europea, UNESCO, ONU, OMS ed altre) e non governative (UNICEF, European Youth Forum ed altre). La conferenza sarà preceduta da un evento promosso dal Forum europeo della gioventù: 150 giovani di differenti paesi discuteranno dei temi trattati e potranno rendere note le loro conclusioni ai ministri.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Per informazioni: Marco Stricker, Servizio gioventù, Ufficio federale della cultura, tel. 031 323 82 58



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: