Tag der Kranken

La «Giornata del malato» compie 75 anni
In occasione del suo anniversario l'associazione invita ad avere il coraggio di dialogare

Berna (ots) - Il 2 marzo si celebra la «Giornata del malato» e in tutta la Svizzera hanno luogo manifestazioni ed eventi. Il Presidente della Confederazione, Didier Burkhalter, terrà un discorso per la domenica del malato, che quest'anno si svolge al motto «Carichi psichici: il coraggio di parlarne!». L'obiettivo è di promuovere la comprensione reciproca di sani e malati e contrastare la solitudine delle persone affette. A 75 anni dalla fondazione della «Giornata del malato», l'importanza degli obiettivi non è diminuita.

In Svizzera la «Giornata del malato» è diventata un appuntamento annuale fisso: centinaia di sostenitori contribuiscono con concerti, visite, regali, prediche e manifestazioni di solidarietà in ospedali e istituti. La giornata è dedicata sia ai malati che alle persone sane impegnate professionalmente o privatamente per i malati.

Il 2014 è un anno particolare per questa associazione di pubblica utilità. Nel 1939, dunque 75 anni fa, la «Giornata del malato» fu fondata dalla dottoressa Marthe Nicati. La dottoressa si occupò principalmente di malati di tubercolosi a Leysin e fondò la domenica del malato per contrastare la solitudine dei suoi pazienti e delle sue pazienti del sanatorio. Nonostante gli enormi cambiamenti nel settore della medicina e dell'assistenza ai malati e ai relativi familiari questi temi sono ancora attuali.

Oggi l'associazione «Giornata del malato» sensibilizza la popolazione una volta l'anno su un tema specifico del campo «salute e malattia». Nel 2014 il tema della «Giornata del malato» sono i «carichi psichici». L'associazione invita le persone direttamente affette, ma anche chi è loro vicino, ad avere il coraggio di iniziare un dialogo. Infatti, anche se nessuno è immune dai disturbi psichici, le persone colpite e le relative famiglie non soffrono solo della malattia, ma anche delle sue conseguenze sociali e spesso sono confrontati con rifiuto e pregiudizi. In una situazione di questo tipo risulta particolarmente difficile parlare di carichi psichici o malattie psichiche. Un particolare sostegno è stato dato dalla caricaturista basilese ANNA con una cartolina postale per l'anniversario della «Giornata del malato». «È bellissimo che ora si possano inviare auguri di guarigione ai malati in ospedali o istituti non solo in occasione della giornata del malato, bensì tutto l'anno», afferma la vicepresidentessa Ursula Steiner-König.

www.giornatadelmalato.ch - www.journeedesmalades.ch - www.tagderkranken.ch

Sul sito «Giornata del malato» è possibile ordinare la cartolina postale nelle tre lingue nazionali. Inoltre si possono scaricare sia una scheda informativa sul motto di quest'anno così come un manifesto. Il calendario del sito informa sulle manifestazioni e sugli eventi organizzati nei vari cantoni.

L'associazione «Giornata del malato»

Fanno parte dell'associazione organizzazioni di pazienti, associazioni e professionali del ramo, la Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori della sanità (CDS) e altre associazioni del settore sanitario.

Contatto:

Athos Pedrioli
Presidente del Comitato della Svizzera italiana
athos.pedrioli@ti.ch
ligne directe 091 / 835 83 50



Weitere Meldungen: Tag der Kranken

Das könnte Sie auch interessieren: