Secrétariat d'Etat à l'économie

Misure tariffali adottate nel 1° semestre 2002

    Bern (ots) - Il Consiglio federale ha adottato oggi il rapporto
riguardante le misure tariffali all'attenzione delle Camere
federali. Il rapporto contiene le misure seguenti, entrate
in vigore nel corso del 1° semestre 2002:
  
    - All'epoca, per gli indumenti maschili si utilizzavano tessuti
        più pesanti rispetto a quelli degli indumenti femminili e le
        relative aliquote di dazio sul peso erano fissate a livelli
        inferiori. Attualmente si impiegano in generale gli stessi
        materiali di base, ciò che ha sfavorito in misura crescente il
        trattamento tariffario degli indumenti femminili. Per dare
        seguito a diversi interventi parlamentari, le aliquote di dazio
        inferiori stabilite per il 1° gennaio 2004 nell'ambito dell'OMC
        sono quindi state messe in vigore in anticipo. Di conseguenza,
        il differente onere doganale tra gli indumenti femminili e
        quelli maschili viene ridotto.

    - Lo scambio di lettere del 30 giugno 1996 tra la Svizzera e la CE
        prevede concessioni doganali limitate nel tempo per alcuni
        formaggi italiani e spagnoli. L'entrata in vigore ritardata
        dell'accordo bilaterale sui prodotti agricoli, concluso tra la
        CE e la Svizzera nel 1999, ha reso necessaria una proroga del
        termine di validità dello scambio di lettere.

    - Il contingente doganale parziale «asini, muli e bardotti» è
        stato aumentato di 50 unità a scapito del contingente doganale
        parziale «animali della specie equina, ad eccezione degli
        animali d'allevamento, degli asini, dei muli e dei bardotti».

    - Nell'ambito del contingente doganale «uova di volatili in
        guscio», l'aumento della domanda di uova di trasformazione e la
        diminuzione del contingente parziale di uova destinate al
        consumo hanno causato un'adeguamento dei rispettivi contingenti
        parziali, senza tuttavia modificare il quantitativo globale del
        contingente doganale.

    - La domanda supplementare di patate fritte e di patatine chips,
        unitamente ad alcuni problemi concernenti la qualità dei
        prodotti di base indigeni, ha provocato un aumento del
        contingente doganale, che per il 2002 è passato da 22'250 a
        24'750 tonnellate.

    - La Svizzera ha agevolato l'accesso al proprio mercato agricolo
        per i prodotti provenienti dai Paesi meno sviluppati (PMS). Gli
        interessi dell'agricoltura svizzera sono garantiti da una
        procedura graduale, da una lotta efficace contro gli abusi e dal
        ricorso facilitato alla clausola di salvaguardia nella politica
        agricola.

ots Originaltext: seco
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Stefan Moser
seco
Circolazione internazionale delle merci
e politica in materia d'origine
Tel. +41/31/322'24'09



Weitere Meldungen: Secrétariat d'Etat à l'économie

Das könnte Sie auch interessieren: