Komitee: Ein Gebet voraus

Digiuno federale: tutte le Chiese pregano assieme - Una celebrazione per tutta la Svizzera

Digiuno federale: tutte le Chiese pregano assieme - Una celebrazione per tutta la Svizzera
Due anni fa le Chiese svizzere di varie confessioni e tradizioni hanno deciso di realizzare in comune, alla vigilia del Digiuno federale, una manifestazione pubblica a Berna. Testo complementare con ots e su www.presseportal.ch/fr/nr/100058194?langid=4 / L' utilizzo di quest'immagine è gratuito per scopi... plus

Zürich (ots) - Le Chiese in Svizzera si sono accordate per professare pubblicamente la propria fede il sabato che precede il Digiuno federale, e pregare per il Paese. I cristiani e le cristiane da tutte le regioni della Svizzera sono invitati a partecipare a questo avvenimento.

Nei secoli scorsi i governi esortavano la popolazione a pregare soprattutto in tempi di gravi calamità. E' da qui che è nata l'annuale Giornata di ringraziamento, preghiera e penitenza. Due anni fa le Chiese svizzere di varie confessioni e tradizioni hanno deciso di realizzare in comune, alla vigilia del Digiuno federale, una manifestazione pubblica a Berna.

Assumere una responsabilità comune

Per la seconda volta si realizza quest'anno la "Preghiera in anticipo". Come altri Paesi europei, la Svizzera si trova dinnanzi a grandi sfide. Inoltre tra un mese si terranno le elezioni federali. Con una preghiera pubblica a Berna i cristiani e le cristiane sottolineano di esser pronti ad assumere la propria responsabilità per il Paese.

Preghiera per la Svizzera

I cristiani si rivolgeranno a Dio in preghiere - dette in pubblico o silenziose - per la salvaguardia del Paese, il suo sviluppo sociale, la politica, la vita culturale ed economica, il mantenimento dell'habitat naturale, la pace, la libertà e la solidarietà. La consigliera agli Stati Anne Seydoux-Christe (JU) e il presidente del Gran Consiglio bernese Marc Jost rivolgeranno all'assemblea una parola di saluto.

Colletta per progetti legati al flusso migratorio

Una colletta raccolta durante il raduno sosterrà due progetti di integrazione di profughi. Con il progetto "Nuovi giardini" (di Entraide protestante suisse) i profughi vengono invitati a lavorare nei giardini familiari, cosa che non solo costituisce un'occupazione sensata, ma permette anche contatti sociali e sostegno concreto nel quotidiano. Il secondo progetto coinvolge l'ufficio per le questioni di integrazione e religione a Thun e Ginevra, dove già numerosi profughi si rivolgono da tutta la Svizzera ottenendo aiuto.

Invito ai rappresentanti dei media

L'evento comincia alle ore 10.15 e finisce alle 12.15. Lo organizza la Comunità delle Chiese cristiane in Svizzera (AGCK) in collaborazione con la Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera (SEK), la Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS), la Lega evangelica svizzera (SEA), le Chiese libere della Svizzera (VFG) e l'organismo "Preghiera per la Svizzera". I rappresentanti dei media vi sono cordialmente invitati. Ci teniamo a disposizione in caso di domande.

Contatto:

Thomas Hanimann, Comunicazione SEA, 043 366 60 82, thanimann@each.ch



Plus de communiques: Komitee: Ein Gebet voraus

Ces informations peuvent également vous intéresser: