Office fédéral des routes (OFROU)

Strade nazionali: diminuite le colonne dovute ai cantier

    Berna (ots) - Lo scorso anno, sulla rete delle strade nazionali svizzere, si sono registrati intasamenti del traffico per un totale di 7711 ore. Rispetto al 1999, ciò costituisce un aumento pari al 3 %, come si evince dal rapporto sugli ingorghi stradali pubblicato dall'Ufficio federale delle strade (USTRA). La causa principale era da ricondurre a situazioni di traffico particolarmente intenso, che hanno generato tempi di attesa pari a 4308 ore (56 %). Sulla sola autostrada A1, si sono registrate attese di 2405 ore (pari al 56% delle ore totali). Effetto positivo hanno invece avuto le misure adottate dalla Confederazione presso i cantieri stradali: le ore di attesa hanno potuto essere nuovamente ridotte del 14%.

    Dopo l'impennata del 1999 (+32 %), lo scorso anno sulle strade nazionali le ore di attesa in colonna sono aumentate soltanto in misura minima, raggiungendo quota 7711 (+ 3 %); anche in questo caso, esse erano dovute principalmente a situazioni di traffico particolarmente intenso (4308 ore, ossia il 56 % delle ore di attesa totali). Le colonne dovute a incidenti della circolazione sono per contro diminuite (1753 ore, ossia - 18 % rispetto all'anno precedente). Nel 2000, i cantieri sulle strade nazionali hanno causato 1037 ore di attesa (- 14 %). I provvedimenti adottati dalla Confederazione per rendere il traffico più scorrevole in prossimità di questi punti si sono dunque rivelati efficaci.

    Le ore di colonna dovute a traffico particolarmente intenso sono invece aumentate di 895 unità (+ 26 %) rispetto al 1999. I disagi principali si sono verificati lungo l'autostrada A1, con 2405 ore di attesa, pari al 56 % delle ore totali; la sola strozzatura presso il Baregg (nodo del Limmattal-Baden-Mägenwil) è stata all'origine di 1040 ore in colonna. Per contro, lungo l'asse nord-sud del San Gottardo si sono registrate nel 2000 soltanto 750 ore di attesa dovute a traffico intenso, di cui circa due terzi durante i periodi di vacanza. Al San Gottardo, rispetto al 1999 (760 ore) i tempi di attesa sono dunque leggermente diminuiti.

    Dal rapporto sugli ingorghi stradali presentato dall'Ufficio federale delle strade si evince che l'intensità del traffico sulla rete delle strade nazionali non è costante. I disagi maggiori si verificano in prossimità degli agglomerati urbani e sulle strade nazionali lungo il lago Lemano e sull'Altipiano (in particolare nelle regioni di Berna, Basilea, Lucerna, Zurigo e Winterthur). In queste zone, le ore di attesa in colonna sono quasi raddoppiate nell'ultimo quadriennio, benché l'aumento annuale del traffico fosse compreso soltanto tra il 2,9 e il 3,4 (ossia + 13 % dal 1997).

ots Originaltext: Ufficio federale delle strade
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Urs Holzer, Ufficio federale delle strade, tel. +41 31 322 94 42.

ATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti,
dell'Energia e delle Comunicazioni
Servizio stampa e informazioni

Ulteriori informazioni al sito:
http://www.astra.admin.ch/It/news/index.html



Plus de communiques: Office fédéral des routes (OFROU)

Ces informations peuvent également vous intéresser: