Staatssekretariat für Wirtschaft (SECO)

SECO: Conclusione del programma svizzero di aiuti finanziari in Ungheria

    Berna (ots) - L'ambasciatore svizzero consegna un impianto modernizzato per il trattamento dell'acqua potabile

    A Debrecen, città dell'Ungheria orientale, alla presenza dell'ambasciatore svizzero Rudolf Weiersmüller e del sostituto del segretario di Stato ungherese per la protezione dell'ambiente e la gestione delle risorse idriche, Béla Hajós, è stato inaugurato un impianto modernizzato per il trattamento dell'acqua potabile. La consegna dell'opera coincide con la conclusione del programma svizzero di aiuti finanziari in Ungheria, per un totale di 38 milioni di franchi.

    Immediatamente dopo la svolta del 1989 ha avuto inizio, sulla base di un ampio sostegno, la collaborazione della Svizzera con i Paesi dell'Europa dell'Est. Nell'ambito dei primi due crediti quadro per l'aiuto a questi Paesi, in totale sono stati messi a disposizione dell'Ungheria 38 milioni di franchi sotto forma di aiuti finanziari non rimborsabili. Grazie a questi mezzi il Segretariato di Stato dell'economia (seco) ha potuto sostenere l'attuazione di dodici progetti. Il finanziamento è andato soprattutto a progetti ambientali, considerato che in quest'ambito sussistono gravi problemi. Secondo il ministero dell'ambiente, l'Ungheria dovrebbe investire 6 miliardi di euro per adempiere alle direttive dell'UE in materia ambientale. Le lacune più gravi riguardano la gestione delle risorse idriche (trattamento dell'acqua potabile e depurazione delle acque) e l'eliminazione dei rifiuti a livello comunale, ivi compreso il trattamento dei rifiuti speciali.

    In questo campo la Svizzera ha dato un contributo molto importante. Ad esempio, il seco ha sostenuto la modernizzazione di due impianti per la depurazione delle acque a Debrecen e a Nyíregyháza, come pure la rimessa in funzione delle reti di approvvigionamento in acqua potabile a Békés e Debrecen. Inoltre, esso ha reso possibile la costruzione di due moderni impianti per l'incenerimento di rifiuti ospedalieri a Szeged e a Miskolc. Sono pure stati impiegati quasi 12 milioni di franchi per la messa a nuovo della rete dell'alta tensione.

    A Debrecen il seco, con un contributo dell'ordine di 4,25 milioni di franchi, ha finanziato la fornitura di pompe per la captazione di acque sotterranee, consentendo così di migliorare considerevolmente la qualità dell'acqua potabile. In occasione dell'inaugurazione di questo impianto, il sostituto del segretario di Stato per la protezione dell'ambiente e la gestione delle risorse idriche ha ringraziato la Svizzera per il sostegno fornito, ponendo l'accento sull'efficacia del programma d'aiuti. Da parte sua, l'ambasciatore svizzero ha sottolineato come gli aiuti finanziari abbiano reso accessibile all'Ungheria la tecnologia svizzera, favorendo nel contempo i rapporti economici tra i due Paesi. Anche se in futuro gli aiuti finanziari svizzeri andranno soprattutto ai Paesi del Sud Est europeo, come pure agli Stati della CSI, il seco continuerà a promuovere il commercio e gli investimenti in Ungheria, dove la Svizzera, con il 2,5% della somma di investimenti, occupa l'ottavo posto nella graduatoria degli investitori stranieri.

Berna, 17 settembre 2002

Segretariato di Stato dell'economia Comunicazione / Informazione

Informazioni: Werner Gruber, Finanziamento di progetti infrastrutturali, tel. 031 324 08 89



Plus de communiques: Staatssekretariat für Wirtschaft (SECO)

Ces informations peuvent également vous intéresser: