Wettbewerbskommission (Weko)

La Comco incoraggia il principio dell'esaurimento internazionale nel diritto dei brevetti per favorire le importazioni parallele e per lottare contro i prezzi elevati in Svizzera

      (ots) - Secondo l'opinione della Commissione della concorrenza
(Comco), un cambiamento di sistema, ossia dal principio
dell'esaurimento nazionale a quello dell'esaurimento internazionale
nel diritto dei brevetti, è compatibile con i risultati degli esami
eseguiti su mandato del Consiglio federale. L'introduzione del
principio dell'esaurimento internazionale nel diritto dei brevetti
faciliterebbe le importazioni parallele e renderebbe pure più
difficile l'isolamento del mercato svizzero da parte dei paesi
esteri. In un rapporto del novembre 2002, il Consiglio federale
sosteneva piuttosto di mantenere lo status quo. Con una presa di
posizione, la Comco ha comunicato al Consiglio federale la sua
divergenza di opinione.

Uno studio realizzato su mandato del Consiglio federale valuta gli effetti di un cambiamento di sistema, ossia l'agevolazione delle importazioni parallele, sulla crescita supplementare del prodotto nazionale lordo (PIL) da fr. 140 a 400 mio. all'anno, ciò che il rapporto considera come minimo. Al contrario la Comco sottolinea che

    · un cambiamento di sistema condurrebbe - considerata una crescita prevista limitata del PIL - a un aumento supplementare della crescita dal 6 al 20% (vi sarà quindi per esempio una crescita del 1.2% invece che dell'1%). · l'agevolazione delle importazioni parallele porterebbe a un dinamismo dell'economia e genererebbe dei vantaggi che andrebbero oltre ai settori toccati dalle importazioni parallele.

    Secondo la Comco, il cambiamento di sistema non avrebbe alcune incidenze negative nemmeno sulla ricerca in Svizzera. I fattori locali importanti per l'industria della ricerca, quali l'esistenza di una mano d'opera qualificata, un debole tasso d'imposizione e un alto tenore di vita non sarebbero toccati da un tale cambiamento di sistema.

    Il cambiamento di sistema nel diritto dei brevetti porterebbe invece effetti economici positivi. Per contro, la Comco non può imporre in maniera generale delle importazioni parallele tramite la legge sui cartelli (LCart), ma lo può fare solo in un singolo caso allorquando le condizioni previste dalla legge sono realizzate. Inoltre, un lasso di tempo di diversi anni può trascorrere tra la notifica di una denuncia alla Comco e l'entrata in vigore di una decisione.

    La Comco si impegna comunque ad aiutare l'esistenza di una sana concorrenza, ma l'efficienza degli strumenti previsti dalla legge sui cartelli come "correttivo" è limitato in confronto all'introduzione del principio dell'esaurimento internazionale dei brevetti.

    Qualora l'introduzione del principio dell'esaurimento internazionale nel diritto dei brevetti, nonostante tutto, non dovesse realizzarsi, la Comco considera che il passaggio al principio dell'esaurimento regionale sarebbe la migliore soluzione di ricambio. Inoltre, essa considera che sarebbe auspicabile intavolare il più presto possibile delle negoziazioni in vista di un accordo con l'UE su detto punto qualora non dovesse essere possibile l'introduzione del principio dell'esaurimento regionale in modo unilaterale.

Persone di contatto Prof. Dr. Walter Stoffel 079 436 81 49 walter.stoffel@unifr.ch Rolf Dähler 031 322 20 41 rolf.daehler@weko.admin.ch

Questo testo è accessibile anche sul nostro sito internet



Plus de communiques: Wettbewerbskommission (Weko)

Ces informations peuvent également vous intéresser: