Bundesanwaltschaft BA

BA: Attribuzione di mandati della Centrale nazionale dÂ’allarme: il Ministero pubblico della Confederazione indaga

Interrogatori e sequestro di documenti a Zurigo e Berna

Berna, 10 dicembre 2002. Il 6 dicembre il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto un’inchiesta di polizia giudiziaria contro ignoti, per sospetto d’infedeltà nella gestione pubblica ai sensi dell’articolo 314 CP. Si tratta di far luce sulle circostanze e le condizioni quadro dell’attribuzione di mandati a terzi da parte della Centrale nazionale d’allarme (CENAL). Dalle indagini non sono sinora emersi fatti penalmente rilevanti, ma l‘autorità di perseguimento penale competente verifica la fondatezza di vari indizi, resi noti anche dai media, che indicherebbero possibili conflitti d’interesse di quadri della CENAL nell‘attribuzione dei mandati a una società in particolare. È su questo sfondo che oggi il Ministero pubblico ha interrogato più persone in materia e sequestrato vari documenti nelle sedi della Centrale nazionale d’allarme e della società in questione, al domicilio di un privato a Zurigo nonché presso la Segreteria generale del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) a Berna.

Il responsabile dell'informazione: Hansjürg Mark Wiedmer, capo dell'informazione MPC, tel. 031 / 324 324 0



Plus de communiques: Bundesanwaltschaft BA

Ces informations peuvent également vous intéresser: