Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

ISPA - EURO 2008: l'alcol non deve fare il guastafeste

Ai campionati europei di calcio, previsti per il giugno del 2008, per molti tifosi anche l'alcol farà parte del gioco. Durante una manifestazione di grandi dimensioni come EURO 2008, il consumo problematico di alcol può avere conseguenze gravi quali incidenti, danni materiali e violenza. Un gruppo di lavoro, composto da enti cittadini, cantonali e federali ha elaborato una serie di raccomandazioni per prevenire gli effetti nefasti dell'alcol ad EURO 2008.

I campionati europei di calcio del 2008 saranno la più grande manifestazione sportiva mai organizzata in Svizzera. In un'occasione simile, per molti tifosi l'alcol fa parte dei festeggiamenti. Il consumo problematico di bevande alcoliche in occasione di un grande evento come EURO 2008, però, può provocare incidenti, danni materiali e violenza. Affinché i campionati di calcio siano un'esperienza positiva per tutti e affinché la sicurezza pubblica sia garantita, gli obiettivi principali della prevenzione sono di evitare a tutti i costi i problemi risultanti dal consumo di alcol, e di fare in modo che le leggi in materia di protezione dei giovani vengano rispettate. A tale scopo, il gruppo di lavoro a livello nazionale "Prevenzione dei problemi legati all'alcol ad EURO 2008", coordinato dall'organizzazione del progetto "Poteri pubblici UEFA EURO 2008", ha elaborato delle direttive per prevenire le conseguenze dell'alcol.

Personale di servizio formato e acqua minerale a buon mercato La prevenzione dovrebbe essere il più possibile coordinata in tutte le città e i comuni coinvolti nella manifestazione. Per raggiungere tale obiettivo e per sfruttare le sinergie, numerosi partner e servizi attivi in tale campo su scala cittadina, cantonale e federale (cfr. la lista in calce) hanno costituito, a livello nazionale e cantonale, due gruppi di lavoro "Prevenzione dei problemi legati all'alcol ad EURO 2008". Come prima misura nell'ambito delle summenzionate direttive, i responsabili raccomandano di vincolare a diverse condizioni l'autorizzazione di distribuire bevande alcoliche. Rientrano tra queste condizioni: l'informazione tramite appositi cartelli sulle leggi in materia di protezione dei giovani, il personale di servizio debitamente formato, le limitazioni sulla pubblicità di bevande alcoliche, delle bevande analcoliche allettanti e a prezzi vantaggiosi, le limitazioni concernenti la quantità e gli orari di vendita per le bevande alcoliche, l'offerta di birra analcolica o a bassa gradazione alcolica, di acqua minerale o naturale gratuita o a poco prezzo per tutti.

Negli stadi niente alcol Secondo Sabine Dobler, esperta di prevenzione all'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA), "soprattutto nelle aree riservate ai tifosi e nell'ambito delle manifestazioni di public viewing sono necessarie misure coordinate e incisive per prevenire le conseguenze dell'alcol". Ciò riguarda le città organizzatrici (Zurigo, Berna, Basilea e Ginevra), ma anche i molti altri comuni che trasmetteranno le partite su maxischermo. In base alle direttive UEFA sulla sicurezza, sarà vietato distribuire alcol negli stadi (ad eccezione delle zone VIP). La lista dei criteri per ottenere l'autorizzazione di mescita può essere scaricata da internet. I cartelloni informativi sulle disposizioni in materia di protezione dei giovani possono invece essere ordinati gratuitamente all'ISPA. http://www.ispa.ch/index.php?IDtheme=143&IDcat24visible=1&langue=D

Per informazioni e rinvio ai responsabili cantonali e cittadini: Janine Messerli portavoce dell'ISPA tel. 021 321 29 74 e-mail: jmesserli@sfa-ispa.ch

Gruppo di lavoro nazionale "Prevenzione dei problemi legati all'alcol ad EURO 2008": * Organizzazione del progetto "Poteri pubblici UEFA EURO 2008" * Ufficio federale dello sport (UFSPO) * Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) * Swiss Olympic Association * Prevenzione svizzera della criminalità (PSC) * Regia federale degli alcool (RFA) * Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) (in rappresentanza del gruppo di lavoro cantonale)

Gruppo di lavoro cantonale "Prevenzione dei problemi legati all'alcol ad EURO 2008": * Fondazione Berner Gesundheit / Santé bernoise * Gesundheitsförderung Baselland (Promozione della salute di Basilea campagna) * ags-Suchtberatung Bezirk Aarau (Consulenza in materia di dipendenze di Aarau) * Suchtpräventionsstelle der Stadt Zürich (Servizio di prevenzione delle dipendenze della città di Zurigo) * Abteilung Jugend, Familie und Prävention - Justizdepartement Basel- Stadt (Sezione Gioventù, famiglia e prevenzione - Dipartimento di giustizia di Basilea città) * Servizio di prevenzione delle dipendenze della Croce Blu, Berna * Fédération genevoise pour la prévention de l'alcoolisme - FEGPA (Federazione ginevrina per la prevenzione dell'alcolismo - FEGPA) * Groupement Romand d'Etudes des Addictions (GREA) * Croce Blu romanda * Organizzazione del progetto "Poteri pubblici UEFA EURO 2008" * Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA)



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: