Bundesamt für Landwirtschaft

Venduta all’asta la prima tranche dei contingenti di formaggio UE

      (ots) - Nel corso del terzo anno dall’entrata in vigore
dell’accordo
bilaterale sull’agricoltura siglato con l’Unione europea (UE)
potranno essere importate in Svizzera 17’000 tonnellate di formaggio
a dazio zero. L’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) ha venduto
all’asta il primo quantitativo semestrale dell’anno 2004/2005. Il
ricavo dell’asta è stato di 8,01 milioni di franchi circa.
La procedura di vendita all’asta dei contingenti doganali a dazio
zero si è conclusa con la notifica delle decisioni di attribuzione.
In tal modo sono stati aggiudicati diritti d’importazione validi
fino al 31 maggio 2005. Prima di effettuare importazioni a dazio
zero è tuttavia indispensabile pagare il prezzo di aggiudicazione.
Mentre le offerte per i contingenti di mozzarella, altri formaggi
freschi e a pasta molle nonché formaggi a pasta semidura e dura
(numeri 119, 120, 121 e 123) sono state superiori alle quantità
disponibili, quelle inerenti al contingente di Provolone (numero
122) non hanno raggiunto il quantitativo oggetto del bando. Nella
ricapitolazione seguente sono riportati i dettagli in merito alla
vendita all’asta.
CD n. Quant. oggetto Quant. offerto Quant. aggiud. Media
                                      prezzo
                                                                                         offerto
(chilogrammi) (chilogrammi) (chilogrammi) (franchi/kg)
119   475’000   666’250   475’000 2.07
120 2’425’000 4’818’225 2’425’009 2.78
121 2’500’000 2’521’800 2’500’001 0.02
122   250’000   224’175   224’175 0.03
123 2’850’000 4’937’625 2’849’993 0.09
Il quantitativo semestrale rimanente, comprese le quantità non
attribuite nel quadro della prima vendita all’asta (contingente
doganale parziale 122), saranno oggetto di un nuovo bando che verrà
pubblicato presumibilmente ad inizio settembre 2004.
Per ulteriori informazioni:
Andres Bolliger, Sezione Importazioni ed esportazioni,
tel. 031 322 26 87
Ufficio federale dell’agricoltura
Servizio della Stampa e dell’informazione



Plus de communiques: Bundesamt für Landwirtschaft

Ces informations peuvent également vous intéresser: