Bundesamt für Statistik

BFS: Indici della produzione, delle ordinazioni, delle cifre d’affari e delle giacenze nel terzo trimestre 2003

      (ots) - Indici della produzione, delle ordinazioni, delle cifre d’affari e
delle giacenze nel terzo trimestre 2003
Industria svizzera in leggera ripresa

    Nel terzo trimestre del 2003, l’industria svizzera presenta un’immagine positiva. Non soltanto la produzione (+0,5%) e le cifre d’affari (+0,3%) hanno registrato un leggero miglioramento, ma anche l’afflusso di ordinazioni ha raggiunto un buon risultato (+1,6%). Il portafoglio di ordinazioni è diminuito del 2,9% rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente e le giacenze sono state nuovamente ridotte dell’1,5% dalle imprese. Sono questi i principali risultati della rilevazione trimestrale dell’Ufficio federale di statistica (UST) sull’andamento degli affari nell’industria svizzera.

    Gli indici della produzione, delle ordinazioni, delle cifre d’affari e delle giacenze nel settore secondario si basano sulla “Nomenclatura generale delle attività economiche” (NOGA) del 1995, che è conforme agli standard internazionali. La loro base di riferimento (indice = 100) corrisponde alla media annuale del 1995. Gli indici sono calcolati a partire da un campione rappresentativo di imprese con almeno 5 addetti a tempo pieno e sono pubblicati trimestralmente a un livello d’aggregazione che permette una rappresentatività sufficiente e garantisce allo stesso tempo la confidenzialità dei dati. Le serie temporali si basano sul nuovo schema di ponderazione del 1993 e tengono conto delle serie precedenti, diverse dalle attuali, meno numerose e più aggregate. Al fine di poter escludere, per quanto possibile, l’effetto delle oscillazioni stagionali, l’analisi dei dati è eseguita sulla base dello stesso trimestre dell’anno precedente. Occorre tuttavia considerare che per il primo anno (1996) i valori di riferimento non sono disponibili per tutti i rami.

      Aumento modesto della produzione Con una crescita dello 0,5%
rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente, la
produzione (costruzioni escluse) è leggermente migliorata, grazie
principalmente ai beni di consumo. I tassi di crescita maggiori sono
stati registrati nel ramo “cokeria, raffinazione del petrolio e
trattamento dei combustibili nucleari”, seguito dai rami
“fabbricazione di altri prodotti minerali non metalliferi”,
industria chimica, estrazione di minerali non metalliferi come pure
dalle industrie alimentari, delle bevande e del tabacco. I risultati
peggiori sono invece stati segnati dalla costruzione di macchine,
dalla fabbricazione di mezzi di trasporto, dalla lavorazione e
trasformazione dei metalli, dall’industria della carta, del cartone,
editoria e stampa nonché dall’industria del cuoio e delle calzature.
Cifre d’affari stabili Anche le cifre d’affari comunicate dalle
imprese sono positive. L’aumento dello 0,3% è risultato tuttavia
modesto e ancora una volta riguarda soprattutto i beni di consumo. A
presentare i maggiori incrementi sono stati la “cokeria,
raffinazione del petrolio e trattamento dei combustibili nucleari”,
la “fabbricazione di altri prodotti minerali non metalliferi”,
l’estrazione di minerali non metalliferi, le industrie alimentari,
delle bevande e del tabacco, l’industria chimica e il ramo “articoli
in gomma e in materie plastiche”. Sono invece state confrontate a
perdite soprattutto la fabbricazione di mezzi di trasporto,
l’industria delle macchine, l’industria della carta, del cartone,
editoria e stampa, la lavorazione e trasformazione dei metalli e
l’industria tessile e dell’abbigliamento. Aumento dell’afflusso di
ordinazioni Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente,
l’afflusso di ordinazioni è aumentato dell’1,6% (0,0% incluse le
costruzioni). Sono stati registrati incrementi sia per i beni
intermedi che per i beni di consumo. I migliori risultati sono stati
segnalati dalla “fabbricazione di altri prodotti minerali non
metalliferi”, dall’industria del cuoio e delle calzature,
dall’estrazione di minerali non metalliferi, dal ramo “fabbricazione
di macchine e apparecchi elettrici, strumenti di precisione e
ottici” e dalle industrie alimentari, delle bevande e del tabacco. A
subire i maggiori cali sono invece state la fabbricazione di mezzi
di trasporto, l’industria tessile e dell’abbigliamento, le “altre
industrie manifatturiere”, le costruzioni e la lavorazione e
trasformazione dei metalli. Riduzione delle riserve di lavoro I
portafogli di ordinazioni si sono ridotti (-2,9% costruzioni
escluse, -3,6% costruzioni incluse). Prosegue quindi lo
smantellamento iniziato nel quarto trimestre del 2001. Hanno
registrato portafogli in calo soprattutto la “fabbricazione di altri
prodotti minerali non metalliferi”, l’industria tessile e
dell’abbigliamento, l’industria delle macchine, l’estrazione di
minerali non metalliferi e la fabbricazione di mezzi di trasporto.
Le riserve di lavoro sono aumentate rispetto allo stesso trimestre
dell’anno precedente solo nell’industria del legno e dei prodotti in
legno (mobili esclusi) e nell’industria del cuoio e delle calzature.
Prosegue lo smantellamento delle giacenze Le imprese hanno ridotto
le loro giacenze di prodotti finiti dell’1,5%. Prosegue così la
tendenza verso uno smantellamento delle giacenze, avviato nel primo
trimestre del 2002. Sono state registrate riduzioni sopra la media
nell’industria del legno e dei prodotti in legno (mobili esclusi),
nella fabbricazione di mezzi di trasporto, nella “fabbricazione di
altri prodotti minerali non metalliferi”, nell’industria delle
macchine e nella lavorazione e trasformazione dei metalli. Hanno
invece registrato i maggiori incrementi l’estrazione di minerali non
metalliferi, l’industria della carta, del cartone, editoria e stampa
e l’industria tessile e dell’abbigliamento.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni


      Informazioni: Markus Beckstein, UST, Sezione produzione e cifra
d’affari, tel. 032 713 64 34 Luu Nguyen, UST, Sezione produzione e
cifra d’affari, tel. 032 713 61 47 Per ordinazioni: 032 713 60 60,
fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Nuova pubblicazione:
Ufficio federale di statistica: Der Geschäftsgang im sekundären
Sektor. Die Produktions-, Auftrags-, Umsatz- und Lagerindizes im 3.
Quartal 2003, Neuchâtel 2003. N. di ordinazione: 039-0303.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo http://www.statistica.admin.ch

22.12.03



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: