Bundesamt für Statistik

BFS: Statistica forestale 2002

      (ots) - Statistica forestale 2002
La Svizzera rimane un Paese esportatore di legname

    In Svizzera nel 2002 sono stati raccolti e messi in commercio 4,5 milioni di metri cubi di legname. La raccolta del legname è diminuita di circa il 20 per cento rispetto all’anno precedente, rientrando così nella media degli anni precedenti all’uragano Lothar. Il 63 per cento del legname tagliato in tronchi o il 42 per cento della raccolta complessiva di legname è stato esportato. Ciononostante il bilancio delle aziende forestali pubbliche rimane deficitario. È quanto emerge dalla statistica forestale 2002 pubblicata dall’Ufficio federale di statistica (UST) e dall’Ufficio federale dell’ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP). I 4,5 milioni di metri cubi di legname raccolto nel 2002 sono costituiti per il 67 per cento da legname in tronchi, per il 22 per cento da legna da ardere e per l’11 per cento da legname da industria. Il legname in tronchi viene utilizzato essenzialmente nelle segherie, mentre il legname da industria costituisce la materia prima per la produzione della carta e della cellulosa. Rispetto al 2001 è stata rilevata una riduzione del 20 per cento della raccolta di legname, il che corrisponde ad un ritorno alla media degli anni precedenti all’uragano Lothar. Raccolta di legname: nette differenze regionali Nel 2002, le maggiori quantità di legname sono state raccolte nel Cantone di Berna (919'000 metri cubi), seguito dal Cantone Argovia (409’000 metri cubi) e dal Canton Vaud (386'000 metri cubi). Queste quantità corrispondono a quasi il 40 per cento della produzione complessiva. Sempre in merito alla raccolta di legname, dalla statistica forestale sono emerse grandi differenze cantonali rispetto al 2001. Un forte aumento della raccolta è stato rilevato per i cantoni di Uri (+40%), dei Grigioni (+21%), di Lucerna (+15%) e del Ticino (+14%), mentre una diminuzione è stata registrata per i cantoni di Berna (-39%), Friburgo (-34%) e Zurigo (-30%) anche a causa del termine degli interventi per il legname abbattuto dall’uragano. In questi cantoni l’uragano Lothar aveva dato luogo a raccolte 2000 e 2001 superiori alla media. La Svizzera è suddivisa in cinque zone forestali. Due terzi della raccolta del legname provengono dall’Altopiano (41%) e dalle Prealpi (27%) ed un terzo proviene dal Giura (17%), dalle Alpi (13%) e dal versante meridionale delle Alpi (1,5%). Nell’Altopiano ed in parte delle Prealpi i boschi godono di condizioni di crescita particolarmente favorevoli. L’accesso a questi boschi per il taglio degli alberi è migliore che nel resto della Svizzera ed i costi sono quindi ridotti. Nelle Alpi e nel versante meridionale delle Alpi, dove la raccolta del legname necessita dell’ausilio di verricelli e di elicotteri, i costi sono fino a quattro volte superiori rispetto alle altre zone. I prezzi bassi favoriscono le esportazioni Le grandi quantità di legname dovute all’uragano Lothar hanno avuto una ripercussione sui prezzi del legname svizzero, che sono scesi ad un livello molto basso. Il legno svizzero è diventato interessante per i Paesi esteri, dando così luogo a nuovi canali d’esportazione. Anche nel 2002 i prezzi del legname sono rimasti bassi e la Svizzera ha continuato ad esportare molto legname: il 42 per cento del legname raccolto nel 2002 è stato esportato sotto forma di tronchi. I maggiori Paesi importatori sono stati l’Austria, l’Italia e la Germania. I prezzi bassi del legname penalizzano le aziende forestali A causa dei prezzi bassi del legname, le aziende forestali pubbliche, che nel 2002 hanno fornito il 68 per cento del legname, hanno continuato ad essere deficitarie. La perdita per ogni metro cubo di legname raccolto è stata in media di 40 franchi. A fronte di entrate (indennizzi per prestazioni pubbliche incluse) di 431 milioni di franchi sono risultate uscite pari a 513 milioni di franchi. Nel 2002 il deficit complessivo delle aziende forestali pubbliche è ammontato a 82 milioni di franchi.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni

Informazioni: Arthur Zesiger, Tel. 032 713 62 00 E-mail: arthur.zesiger@bfs.admin.ch

Thomas Grünenfelder, Settore Utilizzazione delle foreste, Direzione federale delle foreste UFAFP, tel. 031 324 77 90 E-Mail: thomas.grünenfelder@buwal.admin.ch

Ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Nuova pubblicazione per dicembre 2003: OFS, La forêt et le bois, Annuaire 2003, Neuchâtel 2002

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch I risultati dettagliati della statistica forestale svizzera degli ultimi 25 anni figurano al seguente indirizzo: http://www.agr-bfs.ch/

29.8.03



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: