Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Camper: crash-test con conseguenze preoccupanti

Camper: crash-test con conseguenze preoccupanti
Touring Club Suisse

Bern (ots) - Fa sempre più tendenza viaggiare in camper. Nel 1990, ce n'erano 17'000 sulle strade svizzere; oggi, ne circolano non meno di 50.000. Benché la sicurezza attiva dei veicoli sia progredita di molto negli ultimi anni, il comportamento dei conducenti dei camper è spesso fonte di incidenti, quindi, è importante che adattino il loro stile di guida. A tale scopo, TCS, Euroconsumers e la trasmissione della RSI LA1 "Patti chiari" hanno organizzato il crash di un camper.

Il 6 marzo 2017, gli esperti del Dynamic Test Center (DTC) di Bienne, centro che vanta un'esperienza trentennale nei crash test, hanno lanciato un camper a 40 km/h contro un muro. Una velocità, in apparenza, relativamente bassa, ma sufficientemente alta affinché gli occupanti e gli oggetti non fissati correttamente, si trasformassero in veri proiettili.

La negligenza può avere gravi conseguenze

Nella simulazione dell'incidente, si sono avute importanti conseguenze per le gravi lacune dovute ad un comportamento inadeguato. Il camper era occupato da cinque manichini, rappresentanti una coppia, seduta nella parte anteriore, e tre bambini nella parte posteriore, due sdraiati sul letto e un terzo seduto al centro del veicolo. Il conducente era allacciato, così pure l'altra persona a fianco, che però aveva i piedi posati sul cruscotto, mentre gli altri tre occupanti non erano allacciati alle cinture di sicurezza. Inoltre, varie vettovaglie, stoviglie e bagagli era sparsi disordinatamente all'interno del camper. Al momento dell'impatto, i manichini, rappresentanti i bambini, sono stati violentemente proiettati verso la cabina di guida; gli oggetti mobili sono volati dappertutto e le suppellettili fisse si sono staccate dalla struttura causando molti danni nell'abitacolo. La donna, impersonata dal manichino a lato del conducente, con la sua cattiva posizione, avrebbe subito delle gravi fratture al momento dell'urto, mentre i tre bambini, senza cintura di sicurezza, sarebbero incorsi in gravi ferite e contusioni o peggio ancora non avrebbero sopravvissuto all'incidente.

Adattare il comportamento al tipo di veicolo

Questa simulazione ci ricorda, ancora una volta, che allacciarsi alla cintura di sicurezza è obbligatorio anche nei camper, rimanendo il miglior mezzo per evitare un disastro. Quando il veicolo viaggia, tutti i passeggeri devono essere correttamente seduti sui sedili e allacciati, mentre tutti gli oggetti che potrebbero ferire un passeggero devono essere correttamente fissati.

Il conducente deve sempre tenere presente di non essere al volante di un'auto, ma alla guida di un camper deve soddisfare requisiti più complessi e raddoppiare l'attenzione. A causa della larghezza del veicolo, le curve devono essere anticipate, soprattutto nelle rotatorie circolare correttamente e adattare di conseguenza la velocità alla situazione. Il peso del mezzo gioca un ruolo rilevante, quindi importante aumentare la distanza perché lo spazio di frenata è maggiore. Per garantire una buona tenuta di strada, il carico all'interno dell'abitacolo dev'essere ben distribuito (meglio sul pianale e anteriormente). È utile ricordare che il peso totale del camper dev'essere inferiore a 3,5 ton. e che il peso massimo indicato dal costruttore è facilmente superato con passeggeri e bagagli a bordo.

Attenzione: è più difficile sorpassare e, nell'incrociare un altro veicolo, è importante avere pazienza. La visualità non è sempre ottimale con gli specchietti retrovisori. Monitorare e regolare la pressione delle gomme per aumenterà la sicurezza e il confort dei passeggeri. Se il camper è poco utilizzato, le gomme tendono a sgonfiarsi e ad invecchiare rapidamente. Per ridurre al minimo il rischio di incidenti controllare regolarmente le condizioni dei pneumatici (crepe, lacerazioni della gomma, altezza del profilo), i loro dati (età) e i cerchioni (ammaccature). Inoltre, per motivi di sicurezza nelle aree di campeggio, nei parchi di ricreazione e nel traffico, il TCS raccomanda ai proprietari di camper di sottoporre l'impianto e gli apparecchi a gas liquido ad un controllo tecnico di sicurezza ogni cinque anni. Se usato correttamente, il gas liquido è sicuro, ma non sono rari gravi incidenti.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: