Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

In caso d'incidente, la scheda di soccorso può salvare la vita

    Bern (ots) - I crash-test lo dimostrano: le automobili sono sempre più sicure. Tuttavia, l'installazione di elementi di sicurezza ostacolano le operazioni di salvataggio dei passeggeri intrappolati in un veicolo. In caso d'incidente stradale, i primi minuti sono determinanti per la sopravvivenza degli occupanti di una vettura. È in queste situazioni che la scheda di soccorso assume un ruolo decisivo. Grazie alle sue precise informazioni sui sistemi di sicurezza di cui il veicolo è dotato, essa agevola il lavoro dei soccorritori, aiutando a salvare vite umane. Il Touring Club Svizzero (TCS) e la Federazione svizzera dei pompieri (FSP) s'impegnano per la diffusione anche in Svizzera della scheda di soccorso.

    La tecnica automobilistica compie rapidi progressi. Equipaggiamenti di sicurezza continuamente nuovi proteggono sempre più efficacemente gli occupanti. Non è raro che automobili di recente costruzione posseggano nove airbag, come pure dispositivi di ritenzione della cintura. In questi casi si tratta di sistemi pirotecnici che possono essere pericolosi per le squadre di salvataggio. Altro problema: le qualità dell'acciaio estremamente resistenti impiegate nella costruzione d'automobili per proteggere la cellula dell'abitacolo.

    Sempre più sovente i vigili del fuoco devono constatare che le loro cesoie idrauliche non riescono a tranciare questi metalli ultraresistenti. Anche semplici manovre di salvataggio, come la ricerca della batteria per interrompere il circuito elettrico, possono sollevare problemi nelle automobili moderne. Inoltre, il moltiplicarsi dei sistemi di propulsione alternativi - ibrido, gas naturale, gas liquido, elettricità e, in un futuro non lontano, idrogeno - rappresenta un rischio potenziale per i soccorritori.

    Informazioni preziose sotto il parasole Attualmente, i costruttori di auto si sforzano di agevolare il lavoro delle squadre di soccorso, mettendo loro a disposizione schede o istruzioni tecniche. Questi documenti contengono informazioni che facilitano il recupero delle persone intrappolate nei veicoli incorsi in un incidente stradale. Tuttavia, sovente le informazioni che vi figurano sono troppo vaste e la loro presentazione non è uniforme.

    Ciò giustifica l'interesse per la nuova scheda di soccorso in formato A4. Questo documento, destinato ai soccorritori, contiene informazioni importanti e specifiche per ogni modello, per esempio la posizione dei rinforzi integrati nella carrozzerie, dei serbatoi di energia, degli airbag, dei generatori di gas, dei dispositivi di comando e di numerosi altre componenti tecniche. I simboli sono standardizzati e si applicano a tutti i modelli. Per il TCS e la FSP, si tratta nell'occorrenza dello strumento più efficace per ridurre la durata dell'intervento delle squadre di soccorso, dunque per diminuire il numero delle persone gravemente ferite o morte sulla strada.

    I primi minuti dopo l'arrivo dei soccorritori possono essere decisivi per la vita o la morte delle persone infortunate. Le informazioni che figurano sulla scheda di soccorso permettono al personale di pronto intervento di liberare le vittime nel minor tempo possibile. Nel 2008, i servizi dei vigili del fuoco hanno compiuto 1597 interventi sulle strade svizzere, per un totale di 33'865 ore.

    Il TCS e la FSP raccomandano di sistemare sotto il parasole la scheda di salvataggio corrispondente al modello della vettura, affinché i soccorritori possano entrarne in possesso facilmente. Sviluppata in collaborazione con i costruttori di automobili e concepita in modo uniforme, la scheda di soccorso è messa a disposizione gratuitamente dalla maggior parte dei costruttori o importatori. Essa può anche essere scaricata dai siti internet www.infotechtcs.ch e www.scheda-di-soccorso.ch, per poi essere stampata direttamente da casa. Ne esiste una versione per quasi tutti i veicoli commercializzati in Svizzera. La maggior parte di costruttori e importatori propongono anche schede di soccorso per modelli non più recenti. Nell'interesse della sicurezza stradale, il TCS si impegna per la rapida diffusione in Svizzera della scheda di soccorso. In Germania e Austria, questo documento informativo registra già un vivo successo.

    Consiglio del TCS: stampare la scheda di soccorso può salvare vite umane.

Contatto: Moreno Volpi, portavoce del TCS, 022 417 27 16, 078 707 71 28, volpi@tcs.ch Markus Grüter, capo progetto,  Tecnica & Ambiente, 041 267 12 32, mgrueter@tcs.ch Walter Pfammatter, sostituto del direttore della FSP, 031 958 81 30, w.pfammatter@swissfire.ch

Il TCS è su Flickr! Le nostre foto sono scaricabili all'indirizzo www.flickr.com/photos/touring_club



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: