Eidg. Finanz Departement (EFD)

EFD: Il nuovo ordinamento finanziario approda in Parlamento

      Berna (ots) - 09 dic 2002 (DFF) Il Consiglio federale ha approvato
in data odierna il messaggio concernente il progetto del nuovo
ordinamento finanziario (NOF). Il NOF mira a garantire le principali
fonti d'entrata della Confederazione, ad aggiornare la Costituzione
federale e a semplificare il sistema fiscale. Il progetto riguarda
in particolare la soppressione della limitazione temporale per
l'imposta federale diretta e l'imposta sul valore aggiunto nonché
l'abrogazione dell'aliquota speciale nel settore del turismo. Il
Consiglio federale è dell'opinione che l'aliquota speciale per le
prestazioni del settore alberghiero costituisca un aiuto finanziario
motivato da ragioni di politica strutturale e che pertanto non
rientri nel sistema fiscale. Il progetto NOF sarà posto in votazione
popolare presumibilmente nel 2004.

    La competenza della Confederazione di prelevare l'imposta federale diretta (IFD) e l'imposta sul valore aggiunto (IVA) è limitata sino alla fine del 2006. Per dotare le finanze federali di una nuova base costituzionale, il Consiglio federale ha elaborato ed approvato in data odierna, sulla base dei risultati della procedura di consultazione, il messaggio concernente il nuovo ordinamento finanziario (NOF).

    Come spiega tra l'altro il Consiglio federale nel suo messaggio, le aliquote massime dovranno essere ancorate nella Costituzione anche in futuro e l'aliquota massima sul reddito netto delle persone giuridiche dovrà essere adeguata all'aliquota in vigore dell'8,5 per cento. La limitazione temporale della competenza della Confederazione di prelevare l'IFD e l'IVA dovrà essere soppressa, poiché queste due imposte rappresentano attualmente il 60 per cento circa delle entrate complessive della Confederazione e sono indispensabili per l'adempimento dei compiti statali.

    Per semplificare il sistema fiscale e renderlo più trasparente, il Governo propone inoltre, per quanto riguarda l'IVA, di applicare unicamente un'aliquota normale e un'aliquota ridotta. L'aliquota speciale per le prestazioni del settore alberghiero dovrà essere abrogata alla fine del 2006. Il Consiglio federale ritiene che l'aliquota speciale costituisca un aiuto finanziario motivato da ragioni di politica strutturale e che pertanto non rientri nel sistema fiscale. Il pacchetto di misure per la promozione del turismo, recentemente approvato dal Consiglio federale, che deve permettere alle regioni turistiche di adattare le proprie strutture e di migliorare la qualità dell'offerta, concede a tali regioni tempo sufficiente per prepararsi ad affrontare le sfide future. Sulla base di quanto appena esposto e a fronte della debole congiuntura internazionale, il Consiglio federale ha deciso di prorogare l'applicazione dell'aliquota speciale sino alla fine del 2006 anziché del 2003 come previsto inizialmente. Un'ulteriore proroga non potrà più essere concessa.

    Il nuovo ordinamento finanziario è un progetto snello. Ciò è dovuto principalmente al rifiuto espresso da Popolo e Cantoni nel settembre 2000 dell'articolo costituzionale concernente la tassa di incentivazione sull'energia. Visto il risultato di quella votazione popolare, il Consiglio federale non ritiene opportuno al momento attuale presentare di nuovo un ordinamento finanziario con incentivi fiscali volti a preservare le risorse naturali.

    Trattandosi di una riforma costituzionale, il nuovo ordinamento finanziario sarà posto in votazione popolare presumibilmente nel 2004.

Informazioni: Peter Saurer, Amministrazione federale delle finanze, tel. 031 322 60 09. Andreas Pfammatter, Amministrazione federale delle finanze, tel. 031 322 60 54

Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Finanz Departement (EFD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: