Eidg. Departement des Innern (EDI)

Rinnovo del trattato d'associazione tra la Svizzera e EURATOM per la ricerca sulla fusione

      (ots) - Per la 11a volta, il Consiglio federale ha accettato di
rinnovare fino al 31 dicembre 2005 il trattato d'associazione tra la
Confederazione svizzera e la Comunità europea dell'energia atomica
(EURATOM) nel campo della fusione termonucleare controllata e della
fisica dei plasmi.

    Questo trattato, basato su un accordo di cooperazione stipulato tra Svizzera e EURATOM nel 1978, regola i dettagli scientifici, tecnici e finanziari di questa collaborazione e garantisce l'inserimento dei laboratori svizzeri nel programma di ricerca europeo "fusione". I due partner principali sono il Centro di ricerca in fisica dei plasmi del Politecnico federale di Losanna e l'Istituto di fisica dell'Università di Basilea.

    Il controllo della fusione nucleare, sorgente d'energia delle stelle e del sole, è oggetto di intense ricerche da una cinquantina d'anni. I grandi progressi degli ultimi tempi lasciano presagire che questa tecnologia diverrà entro la metà del secolo una fondamentale fonte di approvvigionamento energetico sicura, rispettosa dell'ambiente e economica. Il programma europeo "fusione" investe ogni anni circa 170 milioni di euro in queste ricerche; la partecipazione della Svizzera ammonta a circa 8 milioni di franchi all'anno.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Dr. Jean-François Conscience, Ufficio federale dell'educazione e della scienza, Sezione Organizzazioni internazionali di ricerca, tel. 031 322 96 80

Per sapere di più: http://www.bbw.admin.ch/html/pages/forschung/intfz/fusion-i.html



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: