Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

EJPD: Il Consiglio federale è favorevole all’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone ai dieci nuovi Stati membri dell’UE

      Berna (ots) - 01.10.2004. Il Consiglio federale ha adottato in
data odierna, all’attenzione delle Camere federali, il messaggio
relativo all’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle
persone ai dieci nuovi Stati membri dell’UE e ha preso atto del
rapporto sulla procedura di consultazione. La grande maggioranza
delle cerchie consultate si è espressa positivamente in merito ai
risultati dei negoziati con l’UE.

    In sede di consultazione, l’apertura graduale e controllata del mercato del lavoro è perlopiù considerata quale grande opportunità per la Svizzera. È inoltre valutata positivamente la possibilità di mantenere, fino al 2011, le attuali limitazioni (priorità degli indigeni, controllo delle condizioni salariali, aumento progressivo dei contingenti) nei confronti dei Paesi dell’Europa orientale. La Svizzera ha negoziato un regime transitorio equivalente a quello previsto dall’UE nei confronti degli Stati aderenti.

    Tutti i Cantoni e la maggior parte dei partiti, delle associazioni e delle organizzazioni rilevano l’importanza economica dell’estensione dell’Accordo, sottolineando che ciò assicura gli accordi bilaterali conclusi sinora con l’UE. Per le imprese, si apre un mercato del lavoro allargato che influirà positivamente sulla piazza economica svizzera.

    Il protocollo aggiuntivo all’Accordo sulla libera circolazione delle persone è respinto dall’Unione Democratica di Centro (UDC) e dai Democratici Svizzeri (DS). Essi sono dell’avviso che l’apertura nei confronti dei nuovi Stati membri dell’UE è prematura e che occorre dapprima raccogliere ulteriori esperienze con gli attuali Stati membri. La data esatta della firma del protocollo aggiuntivo da parte della Svizzera e dell’UE non è ancora stata stabilita, ma potrebbe situarsi nel corso del mese di ottobre. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati vaglieranno l’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione nel corso della sessione invernale 2004. Il decreto federale relativo all’approvazione del protocollo aggiuntivo sottostà a referendum facoltativo.

Altre informazioni:

Dieter Grossen, direttore supplente dell’Ufficio federale dell’immigrazione, dell’integrazione e dell’emigrazione (IMES), tel. 031 323 51 18

Martin Hirsbrunner, capo del settore specialistico Accordo sulla libera circolazione delle persone, Ufficio federale dell’immigrazione, dell’integrazione e dell’emigrazione (IMES), tel. 031 322 27 53



Plus de communiques: Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: