PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Alle Storys
Folgen
Keine Story von Allianz Suisse mehr verpassen.

01.04.2021 – 10:00

Allianz Suisse

Allianz Suisse modifica l'aliquota di conversione nell'assicurazione completa

Ein Dokument

Wallisellen (ots)

In Svizzera, a causa dell'aliquota di conversione troppo elevata, gli interessi ai minimi storici e l'aumento dell'aspettativa di vita provocano già da anni nella previdenza professionale una forte ridistribuzione dei fondi delle casse pensioni dalla popolazione attiva ai pensionati. Per consentire anche in futuro una buona remunerazione complessiva degli averi di vecchiaia e garantire le pensioni in modo sostenibile e a lungo termine, con il 1° gennaio 2022 Allianz Suisse modifica le aliquote di conversione dell'assicurazione completa.

La previdenza professionale è una componente fondamentale del sistema pensionistico svizzero che attende ormai da tempo una riforma. Il tasso di conversione legale del 6.8% non tiene conto né dell'aumento dell'aspettativa di vita né dei tassi di interesse ai minimi storici, il che comporta ogni anno in Svizzera una ridistribuzione dell'ordine di miliardi dagli assicurati attivi ai pensionati. Per garantire a lungo termine stabilità finanziaria ed equità tra le generazioni, è necessaria un'immediata e sensibile riduzione dell'aliquota di conversione LPP. È auspicabile che si possa raggiungere questo obiettivo con la prossima riforma della LPP, anche se l'abbassamento dell'aliquota al 6.0%, attualmente prospettato, basterebbe soltanto a mitigare la situazione senza tuttavia risolvere definitivamente il problema della ridistribuzione.

Assicurare pensioni sostenibili nel lungo periodo

Alla luce del contesto attuale, Allianz Suisse e il Consiglio della Fondazione collettiva LPP di Allianz Suisse hanno deciso di intervenire per garantire pensioni sostenibili nel lungo periodo riducendo le aliquote di conversione regolamentari per l'assicurazione completa in tre fasi con effetto dal 1° gennaio 2022. Allianz Suisse garantisce in ogni caso le prestazioni minime previste dalla legge.

                                                                                
Anno      AdC per l’avere di  AdC per l’avere di  AdC per l’avere di 
          vecchiaia           vecchiaia           vecchiaia          
          obbligatorio LPP*   sovraobbligatorio*  sovraobbligatorio* 
          Uomini e donne      Uomini              Donne              
2022      6.600%              4.654%              4.607%             
2023      6.400%**            4.492%**            4.446%**           
dal 2024  6.200%**            4.332%**            4.287%**


* Le prestazioni minime LPP sono garantite
** attesa approvazione della FINMA 

"Il secondo pilastro è già da anni in difficoltà e non si è ancora raggiunto un consenso su una riforma radicale. Correggendo verso il basso le aliquote di conversione contribuiamo in modo rilevante a una maggiore equità tra le generazioni", sottolinea Monika Behr, responsabile del comparto Vita di Allianz Suisse.

Con circa 14'000 aziende affiliate e circa 85'000 assicurati, Allianz Suisse si colloca tra gli operatori leader in Svizzera nel ramo dell'assicurazione completa. L'interesse per le assicurazioni complete rimane alto, afferma Monika Behr, soprattutto da parte delle Pmi: "In tempi di incertezze come quelli attuali le imprese privilegiano la sicurezza economica offerta da un'assicurazione completa. Noi siamo convinti della validità di questa soluzione assicurativa e con le nuove aliquote di conversione creiamo i presupposti per poter remunerare adeguatamente anche in futuro gli averi di vecchiaia delle aziende affiliate".

Contatto:

Hans-Peter Nehmer
Telefono: 058 358 88 01; e-mail: hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall
Telefono: 058 358 84 14; e-mail: bernd.dewall@allianz.ch