PRESSEPORTAL Presseportal Logo
Alle Storys
Folgen
Keine Story von comparis.ch AG mehr verpassen.

18.11.2021 – 00:30

comparis.ch AG

Comunicato stampa: Il modello Medico di famiglia resta l’assicurazione di base più diffusa anche tra i giovani

Comunicato stampa: Il modello Medico di famiglia resta l’assicurazione di base più diffusa anche tra i giovani
  • Bild-Infos
  • Download

Ein Dokument

Comunicato stampa

Analisi di Comparis sui trend nelle casse malati per il 2022

Il modello Medico di famiglia resta l’assicurazione di base più diffusa anche tra i giovani

Quando si tratta di assicurazione malattia, anche tra i giovani non c’è digitalizzazione che tenga. L’analisi di Comparis sugli utenti che hanno cambiato cassa malati per il 2022 evidenzia che il modello Medico di famiglia è di gran lunga il più diffuso. Nonostante il coronavirus, i modelli Telmed non guadagnano terreno.

Zurigo, 18 novembre 2021 – Il servizio di confronti online comparis.ch ha analizzato i trend nell’assicurazione malattia per il 2022, esaminando le oltre 5,2 milioni di ricerche sul più grande portale di confronto tra assicurazioni malattia in Svizzera tra il 1 ° e il 15 ottobre 2017 e il 2021.

Il modello Medico di famiglia resta il preferito per distacco

Per il prossimo anno, a riscuotere il maggior successo tra gli adulti over 25 è il modello Medico di famiglia con un volume pari al 37,4% di tutte le richieste per le assicurazioni malattia: un aumento di 1 punto percentuale rispetto al 2020.

Anche nella fascia di età dei giovani adulti fino ai 25 anni il più richiesto è stato il modello Medico di famiglia con un volume di ricerca del 40% – lo stesso volume di ricerca dell’anno scorso.

In Svizzera, quindi, praticamente la metà degli adulti dai 18 anni in su ha un’assicurazione malattia con modello Medico di famiglia. «Il dato sorprende se pensiamo alla carenza di medici lamentata in tutto il paese», spiega Felix Schneuwly, esperto Comparis di assicurazione malattia.

Fase di stagnazione per i modelli Telmed

Nonostante la spinta alla digitalizzazione causata dalla pandemia, anche il prossimo anno i modelli Telmed non faranno segnare una crescita. Solo il 13,4% di tutti gli adulti sono attualmente coperti da un’assicurazione Telmed.

Tra l’inizio e la metà di ottobre, solo il 20,1% degli over 25 ha cercato su Comparis un’assicurazione di base con modello Telmed. Lo scorso anno la percentuale era stata del 20,6%. Tra i ragazzi, poi, solo il 19,1% ha cercato prodotti Telmed – anche in questa fascia di età nel 2020 erano stati comunque solo il 19,6%.

«Visto il successo dei modelli Medico di famiglia, altri modelli alternativi per l’assicurazione di base fanno fatica a imporsi. Sono però convinto che i modelli Telmed possano conquistare quote di mercato se integrati in app che permettono agli assicurati di orientarsi nella giungla dei servizi medici e scegliere tra le migliori offerte basate sui dati relativi alla qualità», afferma l’esperto Comparis di assicurazione malattia Felix Schneuwly.

Modelli HMO con il più basso numero di ricerche

Per il prossimo anno il meno richiesto tra gli adulti over 25 sarà il modello HMO, oggetto di un esiguo 19,4% delle ricerche effettuate dagli utenti durante il periodo in esame – un calo di 0,5 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Anche lo scorso anno il modello HMO è stato quello meno richiesto con il 20% di ricerche – e i giovani adulti non hanno fatto eccezione. Solo il 18,1% delle ricerche effettuate da utenti in questa fascia di età, infatti, ha riguardato modelli HMO. Con un volume di ricerca del 19,6%, il modello HMO era già stato il fanalino di coda anche l’anno scorso.

Attualmente, poco meno del 7,4% della popolazione adulta è assicurata con un modello HMO. «Anche nei sempre più diffusi studi medici associati con dottori e terapeuti, gli assicurati preferiscono il loro medico di famiglia piuttosto che un modello HMO senza un interlocutore personale», spiega Schneuwly.

Chi vince e chi perde nel confronto quinquennale

Eppure, rispetto a cinque anni fa, il modello HMO è quello che ha registrato il maggior balzo di popolarità tra gli adulti, con una crescita di 2,3 punti percentuali. Tra i giovani adulti, invece, è stato il modello standard con un aumento dell’1,3%.

Proprio il modello standard, poi, è stato quello che maggiormente ha perso terreno nella fascia di età degli adulti con un calo di 2,3 punti percentuali. Tra i giovani adulti, invece, il più grande perdente è stato il modello Medico di famiglia, che ha registrato un calo di 2,3 punti percentuali nelle ricerche.

«Nel complesso, negli ultimi cinque anni si è confermata la tendenza ad abbandonare le assicurazioni di base standard per orientarsi verso modelli assicurativi alternativi (MAA). Tuttavia, nel settore degli MAA si nota una leggera saturazione. C’è bisogno di una spinta innovativa per passare dal mero gatekeeping a consigli di trattamento basati sui dati relativi qualità», afferma l’esperto Comparis.

Soprattutto chi ha optato per la franchigia massima confronta e cambia cassa malati

Chi è alla ricerca di una nuova cassa malati si orienta nella maggior parte dei casi su un prodotto con una franchigia da 2’500 franchi. Così è stato per oltre la metà delle ricerche effettuate su Comparis a ottobre 2021 da adulti over 25 anni. Negli ultimi cinque anni, quindi, la franchigia da 2’500 franchi ha guadagnato ben 7,1 punti percentuali.

Anche tra i giovani adulti questa franchigia è stata la più richiesta – con un volume del 47,9%. In questa fascia della popolazione, la franchigia da 2’500 franchi ha perciò guadagnato 2,4 punti percentuali negli ultimi cinque anni.

La franchigia massima ha riscontrato il maggior interesse tra gli utenti adulti nella regione di premi Zurigo 1 (città di Zurigo), con un totale del 58,7% di tutte le ricerche effettuate. Tra gli under 25, a guidare la classifica è la regione di premi Berna 3 (Spiez, Interlaken, Langenthal) con un volume del 67,5%.

Più di un terzo degli utenti cerca un’assicurazione con franchigia minima

Nel periodo in esame, tra gli adulti la domanda di assicurazioni con franchigia minima da 300 franchi non ha registrato variazioni: il volume di ricerca è stato del 33,3%, in linea con l’anno precedente. Tra i giovani adulti, quest’anno il 31,3% delle ricerche ha riguardato la franchigia da 300 franchi – un aumento di 2 punti percentuali.

«Immagino che numerosi utenti Comparis confronteranno sia la franchigia minima che quella massima per vedere la differenza. Questo in realtà non sarebbe necessario perché la differenza è sempre 1’540 franchi all’anno – indipendentemente dal premio per l’assicurazione di base standard», conclude Schneuwly.

Metodologia

Sono stati analizzati oltre 5,2 milioni di confronti fra casse malati nel periodo tra il 1° e il 15 ottobre sul portale di confronti comparis.ch per gli anni dal 2017 al 2021. Per la selezione, le ricerche sono state ponderate in base al numero di persone da assicurare. Di conseguenza, se sono state effettuate ricerche di più prodotti per più persone, queste ricerche sono valutate in proporzione. Il numero di potenziali polizze dovrebbe infatti corrispondere al numero di persone da assicurare.

Weitere Informationen:

Felix Schneuwly 
Krankenkassen-Experte 
Mobil: 079 600 19 12 
E-Mail: felix.schneuwly@comparis.ch
comparis.ch

Über comparis.ch

Mit über 80 Millionen Besuchen im Jahr zählt comparis.ch zu den meistgenutzten Schweizer Websites. Das Unternehmen vergleicht Tarife und Leistungen von Krankenkassen, Versicherungen, Banken sowie Telecom-Anbietern und bietet das grösste Schweizer Online-Angebot für Autos und Immobilien. Dank umfassender Vergleiche und Bewertungen bringt das Unternehmen Transparenz in den Markt. Dadurch stärkt comparis.ch die Entscheidungskompetenz von Konsumentinnen und Konsumenten. Gegründet 1996 vom Ökonomen Richard Eisler beschäftigt das Unternehmen heute über 200 Mitarbeitende in Zürich.