Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa

Media Service: Consiglio svizzero della stampa: La «Schweiz am Sonntag» ha riferito correttamente su Glencore (presa di posizione 10/2017)

Ein Dokument

Bern (ots) - Parti: Arbeitsgruppe Schweiz-Kolumbien c. «Schweiz am Sonntag»

Tema: Colloqui informativi / Rispetto della verità / Dovere della rettifica

Reclamo respinto

Riassunto

Respinti dal Consiglio della stampa gli addebiti contro un articolo

A fine agosto 2016 la «Schweiz am Sonntag», sotto il titolo «Der Bösewicht ist weg» (che si può tradurre, interpretando: «L'Orco se n'è andato») si occupava delle risposte date dalla multinazionale Glencore alle critiche sollevate circa la sua attività nelle miniere di carbone della Colombia. Secondo l'articolo, l'impresa aveva finalmente accettato di comportarsi in modo trasparente, mettendo a tacere i critici. Il Gruppo di lavoro Svizzera-Colombia (ASK), valendosi del risultato di due visite in loco, sulla questione è di parere opposto. La «Schweiz am Sonntag» insiste che, pur sussistendo motivi di lagnanza, alla Glencore non si può più rimproverare la mancanza di trasparenza.

L'ASK si è rivolta al Consiglio della stampa sostenendo che il giornale non aveva riportato correttamente i principali argomenti a carico dell'azienda, e in particolare aveva dato una versione edulcorata dei «progressi» ottenuti nei rapporti con una comunità di indigeni. L'ASK denunciava pure che il giornale non le aveva sottoposto per approvazione il riassunto delle proprie osservazioni.

Il Consiglio della stampa è giunto alla conclusione che la «Schweiz am Sonntag» ha agito correttamente. L'autore dell'articolo aveva tempestivamente preso contatto con l'ASK, formulando domande precise. Anche le regole circa i contatti tra il giornale e l'ASK risultano rispettate. Quanto all'assunto principale dell'articolo (la condizione delle popolazioni indigene sarebbe migliorata), l'opinione dell'articolista e quella dell'ASK si rivelano frontalmente opposte. Le opinioni a confronto, comunque, nell'articolo risultano esposte correttamente; e neppure si constatano omissioni di rilievo. Il ricorso è perciò respinto.

Contatto:

Schweizer Presserat
Conseil suisse de la presse
Consiglio svizzero della stampa
Ursina Wey
Geschäftsführerin/Directrice
Rechtsanwältin
Effingerstrasse 4a
3011 Bern
+41 (0)33 823 12 62
info@presserat.ch
www.presserat.ch



Weitere Meldungen: Schweizer Presserat - Conseil suisse de la presse - Consiglio svizzero della stampa

Das könnte Sie auch interessieren: